Carlisport Cogianco, intervista a Roberto Tobe

0
991
tobe
Tobe
tobe_foto_marco_bocale
Tobe (foto Marco Bocale)

Intervista a Roberto Belope Tobe, giocatore spagnolo di origine guineana della Carlisport Cogianco, al momento impegnato nelle qualificazioni ai Mondiali 2016 con la Nazionale della Guinea Equatoriale, che racconta della sua esperienza in Africa e dell’importanza che rivestirebbe la partecipazione ad un Campionato Mondiale per lo sport nel suo Paese, oltre ovviamente ad analizzare il girone d’andata della Carlisport Cogianco in Serie A ed i prossimi impegni.

TOBE: «CON LA GUINEA EQUATORIALE PER SOGNARE IL MONDIALE 2016»

E’ tempo di qualificazioni ai Mondiali e mentre gli azzurri si stanno giocando le loro carte tra Bari e Bisceglie, in giro per il mondo ci sono un infinità di Nazionali che si battono per un obiettivo, che per molte è più che altro un sogno: Colombia 2016.

Tra queste, c’è la Guinea Equatoriale di Roberto Tobe, aggregatosi da poco al team africano. Spagnolo di nascita ma guineano di origine (la Guinea Equatoriale è una ex colonia spagnola, che ha raggiunto l’indipendenza solo nel 1968), di recente ha scelto di giocare con la nazionale africana ed è stato convocato per queste qualificazioni.

“Sono molto contento di giocare nella Nazionale della Guinea Equatoriale – racconta da Malabo, la capitale del Paese centro-africano -, è un’esperienza molto bella, per me è importante perché posso aiutare il mio Paese ad ottenere quella che sarebbe una storica qualificazione al Mondiale”.

Ed allora, da osservatori lontani delle vicende africane sportive e non, chiediamo a lui, giocatore affermato ai massimi livelli in Europa, una testimonianza sulla situazione del nostro sport nella sua Regione:

“Qui il futsal è dilettantistico – spiega – ci sono pochi campi da gioco ed i giovani non hanno molte possibilità di allenarsi. Di certo l’arrivo nella selezione nazionale di giocatori professionisti potrà essere un grande stimolo per gli amanti del futsal miei connazionali ed il Mondiale sarebbe un grande passo per lo sport in Guinea, stiamo combattendo e lavoriamo duramente per arrivarci”.

Dall’Africa, torniamo alla nostra Serie A, arrivata al classico giro di boa di metà percorso, momento di inevitabili bilanci. Positivi nel caso della Carlisport Cogianco, anche secondo Tobe:

“Il girone d’andata è stato ottimo, siamo sette giocatori nuovi e c’era bisogno del tempo necessario per adattarsi al meglio, ma finire davanti a squadre come Asti o Acqua e Sapone ci indica che il risultato ottenuto è molto buono. Ora dobbiamo continuare a lavorare come nei mesi scorsi e sono sicuro che qualcosa di buono verrà”.

Si ripartirà dalla capolista Montesilvano, ma Tobe sarà squalificato e tornerà disponibile per la Final Four di Winter Cup. Sarà il suo primo evento in Italia:

“I miei compagni si stanno già allenando molto duramente in vista della Winter Cup, sappiamo che sarà una competizione molto difficile, ma dobbiamo affrontarla con ottimismo, non rinunceremo a nulla. Abbiamo una squadra che può affrontare alla pari qualsiasi avversaria”.

In attesa di rivedere in campo Tobe al PalaMalfatti di Rieti quindi, non possiamo che augurare a lui ed alla Nazionale della Guinea Equatoriale di realizzare il sogno Mondiale e chi sa, magari trovarli avversari dei nostri Azzurri. Nel frattempo, dalla Carlisport Cogianco, un grosso in bocca al lupo all’Italia, alla Guinea Equatoriale, a Tobe, ed a tutte le Nazionali impegnate nella corsa ai Mondiali del 2016.

 

Print Friendly, PDF & Email