Carlisport Cogianco, intervista all’Under21 Michele Raubo in vista della finale Scudetto

0
620
michele_raubo_foto_bocale
Michele Raubo (foto Bocale)
michele_raubo_foto_bocale
Michele Raubo (foto Bocale)

UNDER21 ALLA STRETTA FINALE: DOMENICA SI ASSEGNA LO SCUDETTO

MICHELE RAUBO: “SIAMO I CAMPIONI D’ITALIA E VOGLIAMO CONFERMARCI”

La Carlisport Cogianco si prepara a scendere in campo con l’Under21, che domenica alle 20.00 al PalaKilgour di Ariccia, affronterà nel match di ritorno della finale playoff il Kaos Futsal.

In gioco c’è l’obiettivo principe della stagione, lo Scudetto, ma la formazione di Stefano Esposito parte dalla situazione di svantaggio maturata nella gara di andata, giocata a Ferrara domenica scorsa e finita 6-3 in favore del Kaos.

Ancora una volta quindi, i ragazzi della Carlisport Cogianco sono chiamati a ribaltare il risultato della partita di andata, compito già portato a termine in più d’una occasione in questi playoff e che ora, vale il titolo più importante dell’anno. Uno Scudetto che è già cucito sulle maglie della Carlisport Cogianco e che tutti sono determinati a difendere fino all’ultimo secondo utile.

Nelle parole di Michele Raubo, tra i migliori in campo nella non positiva gara d’andata, c’è tutta la determinazione che servirà alla squadra per compiere quella che sembra una vera e propria impresa:

“A Ferrara – racconta – loro sicuramente hanno messo in campo più voglia di noi, mentre noi abbiamo fatto tanti regali, che di solito non facciamo.

Comunque il Kaos è sicuramente una bella squadra, sono organizzati benissimo e per metterli in difficoltà dovremo giocare da Carlisport Cogianco…”.

L’esempio che nel Futsal tutto può succedere è freschissimo e l’ambiente è autorizzato, anzi obbligato, a crederci fino in fondo:

“Certo che ci crediamo! L’altra giorno guardando la finale Scudetto di Serie A tra Asti e Real Rieti ho pensato a noi. Il Rieti ha fatto tre goal in un minuto, noi ne abbiamo quaranta.

Il Kaos ci ha battuti con tre gol di scarto ma per ora hanno vinto solo una battaglia, non la guerra, siamo i Campioni d’Italia e ci vogliamo riconfermare, siamo una grande squadra e lo dimostreremo in campo, daremo il cento per cento, ce la metteremo tutta!”

Print Friendly, PDF & Email