Il caso intitolazione strada Almirante, le reazioni della politica

Silvestroni stigmatizza l'operato della sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi sull'intitolazione di una strada dedicata alla memoria di Almirante

0
441
giorgio almirante
Il leader dell'Msi Giorgio Almirante

Nella serata di giovedì 14 giugno presso l’Aula Giulio Cesare del Campidoglio si è consumato uno scontro sull’intitolazione di una strada al leader storico della destra italiana Giorgio Almirante. Le prese di posizioni dell’Onorevole del territorio di Albano Laziale:

Roma, Silvestroni (FdI): intitolazione via ad Almirante è grande soddisfazione

14 giugno h.22:00 – “Un plauso a Giorgia Meloni che ha fortemente voluto l’intitolazione di una strada a Giorgio Almirante e che oggi grazie alla mozione di FdI approvata dal Consiglio Comunale romano è diventata una realtà. Mi riempe di soddisfazione vedere finalmente che ad un uomo così rappresentativo sia per la destra italiana sia in generale per tutto il mondo politico venga dato il giusto riconoscimento. Almirante ha incarnato quei valori di onestà, coerenza e coraggio che ancora oggi sono la nostra primaria fonte di ispirazione e di guida. La sua memoria merita di venire eternata proprio nella città dove è vissuto quasi una vita intera e alla quale ha dato tanto” lo ha dichiarato il deputato di FdI Marco Silvestroni.

Roma, Silvestroni (FdI): vergognoso il dietro front della Raggi su intitolazione strada ad Almirante
15 giugno h.11:00  – “C’era una volta una classe politica consapevole, che conosceva la storia e che della storia sapeva avere rispetto. C’era una volta in Italia una società certamente troppo divisa tra destra e sinistra ma dove lo spessore degli individui, la levatura morale di alcuni rappresentanti sapeva essere riconosciuta. Poi sono arrivati i 5 stelle e con l’acqua sporca hanno buttato via anche il bambino.  Non c’è niente di peggio della becera ignoranza che azzera la storia perché di fronte a ciò si rimane francamente disarmati. Il dietro front fatto ieri dal Sindaco Raggi sull’intitolazione di una strada a Giorgio Almirante è vergognoso. Lo è nella forma e nella sostanza. Nella forma perché ha delegittimato la sovranità del voto del Consiglio Comunale dichiarando candidamente di non essere a conoscenza degli atti istruiti e portati in discussione; lo è nella sostanza perché con l’arroganza di chi non conosce nulla di tutto ciò che l’ha preceduto, ha insultato la memoria di un grande uomo a cui i suoi stessi avversari politici hanno riconosciuto stima e apprezzamento.  “Ci si può combattere, ma non bisogna mai delegittimarsi reciprocamente, siamo avversari e non nemici, questo sarebbe bene non dimenticarselo mai…»: cara Raggi queste non sono parole mie ma di Bianca Berlinguer riferite proprio ad Almirante. Mi auguro che qualcuno dei consiglieri grillini che ha votato a favore della mozione abbia uno scatto di dignità e non consenta alla piccola e capricciosa imperatrice Virginia di farsi trattare come dei servi sciocchi” lo ha dichiarato in una nota il deputato di FdI Marco Silvestroni.
Print Friendly, PDF & Email