Cassabgi, Ginestra e Maggi interrogano il Sindaco di Albano sul Pronto Soccorso

0
1097
Ospedale Albano Laziale
Ospedale San Giuseppe di Albano Laziale
Ospedale Albano Laziale
Ospedale San Giuseppe di Albano Laziale

“Così non va”, scandiscono all’unisono i tre consiglieri comunali Nabil Cassabgi, Fabio Ginestra e Massimo Maggi, e spiegano: “pur apprezzando l’impegno diuturno del personale ospedaliero, risulta inadeguata la risposta in proporzione al bacino di utenza”.

Per questo, a firma congiunta, i tre hanno presentato una interrogazione al Sindaco, anche nella sua qualità di autorità sanitaria. “Occorre rimboccarsi le maniche”, dichiarano. Consigliere Cassabgi, come mai questa iniziativa in comune? “Ci rendiamo conto che ad Albano è già iniziata la campagna elettorale per le amministrative, e quindi ognuno tende a pensare solo a sé stesso, ma su questi grandi temi occorre superare la politica dell’orticello. Qui si tratta della vita e della morte”. Consigliere Ginestra, come mai proprio su questo tema? “quando c’è la salute c’è tutto, sostiene la saggezza popolare. Questa crisi crea crescenti difficoltà di ogni genere a tutti i cittadini. Potrei dire: almeno la salute… Abbiamo l’impressione che ci siano temi né di destra né di sinistra, ma che dovrebbero essere patrimonio comune, senza tante chiacchiere”. Consigliere Maggi, come mai ora? “Questo tema era nel programma elettorale di tutte e due le coalizioni nel 2010, ma dal 2010 ad oggi i cittadini hanno visto poco o nulla. Invitiamo l’attuale Sindaco ad andare a vedere in che condizioni siamo; lo stesso invito lo facciamo a tutti coloro che ambiscono a tutelare i cittadini. Perché qualcosa sia fatto subito, insieme”.

Print Friendly, PDF & Email