Castel Gandolfo, il Circolo Giorgia Meloni di FdI chiede la riapertura del Mercatino castellano del Lago 

Castel Gandolfo, il Circolo "Giorgia Meloni" di Fratelli d'Italia chiede la riapertura del Mercatino castellano del Lago

0
145
mercatino_castellano_lago
Mercatino castellano del Lago

Castel Gandolfo, il Circolo “Giorgia Meloni” di Fratelli d’Italia chiede la riapertura del Mercatino castellano del Lago 

In un momento di crisi come quello che sta attraversando l’economia del nostro Paese, le amministrazioni locali – quelle che per loro natura sono più a contatto con le realtà economiche territoriali – dovrebbero farsi in quattro per stare vicino alle esigenze di tutte le categorie, soprattutto a quelle degli ambulanti. Le amministrazioni comunali siano consapevoli che gli ambulanti hanno una famiglia ed impegni economici, ed un’interruzione delle attività almeno fino al 30 marzo, come ha disposto il Comune di Castel Gandolfo in una sua recente comunicazione, avrà un forte impatto in materia di liquidità per far fronte alle scadenze e alle necessità della vita giornaliera.

Questa mattina (martedì 17 novembre ndr) ci siamo recati presso il mercato rionale di Pavona, in Piazza San Remo (Albano Laziale) e ne abbiamo constatato il suo regolare svolgimento. Perché il mercato rionale di Pavona si svolge regolarmente mentre il mercatino castellano del lago rimarrà chiuso fino al 30 marzo 2021? Qual è – di grazia – la differenza che contraddistingue le due attività? Esiste forse la categoria di ambulanti di “Serie A” e una di “Serie B”? Oppure in Piazza della Libertà si pensa che le esigenze delle famiglie degli ambulanti di “Serie A” siano diverse da quelle degli ambulanti di “Serie B”?

Il Circolo Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, anche alla luce della recente circolare emanata dal Ministero dell’Interno, chiede con forza alla politica castellana di prendere in seria considerazione la riapertura del Mercatino Castellano del Lago e procedere urgentemente all’emanazione dell’avviso pubblico che ne individui la gestione. Gli ambulanti “se non lavorano non mangiano” a differenza di chi ha un posto fisso e si può anche permettere di lavorare da casa con lo “smart working”. Lo rende noto il Portavoce del Circolo di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni di Castel Gandolfo Fabio Angeletti.

 

 

Print Friendly, PDF & Email