Castellani protagonisti a Roma nella prova del Circuito Europeo U23 di Scherma

0
716
ganassinedebartolomeo
Gli atleti sul podio con la Campionessa Martina Ganassin e con il Consigliere nazionale della Federscherma Vincenzo De Bartolomeo
ganassinedebartolomeo
Gli atleti sul podio con la Campionessa Martina Ganassin e con il Consigliere nazionale della Federscherma Vincenzo De Bartolomeo

“I Castelli Romani confermano la vocazione sportiva e gli ottimi risultati nella scherma  – inizia così la nota del Lazio Scherma Ariccia. Si è disputata a Roma nei giorni 11 e 12 marzo la prova del Circuito Europeo U23 (open, cioè aperta anche agli Over 23) gara di eccezionale livello, presenti campioni del calibro di Aldo Montano (5° classificato) e del russo Kamill Ibragimov. L’ariccino Gabriele Foschini, ex Lazio Scherma Ariccia e oggi al Centro Sportivo Esercito – sede di allenamento Roma, ha conquistato la medaglia d’argento, sconfitto 15-14 proprio dal russo Ibragimov. Strepitoso bronzo per il genzanese doc Stefano Scepi (Fiamme Oro – sede di allenamento Lazio Scherma Ariccia) sconfitto in semifinale per un solo punto dall’amico d’infanzia Gabriele. Ottimo 12° posto – continua così la nota – per il giovanissimo Giacomo Mignuzzi (GS Carabinieri – sede di allenamento Lazio Scherma Ariccia) eliminato per una sola stoccata dal russo Daniil Bubenchikov. L’atleta di Rocca di Papa Camilla Fondi (GS Aeronautica – sede di allenamento Frascati) nata sulle pedane della Lazio Scherma Ariccia si è piazzata al 10° posto perdendo l’assalto per l’accesso alle prime 8; la frascatana Flaminia Prearo (Fiamme Oro – sede di allenamento Frascati) ha conquistato la medaglia d’argento. Nella gara femminile si è imposta su tutte la campionessa olimpica russa Yana Egorian, a conferma dell’altissima qualità della competizione. Sulle pedane della Lazio Scherma – si conclude così la nota -è già pronta una nuova generazione di giovani talenti, ansiosi di dimostrare tutto il loro valore nel Gran Premio Giovanissimi (Campionato Italiano delle categorie U14), in attesa di calcare le pedane internazionali, come i grandi Campioni Assoluti”.

Print Friendly, PDF & Email