Castelli, una destinazione turistica per tutti

Partecipazione concreta e importante della DMO Castelli Romani e degli operatori castellani al TTG Incontri di Rimini del 12-14 ottobre

0
479
ttg_rimini
TTG Rimini

Al TTG Incontri i Castelli Romani sono stati ospitati nello stand della Regione Lazio e, nell’ambito delle conferenze organizzate dall’Agenzia Regionale per il Turismo, hanno presentato tre nuovi itinerari che uniscono le bellezze dei borghi alle antiche vie: l’Appia Regina Viarium, la Via Francigena del Sud, l’antica Via Latina che collegava Roma a Capua. Ottima anche la presenza degli operatori del nostro territorio, otto in totale, che quest’anno hanno unito le loro forze presentando un catalogo unico di offerta. «Ma il business non si fa solo attraverso i tour operator – evidenzia il coordinatore della DMO, Giovanni Biallo -, si fa anche promuovendo il territorio direttamente al pubblico: questo mese ci ha pensato la rivista bimestrale di turismo That’s Italia con tante pagine dedicate ai Castelli Romani». In grande evidenza sulla rivista specializzata Nemi ed il suo lago, Genzano, il suo pane e l’Infiorata, Ariccia, il suo palazzo e la porchetta, Albano Laziale, i suoi musei e monumenti, Frascati e le sue ville tuscolane. Citati anche il Parco Regionale, Marino e Rocca di Papa. Si parla inoltre ampiamente dei nostri vini certificati, del broccolo capoccione e delle fragoline di Nemi. Infine per le informazioni turistiche l’articolo rimanda al sito www.visitcastelliromani.it, il sito multilingue gestito dalla DMO Castelli Romani. «La DMO Castelli Romani è un’unità operativa del Consorzio SBCR – spiegano il Presidente del Consorzio SBCR, Giuseppe De Righi, e il Consigliere delegato, Roberto Libera -; essa ha l’obiettivo di promuovere – con strumenti di comunicazione cartacei e online, tavoli di lavoro, partecipazione a borse e fiere turistiche e iniziative formative – la destinazione turistica “Castelli Romani”. Opera in sinergia con i 17 Comuni che compongono la destinazione e punta a fare sistema con il Parco dei Castelli Romani e la Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, anche coinvolgendo le altre realtà locali attive nel settore del turismo e della promozione del territorio».

Print Friendly, PDF & Email