I Castelli ricordano le vittime della mafia

A Pavona di Albano Laziale si è celebrato mercoledì 21 marzo la XXXIII edizione della giornata in ricordo delle Vittime di Mafia

0
262
Nicola Marini durante il suo intervento in occasione della XXXIII giornata in ricordo delle vittime di mafia del 21 marzo 2018 a Pavona di Albano Laziale (Foto Arnaldo Molinari)
murales_pavona
Murales per le vittime di Mafia a Pavona

Pavona Street Art e legalità in Provincia di Roma in occasione della manifestazione del 21 marzo 2018

14 Marzo h.15:00 – In occasione della XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie, promossa da Libera in provincia di Roma, a Pavona (frazione dei Comuni di Castel Gandolfo e Albano Laziale), verrà presentato il progetto di due grandi murales. Il primo dei due murales, realizzato dall’artista Krayon, in collaborazione con gli studenti del Liceo artistico C. Battisti di Velletri, sarà presentato il 21 marzo 2018 alle ore 9,20 presso l’oratorio della parrocchia Sant’Eugenio I, papa in via Sant’Eugenio, 30 (Pavona – Castel Gandolfo). Il secondo, realizzato dall’artista Morden Gore, in collaborazione con l’ATER della Provincia di Roma, sarà presentato il 21 marzo 2018 alle ore 9,20 presso le case Ater in via Roma (Pavona – Albano). Dai due punti di ritrovo partiranno alle 9,50 due cortei distinti che si riuniranno in via del Mare per proseguire fino a Villa Contarini, dove saranno letti i nomi delle vittime della mafia e sarà presentato il progetto “Biblioteca della legalità”. La street art interpretata e vissuta come motivo di orgoglio dalla comunità locale, diventa strumento e simbolo di lotta al degrado e all’illegalità che lo genera, una tappa fondamentale nel percorso di riscatto del nostro territorio. Numerose le iniziative in preparazione del 21 marzo organizzate dal presidio di Libera dei Castelli Romani, insieme ai Comitati di Quartiere, le associazioni, le scuole e i cittadini: incontri in tutti i paesi castellani (con ospiti come il giornalista Rai Gianni Bianco), cineforum, adesione al progetto della Biblioteca della Legalità e molto altro ancora.

I MURALES

La prima opera, realizzata dall’artista Krayon, in collaborazione con gli studenti del Liceo artistico C. Battisti di Velletri grazie al programma di alternanza scuola lavoro, presso l’Oratorio della Parrocchia Sant’Eugenio I, papa, raffigurerà il volto di 9 vittime di mafia: don Puglisi, don Peppe Diana, Renata Fonte, Giancarlo Siani, Rosario Livatino, Annalisa Durante, Lea Garofalo, Palma Scamardella e Rita Atria. Coprirà una superficie di circa 180 mq e avrà un’estensione multimediale sul web con una pagina che ne racconterà la realizzazione e le storie dei personaggi raffigurati, raggiungibile puntando con il proprio smartphone su un QR code presente sul muro. La seconda opera, realizzata dall’artista Morden Gore, in collaborazione con l’ATER della Provincia di Roma, sulla facciata delle case popolari di via Roma, raffigurerà il concetto della bellezza che vince sul degrado, così come l’etica vince sull’illegalità.

La Biblioteca della legalità arriva ai Castelli Romani

15 Marzo h.16:00 –  Il Consorzio SBCR ha aderito al progetto BILL – Biblioteca della legalità  promosso dalla Fattoria della Legalità. Si tratta di una bibliografia costituita da più di 200 titoli selezionati da un comitato di esperti: storie vere, romanzi, saggi, fumetti e albi illustrati indirizzati ai bambini e ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Lo scopo è quello di promuovere la cultura della legalità, della responsabilità e della giustizia tra le nuove generazioni. BILL nasce nelle Marche, ad Isola del Piano, in un casolare sottratto alla mafia e dato in gestione ad un’associazione di volontariato. Sono libri destinati a spostarsi e a non restare fermi sugli scaffali: lo scaffale può essere ospitato per un periodo di tempo, ad esempio, dalle scuole che ne fanno richiesta. Molti sono gli enti, le associazioni e le persone che hanno aderito al progetto. Tra questi, insieme alla biblioteca Collina della Pace di Roma, anche il Consorzio delle biblioteche dei Castelli Romani. I libri che compongono BILL e sono disponibili nelle biblioteche castellane sono già visibili sul nostro catalogo online, fra le proposte di lettura. A partire dal prossimo anno scolastico, le scuole interessate potranno ospitare la biblioteca sulla legalità, prenotandola. Il Consorzio presenterà il progetto BILL all’interno della “XXIII Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno, in ricordo delle vittime innocenti di mafia” organizzata dall’associazione Libera per la mattinata del 21 marzo prossimo. Per l’occasione, il presidio di Libera dei Castelli Romani ha organizzato un corteo a Pavona, invitando le scuole e i cittadini a partecipare attivamente. Il corteo raggiungerà Villa Contarini dove verranno letti i nomi delle vittime e inaugurati i Murales della Libertà realizzati da Libera e dal liceo artistico di Velletri; al termine, il  Consorzio SBCR presenterà BILL con uno stand in cui saranno esposti alcuni dei libri selezionati. «BILL è una biblioteca che viaggia in valigia – commenta il Presidente del Consorzio, Giuseppe De Righi -, si sposta, si trasforma, porta con sé tracce del nostro passato e guarda ad un futuro migliore. Viene inaugurata il primo giorno di primavera: lo consideriamo un buon auspicio! Partecipare attivamente al progetto, coinvolgere le nostre scuole, i lettori e la società civile, costituisce l’occasione per dare un senso al profumo di libertà che proviene dai libri, dalla cultura, dal nostro territorio». 

TERRA – Solchi di verità e giustizia

ore 9.20 – Ritrovo in via Roma, Pavona (Albano Laziale)
ore 9.50 – Partenza del corteo
ore 11.00 – Lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie in Villa Contarini
Durante la mattinata anche:
– Inaugurazione dei Murales della Libertà (realizzati uno dall’artista Krayon, in collaborazione con gli studenti del Liceo artistico C. Battisti di Velletri, presso l’Oratorio della Parrocchia Sant’Eugenio; l’altro realizzato dall’artista Morden Gore, in collaborazione con l’ATER della Provincia di Roma, sulla facciata delle case popolari di via Roma)
– Presentazione Progetto BILL (Biblioteca della Legalità) in collaborazione con il Consorzio SBCR (tra gli enti partner dell’evento).

Albano Laziale, mercoledì 21 marzo la XXIII Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in Ricordo delle Vittime Innocenti di Mafia

16 Marzo h.15:00 – Mercoledì 21 marzo, il Comune di Albano Laziale e il Presidio Castelli Romani “Natale De Grazia” dell’Associazione “Libera” celebreranno per il secondo anno consecutivo la XXIII Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in Ricordo delle Vittime Innocenti di Mafia. La commemorazione si svolgerà in contemporanea con altre quattromila piazze in tutta Italia, Europa e America Latina. La manifestazione, patrocinata anche dalla Regione Lazio e dal Comune di Castel Gandolfo, prevedrà un corteo commemorativo che attraverserà le principali vie di Pavona, con ritrovo e ammassamento alle 9.20 in Via Roma – Piazza San Remo e con arrivo alle 11 presso i giardini comunali di Villa Contarini dove gli studenti degli istituti scolastici del territorio e i rappresentanti delle istituzioni leggeranno i nomi delle vittime innocenti di mafia.

zeppieri_marini_pavona_mafia
Zeppieri e Marini a Pavona nella XXXIII giornata in ricordo delle vittime di Mafia (Foto Arnaldo Molinari)
zeppieri_pavona_mafia
Zeppieri durante l’evento in ricordo delle vittime di mafia del 21 marzo a Pavona (Foto Arnaldo Molinari)

Albano Laziale: sindaci, Forze dell’Ordine, associazioni, cittadini e studenti per il ricordo delle vittime di mafia

22 Marzo h.21:00 – Sindaci, amministratori, Forze dell’Ordine, associazioni, cittadini e tanti studenti provenienti da tutto il territorio dei Castelli Romani hanno sfilato, questa mattina a Pavona, in occasione della XXIII Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in Ricordo delle Vittime Innocenti di Mafia, organizzata dal Comune di Albano Laziale e dal Presidio Castelli Romani “Natale De Grazia” dell’Associazione “Libera” con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Castel Gandolfo. La commemorazione si è conclusa con la lettura a Villa Contarini, in contemporanea con altre quattromila piazze in tutta Italia, Europa e America Latina, dei nomi di coloro che hanno perso la vita per mano della criminalità organizzata. Dell’iniziativa ha parlato l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Alessandra Zeppieri, promotrice dell’evento: «Le istituzioni scolastiche sono state le protagoniste della mattinata. Ringrazio tutte le scuole che hanno partecipato e che hanno creduto insieme a noi e al Presidio dei Castelli Romani di Libera nel potere dell’educazione. Nella nostra lotta contro la mafia abbiamo deciso di imbracciare l’arma più potente: quella dell’istruzione e della costruzione di una cultura della legalità e dell’impegno. Dovere nostro, come istituzioni, è quello di guidare questo percorso fatto di verità, di libertà, di giustizia, di dignità, di memoria, di ricordo, di consapevolezza, di appartenenza, di bellezza». Alle parole dell’Assessore Zeppieri hanno fatto seguito quelle del Sindaco Nicola Marini: «Una mattinata carica di significato con una forte partecipazione. Una vera e propria occasione di testimonianza e solidarietà nei confronti di coloro che hanno perso la vita per mano della criminalità organizzata e delle loro famiglie. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita di questa manifestazione, in particolare le scuole del territorio, le Forze dell’Ordine, la Polizia Locale e la Protezione Civile».

Print Friendly, PDF & Email