A Cecchina il Memorial Mennea, Troia fa il punto sull’atletica nel territorio

0
2423
memorial_mennea
A Cecchina il Memorial Pietro Mennea di Atletica Leggera
memorial_mennea
A Cecchina il Memorial Pietro Mennea di Atletica Leggera

SPORT – A poche settimane dallo svolgimento a Cecchina del primo Memorial Pietro Mennea di Atletica Leggera Meta ha inteso ascoltare le parole del responsabile Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) per il territorio sud della Provincia di Roma, Daniele Troia.

Ci può descrivere brevemente la genesi e la natura del Memorial Mennea celebratosi a Cecchina nelle scorse settimane?

“L’evento di Albano Laziale è nato tutto all’ultimo, da una mancata concessione dell’impianto di Velletri, visto che inizialmente questa manifestazione si doveva svolgere il 22 Marzo a Velletri, ma causa una partita in occasione della Festa delle Camelie, ha fatto saltare tutto. Ma parlando con il Presidente dell’Atletica Cecchina, da grande appassionato di atletica e grazie anche alla disponibilità del Sindaco e di tutta l’amministrazione comunale che ci ha messo a disposizione in brevissimo tempo l’impianto abbiamo deciso non di annullare ma di riprendere l’evento e di posticiparlo di una sola settimana a Cecchina, non cestinando più un evento che sarebbe stato sicuramente grande. La manifestazione infatti era dedicata al più grande atleta che la nostra Nazionale ha potuto avere. Al grandissimo Pietro Mennea, scomparso solamente un’anno fa, il 21 marzo 2013, lasciando un grande vuoto nel mondo dell’atletica. Per questo l’evento era concentrato principalmente su batterie di 200m, infatti come abbiamo potuto registrare, questa specialità nella giornata ha riportato il più gran numero di iscritti, pari a 458 persone per una bellezza di 50 batterie, che sta a significare quanto la gente è ancora affezionata al ricordo di Mennea”.

Quale lo stato di salute del movimento di atletica sportiva nel territorio di sua competenza?

“Per quanto riguarda i numeri, siamo la seconda provincia sia per società che per tesserati nel Lazio. Ovvio che c’è ancora molto da fare, soprattutto all’interno delle scuole. Impossibile pensare che non ci sia volontà all’interno degli istituti delle scuole primarie di far fare attività fisica. In questo caso dobbiamo essere bravi a colmare questo deficit, sfruttando le palestre e gli impianti vicino gli istituti scolastici. Invece il problema principale della nostra provincia riguardano le piste. C’è subito da dire che nella nostra provincia non abbiamo nessun impianto dedicato interamente all’atletica come le altre province che hanno avuto la fortuna di farsi costruire un campo Coni al tempo delle Olimpiadi che si sono svolte a Roma nel 1960. Peraltro gli impianti che ci sono hanno le piste molto deteriorate, ed è difficile ormai fare attività ad alto livello causando molti infortuni e impossibilità di portare a termine una preparazione completa”.

Quanto è esteso e quali comuni comprende la Federazione Roma Sud?

“Il territorio di Roma Sud comprende ben 48 comuni, per una popolazione totale di 700.000 persone. Comprendono tutti i comuni al di fuori del raccordo di Roma Sud, fino a Nettuno e Colleferro per l’altro estremo”.

In che modo da responsabile federale intende promozionare e far crescere la pratica della regina degli sport sul suo territorio?

“Uno dei punti principali quando mi candidai era quello di poter riutilizzare tutti gli impianti presenti sul territorio, o almeno che ogni società affiliata al Comitato Provinciale Roma Sud potesse organizzare una manifestazione di atletica leggera o in pista, o su cross o su strada. Cosi è stato! Siamo riusciti in un solo anno a gareggiare su più impianti che elenco tutti: Velletri – Pomezia – Frascati – Cecchina – Rocca Priora – Colleferro  e per ultimo in ordine cronologico San Cesareo. L’impianto è uno dei punti di riferimento per fare attività, e tramite le manifestazioni si da l’opportunità alle società del luogo di farsi promozione all’interno del paese e far conoscere alla gente il nostro sport. Senza tralasciare che tra gare di Marcia e di cross abbiamo toccato anche paesi come Segni – Castelgandolfo – Valmontone- Nettuno”.

Questa è la promozione sul luogo, ma non dimentichiamo che stiamo facendo crescere l’atletica leggera anche dal punto di vista dell’immagine.

“Nel nostro Comitato in brevissimo tempo si è creata una sinergia con tutti gli addetti, che stanno puntando molto sulla comunicazione. Devo citare Stefano Troia (Responsabile Sito) – Simone Proietti (Responsabile Stampa) e Benedetta Bagaglini (Addetto Stampa) per il grande aiuto che danno al Comitato Provinciale. Sono loro che ogni giorno aggiornano notizie, sito, e raccolgono informazioni da tutte le società e da tutte le gare di tutta Italia e lo comunicano a tutti gli appassionati. Ci potrete seguire ogni giorno sul nostro sito www.fidalromasud.it e sui profili Facebook e Twitter”.

Quali i prossimi appuntamenti in programma?

“Questo sabato iniziamo il Trofeo “Athletics”, trofeo estivo del Comitato Provinciale dedicato interamente alla pista, che culmina con la manifestazione finale di Pomezia che è nominata Rome Athletic Challenge, con l’obiettivo di regalare a Roma Sud un evento a livello giovanile degno di nota che metta in risalto le bellezze del nostro territorio in modo da attrarre nei prossimi anni anche gli atleti fuori della nostra regione. Nel weekend del 7-8 giugno si stimerà nell’impianto di Pomezia un’affluenza pari a 5000 persone. Numeri da capogiro, superiori anche a partite di calcio di serie B”.

Print Friendly