Ciacciarelli lancia l’allarme pronto soccorsi nel Lazio

I tagli alla sanità di Zingaretti hanno impoverito il sistema che ora richiede un nuovo progetto dichiara il Consigliere Regionale della Lega Pasquale Ciacciarelli

0
122
ciacciarelli
ciacciarelli

“Continuano imperterriti da nord a sud della Regione Lazio i disagi patiti dai cittadini per quanto concerne le lunghe attese nei pronto soccorso del nostro territorio. Proprio l’altro giorno ho ricevuto l’ennesimo dei tanti messaggi che testimoniano proprio questo; un pover’uomo lamentava di essere rimasto letteralmente “buttato su una barella” nei corridoi dell’ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone per due giorni. Al nord di Roma la situazione non è migliore. Una donna di Viterbo, si legge oggi sul corriere della città, ha aspettato 10 ore al pronto soccorso per un taglio alla mano; alla fine, stanca e sfiduciata ha deciso di tornare a casa senza essere medicata! È questo il messaggio che passa nel Lazio: sperare che non accada qualcosa, perché se succede si rischia di non ricevere neanche le cure del caso, o di averle troppo tardi… Naturalmente, in tutto questo, il personale sanitario, è soltanto una vittima di una governance scellerata della sanità da parte di questa giunta regionale, che con i continui tagli al settore sta depauperando i cittadini anche del diritto alla salute ed alle cure. Occorre un cambio di rotta, non più rinviabile. La Lega è pronta a dare una speranza ed un governo di buonsenso ai cittadini laziali”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

Print Friendly, PDF & Email