Ciampino, Abbondati attacca sul servizio rifiuti

Il consigliere di Sel Guglielmo Abbondati: "Servizio peggiore e sempre più oneroso. Nessuna politica attiva dell'Amministrazione"

0
339
gugliemo_abbondati
Guglielmo Abbondati

“Il servizio di gestione dei rifiuti in questa città è peggiore e sempre più oneroso, conseguenza della totale assenza di politiche attive da parte dell’Amministrazione comunale, che ha completamento consegnato al gestore, Ambiente Spa, ogni strategia in materia”. E’ quanto dichiara in una nota il Capogruppo di Sel–tutta un’altra storia Guglielmo Abbondati. “Dopo 8 anni di raccolta differenziata porta a porta – dice Abbondati – le percentuali restano ferme poco al di sopra del 60%, mentre aumenta costantemente il costo della tariffa. La soddisfazione dei cittadini in termini di qualità percepita del servizio è fortemente peggiorata, mentre i proventi derivanti dal recupero e riciclo delle materie restano insignificanti. Aver affidato in house il servizio per nove anni ad Ambiente si sta rivelando un boomerang”. “Il Consiglio comunale nel 2014 prima e nel 2015 poi – dice ancora Abbondati – ha votato un atto d’indirizzo politico perché fosse introdotto il nuovo sistema di tariffazione puntuale ed adottato un Piano Comunale di prevenzione e riduzione dei rifiuti, con l’intenzione di premiare i comportamenti  e le pratiche degli utenti maggiormente virtuosi. Purtroppo siamo di fronte ad un nulla di fatto, non avendo la Società alcun interesse a conseguire tali obiettivi”. “Infine sarebbe doveroso – termina Abbondati – sapere perché dei circa 1,3milioni di euro che sarebbero stati incassati da Ambiente per il recupero TIA relativa agli anni 2005-2009, solo 360mila euro sono stati effettivamente utilizzati per contenere in parte l’aumento tariffario di quest’anno. Evidentemente la lunga e tormentata mediazione ancora in corso tra la partecipata comunale e  l’Ente impedisce di fare definitivamente chiarezza anche su questo”.

Print Friendly, PDF & Email