Ciampino, attività presso i mercati della Polizia Locale

Comando Polizia Locale Ciampino "Attività presso i mercati mercoledì 17 giugno: da produzione "propria" a produzione "altrui""

0
303
citta_ciampino
Città di Ciampino

“ATTIVITÀ PRESSO I MERCATI: DA PRODUZIONE “PROPRIA” A PRODUZIONE “ALTRUI”

Nell’ambito delle attività di tutela del consumatore del Progetto Sicurezza, è stata effettuata una nuova operazione dall’U.O. Polizia Ambientale del Comando di Polizia Locale di Ciampino che ha portato alla individuazione di prodotti ortofrutticoli che, dichiarati di “produzione propria”, sono risultati di “produzione altrui”. L’attività di accertamento, condotta ad opera dei poliziotti municipali del Nucleo Polizia Amministrativa, ispettore A.I. e agente P.G., ha posto sotto la lente di ingrandimento quelle attività commerciali che pongono in vendita ortaggi e frutta con la dicitura “produzione propria” risultati, in realtà, sulla base di quanto accertato, di produzione “altrui”. Particolare il caso di un banco che vendeva come di produzione propria mele, arance, meloni, limoni, peperoni, melanzane, piselli, patate, cipolle e asparagi che, all’atto del controllo, effettuato congiuntamente con personale del Reparto Volo del Comando direttamente presso le aziende agricole della Provincia di Roma e di Latina, con la collaborazione dei rispettivi Comandi di Polizia Locale di competenza territoriale, ha portato al riscontro sulla presenza di soli pochi alberi da frutto esistenti e piantagioni di proprietà le quali non potevano certo giustificare la quantità di merce posta quotidianamente in vendita. Veniva accertato, pertanto, che la stessa attività imprenditoriale, che vantava la qualifica di “imprenditore agricolo” cui la legge attribuisce una serie di specifici privilegi, in realtà acquistava prodotti nei fondi vicini e presso strutture all’ingrosso per rivenderle sotto l’etichetta di produzione propria. Sono ancora in corso le verifiche per la determinazione delle sanzioni complessive che partiranno dall’accertamento della mancanza di tracciabilità dei prodotti con una sanzione di oltre euro 2.000 e con l’obbligo di indicazione specifica sul banco dei prodotti di reale produzione propria e dei prodotti di diversa acquisizione. Il Comandante, in considerazione dell’ottimo risultato conseguito dall’operazione, ha disposto la prosecuzione della medesima attività di controllo da estendere nei confronti di tutti gli operatori del mercato che si trovano nelle medesime condizioni. Nell’ambito della stessa materia, inoltre, nella giornata di ieri mercoledì 17 giugno, è stata compiuta l’ennesima operazione Ciampino Sicura presso il mercato settimanale. Gli accertamenti, iniziati alle prime luci dell’alba e che sono stati direttamente coordinati dal Comandante e dall’Ufficiale G.I., sono stati finalizzati, in questo caso, alla materia della regolarità dei lavoratori impiegati e della sicurezza sul lavoro, ivi compreso il rispetto della normativa emergenziale in materia di Covid-19. Le operazioni, tramite un importante dispositivo finalizzato a garantire la tutela dei consumatori nonché la sicurezza nell’intera area di vendita del mercato settimanale hanno portato all’individuazione di tre esercenti che ponevano in vendita merce in mancanza di idonea documentazione relativa alla tracciabilità e la presenza, e relativo allontanamento, di lavoratori irregolari. Particolare attenzione è stata posta nel garantire il regolare svolgimento delle attività di vendita da parte dei 140 banchi presenti presso il mercato settimanale a cui aggiungere i banchi presenti presso i tre mercati giornalieri il tutto, come ormai consuetudine, con l’importante aiuto del Reparto Volo del Comando in grado di monitorare con attenzione l’intera situazione dall’alto”. lo rende noto il Comando della Polizia Locale di Ciampino.

Print Friendly, PDF & Email