Ciampino, l’assessore Gentile smentisce Gabriella Sisti

0
2152
emanuelagentile
Emanuela Gentile
emanuelagentile
Emanuela Gentile

Riceviamo e pubblichiamo la replica dell’assessore Gentile “alla signora Gabriella Sisti”:

“In seguito alle dichiarazioni aventi per oggetto “Osservatorio permanente sul benessere scolastico” rilasciate dal Presidente della Consulta per la tutela dei diritti del malato e del disabile uscite sulle testate on line “Le Città”, ” Il Mamilio” e “Meta Magazine” è necessario fare una opportuna precisazione e rettifica.

Il Presidente Gabriella Sisti non ha mai, nelle precedenti consiliature, mai ricoperto il ruolo di Assessore alla Pubblica Istruzione.

Nella certezza che si tratti di un mero errore di trascrizione colgo l’occasione per delineare personalmente l’attività finora svolta dalle istituzioni locali in virtù della titolarità del ruolo che rivesto.

L’attività e il controllo da parte dell’ Amministrazione Comunale è altamente ramificata all’ interno del contesto scolastico.

A tal fine è doveroso ribadire che in qualità di Assessore alla Pubblica Istruzione in sinergia con l’ Assessorato ai Lavori Pubblici e all’ Edilizia Scolastica abbiamo istituito un tavolo di lavoro congiunto a cui partecipano i rappresentanti dei genitori dei vari plessi, i dirigenti scolastici, gli uffici comunali di competenza.

Il fine che si intende perseguire è quello di analizzare e monitorare le problematiche di natura scolastica in tutte le sue molteplici sfaccettature.

Per raggiungere questo obiettivo e svolgere un attività omnicomprensiva possiamo contare sul costruttivo apporto

della commissione mensa, composta dagli stessi genitori, e dai vari comitati di gestione.

L’espressione del valido contributo di tutte queste realtà, che ringrazio per il loro costante e vigile impegno, consente di poter essere sempre presenti.

Pertanto alla luce degli ultimi comunicati in materia non posso che compiacermi nell’apprendere che altre associazioni abbiano a cuore la realtà scolastica rendendomi assolutamente disponibile ad incontrarli, ma non posso esimermi dal rammentare che le istituzioni locali sono già presenti e attive”.

Print Friendly, PDF & Email