Ciclo dei rifiuti ad Albano, anche vantaggi economici per le famiglie

0
1748
confstampa
Luca Andreassi - consigliere delegato rifiuti, Nicola Marini Sindaco di Albano e Valentino Di Prisco amministratore Volsca
confstampa
Luca Andreassi – consigliere delegato rifiuti, Nicola Marini Sindaco di Albano e Valentino Di Prisco amministratore Volsca

La gestione dei rifiuti ad Albano è cambiata e continua a cambiare: raddoppia la raccolta differenziata porta a porta, si installano le macchine mangiaplastica e nasce il circuito di certificazione e risparmio per le famiglie virtuose. Di questo si è parlato stamattina, alle ore 11.00 presso la Sala Nobile di Palazzo Savelli, in occasione della conferenza stampa di presentazione della chiusura del ciclo dei rifiuti.

Il Sindaco di Albano Laziale, Nicola Marini, il Consigliere delegato ai rifiuti Luca Andreassi, che ha seguito in prima persona la fase di progettazione e realizzazione concreta del progetto, l’Amministratore delegato di Volsca Ambiente e Servizi Spa, Valentino Di Prisco hanno illustrato ai numerosi cittadini presenti i particolari del progetto che coinvolgerà Albano, Cecchina e Pavona.

I relatori hanno voluto sottolineare la visione e i contorni della chiusura del progetto che certamente passa attraverso l’ampliamento della raccolta differenziata porta a porta, ma si realizzerà anche mediante molteplici aspetti ed iniziative poste in essere dall’amministrazione comunale.

Partendo dall’ampliamento della raccolta differenziata porta a porta, oltre ai già interessati quartieri, per un totale di 10mila persone, dalle prossime settimane il servizio coinvolgerà tutto Albano centro, ad eccezione del centro storico, per cui l’amministrazione sta operando per uno specifico progetto di installazione di cassonetti interrati, vista la difficoltà urbanistica per procedere con il porta a porta, e parte delle frazioni di Pavona, zona industriale, e Cecchina, zona di Poggio Ameno attorno al campo sportivo. Tutto ciò porterà la raccolta diferenziata porta a porta ad un totale di 25 mila cittadini serviti.

“Entro la fine del 2015 il servizio – hanno dichiarato il Sindaco Marini ed il delegato Andreassi – sarà portato a tutti i cittadini di Albano”.

Volsca Ambiente e Servizi Spa, l’azienda pubblica comunale che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti ad Albano, ha organizzato una campagna informativa per tutte le famiglie ed i singoli che saranno di qui in poi interessati dalle novità portate dalla raccolta differenziata. La campagna di informazione ed istruzione conta sia di lettere ed opuscoli inviati a casa, di incontri fisici sui territori interessati, di gazebo in piazza, di un numero verde e di una totale disponibilità all’ascolto ed all’affiancamento per la risoluzione di ogni criticità.

“Io personalmente e l’ufficio ambiente del Comune, oltre che Volsca – ha detto Luca Andreassi – siamo a totale e completa disposizione dei cittadini per rispondere alle vostre domande o a ricevere suggerimenti nella fase iniziale della raccolta differenziata”.

Le novità ad Albano però non terminano qui. Accanto al raddoppio della differenziata saranno installate complessivamente cinque macchine mangiaplastica: due ad Albano centro, due a Cecchina ed una a Pavona, attraverso le quali i cittadini potranno sversare tutto ciò che concerne i contenitori di plastica ad uso domestico. Le macchine mangiaplastica, saranno veicolo per l’avvio di un circuito economicamente premiante per le famiglie. Infatti, quando si andrà a depositare il proprio carico di rifiuto nelle strutture, strisciando con la propria tessera sanitaria, in base alla quantità di plastica sversata, si otterranno dei punteggi che regaleranno ai cittadini buoni sconto e premialità da spendere nei negozi e nella grande distribuzione che si convenzioneranno per partecipare a questa ed altre iniziative future.

“Abbiamo deciso di attivare il metodo delle premialità per le famiglie virtuose, incidendo anche con vantaggi economici – sostiene Andreassi – perchè pensiamo che sono gli esempi positivi, più che le punizioni, a stimolare i comportamenti atti ad aumentare il senso civico di una comunità”.

Il metodo delle premialità sarà implementato secondo quanto sostengono da Volsca Ambiente, anche per quanto riguarda lo sversamento dei rifiuti ingombranti nell’isola ecologica da oltre 12 mesi attiva e gratuita a Cancelliera.

Nelle prossime settimane, ha annunciato il consigliere Andreassi, saranno erogate ad Albano le somme, pari a circa 100mila euro, che abbiamo ottenuto partecipando ad un bando di gara provinciale inerente il riuso dei rifiuti. Nell’isola ecologica di Cancelliera si avvierà in fase sperimentale un percorso di filiera corta che porterà alla possibilità non solo di differenziare il rifiuto, ma di ristrutturarlo e riusarlo. Chi porterà un armadio vecchio, o un passeggino, ad esempio, potrà vedere questi oggetti rimessi a nuovo e riusati, sempre all’interno della comunità cittadina di Albano.

Porta a porta e plastica, ma non solo. Ad Albano è già una realtà consolidata la raccolta degli abiti usati, che ha portato la città a raggiungere i vertici della Regione Lazio per quantità di materiale sversato. Questa tipologia particolare di smaltimento del rifiuto, effettuata nella città castellana da Humana, ha portato all’assegnazione di 9 borse di studio ad altrettanti studenti meritevoli di Albano oltre ad aver consentito a più di 6000 ragazzi del Mozambico di accedere agli studi;

Oltre a ciò, a cui si aggiunge la raccolta differenziata degli oli esausti, materiali altrimenti altamente inquinanti e dannosi, c’è, hanno annunciato in conferenza stampa Sindaco e consigliere delegato ai rifiuti, l’individuazione e la realizzazione di una seconda isola ecologica, che dovrà servire Albano centro.

Da un anno circa è attivo ad Albano anche il servizio che offre in comodato d’uso a chi ne facesse richiesta, scaricando e compilando l’apposito modulo rintracciabile sul sito internet del Comune, di una compostiera domestica, strumento che, accogliendo e conservando il rifiuto umido, ossia la parte di rifiuto alimentare più costosa dell’intera filiera differenziata, genera concime ad uso domestico. “Alle famiglie che lo scorso anno hanno fatto richiesta della compostiera – ha detto Andreassi – e sono inseriti nell’albo cittadino dei compostatori, quest’anno è stato applicato uno sconto del 20% sulla tariffa della TARI. Varrà lo stesso per chi quest’anno chiederà la compostiera e nella rata di dicembre 2015, vedrà abbassata del 20% la propria tassa comunale sui rifiuti”.

Protagonista di questa catena è la societàVolsca, virtuosa perchè tra le rare aziende totalmente pubbliche ad avere bilanci in attivo. La solidità della Volsca permetterà, tra l’altro, a quest’ultima di realizzare un centro di compostaggio e donarlo ai Comuni di Albano e Velletri.

“Ci fa piacere sottolineare – conclude Luca Andreassi – che Volsca Ambiente e Servizi ha ricevuto molti ed importanti riconoscimenti per la sua capacità di essere impresa sana e pubblica. Citata sia dal Corriere dellaSera che dal Commissario alla spending review Cottarelli, come una delle società più virtuose. in questo tempo in cui – chiosa Andreassi – le aziende pubbliche sono sempre agli onori delle cronache per sperperi e scandali, Albano può vantare di possedere, assieme a Velletri, un’azienda in totale controtendenza, che rappresenta un esempio virtuoso”.

Print Friendly, PDF & Email