Cinghiali, Rivoluzione Animalista contro il Decreto del Governo

“Come partito politico che tutela e difende i diritti degli animali, non possiamo che giudicare illogica e fuori luogo la recente bozza di governo Conte sull’abbattimento degli animali selvatici"

0
135
bellanova
bellanova

CINGHIALI, RIVOLUZIONE ANIMALISTA CONTRO IL DECRETO DEL GOVERNO

“Come partito politico che tutela e difende i diritti degli animali, non possiamo che giudicare illogica e fuori luogo la recente bozza di governo Conte sull’abbattimento degli animali selvatici – in particolare, i cinghiali – fortemente caldeggiata dal ministro delle politiche agricole e forestali Teresa Bellanova. Infatti, siamo di fronte a un testo insensato e inefficace, che sembra privilegiare la caccia come strumento di controllo della fauna selvatica, soprattutto degli ungulati, da molti considerati presunti principali diffusori della cosiddetta peste suina. Siamo totalmente contrari al piano del governo, il cui decreto sembra peraltro non rispettare alcuni dettami europei ma aprire piuttosto a una strage scriteriata di ungulati, per la gioia e l’acquolina dei cacciatori. Chiediamo, dunque, al ministro Bellanova di tornare sui propri passi e adottare un testo che preveda innanzitutto forme alternative ed ecologiche di controllo della fauna selvatica. Rivoluzione Animalista continuerà a monitorare la situazione e a fare il possibile per tutelare la vita di migliaia di cinghiali”. Così, in una nota, il segretario nazionale del partito Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.

Print Friendly, PDF & Email