Cioli Cogianco, intervista a Cristiano Fusari

0
589
fusari_foto_bocale
Fusari (foto Bocale)
fusari_foto_bocale
Fusari (foto Bocale)

FUSARI: “VOLEVO UN’ANNATA SPECIALE. ORA LA NAZIONALE, POI IL NAPOLI”

La Cioli Cogianco è tornata alla vittoria dopo il lungo stop di tre sconfitte consecutive con Pescara, Imola e Luparense. Lo ha fatto vincendo il derby con il Latina al PalaKilgour di Ariccia ed a sbloccare il risultato è stato colui che da inizio anno si sta imponendo come una delle più belle sorprese della Serie A, tanto da guadagnarsi la convocazione in Nazionale per l’imminente doppio test in Slovenia.

Parliamo ovviamente di Cristiano Fusari, che dopo la vittoria con il Latina ha commentato così il suo momento e quello della squadra:

“Purtroppo erano arrivate queste sconfitte ma noi, ad eccezione della partita con l’Imola, avevamo giocato sempre bene, dando sempre il massimo nonostante le assenze ed i problemi per gli infortuni. Nonostante tutto non abbiamo mai mollato, con il Latina abbiamo fatto vedere un grande gioco e ci siamo riscattati. Sono contento per i miei gol, ma succede tutto grazie alla squadra”.

LA NAZIONALE E LA SERIE A – Il momento d’oro di Fusari non si è comunque interrotto nonostante le sconfitte della Cioli Cogianco in campionato: 8 gol in 9 giornate, minutaggi di tutto rispetto e partenze nel quintetto iniziale, tanti complimenti ed ora, la convocazione in Azzurro:

“Già da questa estate, appena tornato a casa, ho iniziato a lavorare intensamente in vista della stagione perché volevo fare un’annata speciale. Avevo parlato con il mister, mi aveva detto di volermi in squadra, quindi sono partito super-concentrato per fare una grande stagione. Sono contento, lo sono per come sta andando e per questa vittoria che meritavamo e che ci da morale, sono punti importanti anche in ottica Coppa Italia. Ora penserò alla Nazionale, poi tornato in gruppo mi ritufferò nel clima campionato. Sono contentissimo della convocazione ma ovviamente fino al giorno della partita ero concentrato esclusivamente su quella. Chiuso questo capitolo, ora penso alla Nazionale, terminata questa esperienza poi, sarà il momento di concentrarsi sul Napoli”.

Print Friendly, PDF & Email