Circa 200 persone a Frascati per ascoltare Mirko Fiasco

0
1335
Convention Fiasco
Convention di Mirko Fiasco - relatori
Convention Fiasco
Convention di Mirko Fiasco – relatori

Un bagno di folla per Mirko Fiasco all’Hotel Flora di Frascati. Il consigliere comunale tuscolano del Pdl ha così lanciato la sua disponibilità alla corsa per la poltrona di Sindaco a Palazzo Marconi in una cornice di militanti ed amici che hanno accolto con un’ovazione la notizia durante il discorso di Fiasco, che ha chiuso la serie degli interventi dei collaboratori dell’associazione Argomenti, motore ed anima dell’evento e, di fatto, una struttura di consenso al fianco del candidato Sindaco che nessuno tra gli esponenti del centrodestra frascatano può vantare. Ad introdurre Fiasco hanno pensato Clemente Pace, Virginia Lanzidei, Luciano Romani e Massimo Gazzaneo, tutti volti e firme conosciute in città grazie al mensile Argomenti che da anni ne ospita le riflessioni e le battaglie politiche e civiche. Oltre 200 persone si potevano contare in una sala gremita che non riusciva ha contenere il pubblico accorso. Tra di loro numerosi esponenti del Pdl locale e castellano, giunti per sostenere l’impegno di Mirko Fiasco e del suo gruppo: c’era la coordinatrice frascatana del Pdl Anna Delle Chiaie, il Sindaco di Monte Compatri Marco De Carolis, il consigliere regionale Adriano Palozzi, il Senatore Francesco Aracri, il consigliere comunale di Velletri di Fratelli d’Italia Dario Di Luzio, il consigliere comunale di Frascati del Pdl Simone Carboni. I temi che hanno fatto scattare la platea in numerosi applausi hanno toccato gli argomenti  più attuali della politica frascatana, tutti conditi da fortissime critiche verso l’attuale giunta Di Tommaso ed il centrosinistra tutto che da oltre 15 anni governa la città. L’accusa più forte che Fiasco ed i suoi muovono al centrosinistra è quella di una scarsa trasparenza nella gestione della macchina amministrativa, insieme ad uno scollamento tra burocrazia e scelte politiche. La gestione degli impianti sportivi e del patrimonio immobiliare comunale, senza tralasciare le modalità scelte dal comune per la raccolta differenziata, rappresentano i principali punti su cui si sono soffermati gli interventi. Secondo i relatori infatti, da questi è possibile capire “il fallimento dell’amministrazione uscente”. “Il vento sta cambiando in città – ha sostenuto Massimo Gazzaneo – per questo siamo fiduciosi che da oggi salga l’onda di consenso tanto da portare Mirko a vincere le prossime elezioni di primavera per un reale rinnovamento”. Fiasco nel suo intervento ha voluto omaggiare una figura importante nella sua crescita di uomo oltre che di politico, ossia Padre Zelli: “Quando venni eletto per la prima volta con oltre 330 preferenze al comune di Frascati – ha detto Fiasco – mi recai da Padre Zelli, spesso lo facevo, lui mi chiese di restare sempre umile, ora che ero entrato di diritto nella politica cittadina. Io risposi di non preoccuparsi, perchè avrei senza dubbio mantenuto la promessa che mi chiedeva – ha continuato – oggi mi sento di poter dire che sono rimasto lo stesso ragazzo di sempre. La targa dedicata a Padre Zelli che io ho voluto fortemente in città, che inaugureremo nei prossimi giorni, è una delle testimonianze – conclude – che il mio percorso politico è restato sempre legatissimo al mio territorio, a Frascati, ed ai valori con i quali sono stato educato”.

Print Friendly, PDF & Email