Il Città di Ciampino vince in coppa a Cori

0
857
baiocco
Enrico Baiocco tecnico del Pol. Città di Ciampino
baiocco
Enrico Baiocco tecnico del Pol. Città di Ciampino

E’ un periodo di intenso impegno per la Promozione del Città di Ciampino. La squadra del presidente Antonio Paolo Cececotto, dopo aver vinto per 5-3 la gara d’andata del primo turno di Coppa contro il La Storta (match che aveva fatto infuriare il massimo dirigente ciampinese, critico nei confronti dell’atteggiamento adottato dalla squadra), ha sbancato il difficile campo del Cori per 2-1 grazie alla doppietta del solito Tornatore, arrivato già a quota sette reti in quattro gare di campionato. «Già nel primo tempo si era capito che sarebbe stata una gara impegnativa – sostiene mister Enrico Baiocco -. Poi nella ripresa siamo andati sotto, ma siamo stati bravi a reagire subito con Citro che ha recuperato un pallone quasi perso e lo ha servito a Tornatore per la rete del 2-1. Nel finale Diego ha segnato un gol incredibile, direi alla Baggio, e ci ha fatto vincere la partita». I sette gol dell’attaccante ex Colleferro, però, non sorprendono l’allenatore che conosce ormai da tempo il bomber ciampinese. «Non esulto nemmeno più alle sue reti e comunque poteva stare già a 14 se non avesse sciupato delle ghiotte opportunità in queste prime partite» dice sorridendo Baiocco. Chissà se la squadra è stata punta dalle dichiarazioni del presidente Cececotto dopo il match di Coppa. «Queste sono cose normali che fanno parte del calcio – dice Baiocco -. La scossa del presidente è stata certamente utile, ovviamente lui può e deve esprimere la sua opinione. Ci ha sempre fatto lavorare in modo sereno e tranquillo, quindi sappiamo che se muove una critica, lo fa in maniera costruttiva». Il calendario della Promozione ciampinese è davvero fittissimo. «Dopo le due partite tra mercoledì e domenica, già oggi recupereremo la gara di campionato rinviata per la Uefa Region’s Cup – ricorda Baiocco – e saremo ospiti dell’Unipomezia, squadra che ha dimostrato di avere una sua identità. Noi andremo là senza fare calcoli, per fare la partita. Poi domenica ci sarà il delicato scontro interno col Palocco (attuale capolista anche se con una gara giocata in più, ndr), il mercoledì successivo avremo il ritorno di Coppa e infine chiuderemo questo tour de force di sei partite ravvicinate con la gara di campionato a Garbatella».

Print Friendly, PDF & Email