Città di Ciampino calcio, le risultanze del week-end

0
918
coreografiaciampino
Coreografia tifoseria Città di Ciampino calcio
coreografiaciampino
Coreografia tifoseria Città di Ciampino calcio

Un week-end a due facce per il settore giovanile agonistico del Città di Ciampino. C’è quella felice degli Allievi regionali di mister Gigi Colantuoni che continuano a vincere e a risalire la classifica, c’è invece quella delusa della Juniores regionale e dei Giovanissimi Elite fascia A che hanno perso i rispettivi impegni. Andando con ordine e iniziando dalla selezione maggiore, la Juniores di mister Famà ha provato a fare il salto di qualità nel match sul campo del De Rossi, ma alla fine ha ceduto per 3-1. Inutile per i ciampinesi il gol del momentaneo pareggio di Nigro, alla lunga i capitolini hanno avuto la meglio. Gli Allievi regionali di Colantuoni, invece, possono davvero sorridere dopo lo splendido 3-0 interno rifilato al Tor Sapienza: a decidere è la doppietta di Pieri intervallata dal gol di D’Orazi, i ciampinesi stanno tornando nelle posizioni di classifica che contano e le prossime partite con Anagni e San Cesareo potranno davvero dire molto sul destino di questi ragazzi. Per quanto riguarda i Giovanissimi Elite di Tibuzzi, è arrivata una dolorosa sconfitta interna (1-2) contro i Vigili Urbani nonostante il calcio di rigore messo a segno nel finale da Marcone: il Città di Ciampino era consapevole delle possibili difficoltà che questo gruppo avrebbe potuto incontrare all’esordio nella categoria regionale più importante e ora i Giovanissimi dovranno fare un finale di stagione al massimo delle loro possibilità per assicurare al club la partecipazione a questo campionato anche nella prossima annata. Fermi per i turni di riposo imposti dal calendario sia gli Allievi regionali B di mister Di Carlo (che hanno disputato amichevoli col Consalvo e col Grottaferrata), i Giovanissimi Elite B di Olivetti (che hanno affrontato in un test non ufficiale il Certosa) e le due selezioni Giovanissimi sperimentali di mister De Carolis e di mister Landolina.
Intanto la scorsa settimana la società dei presidenti Cececotto e Fortuna è stata insignita del titolo di Scuola di Calcio Elite, riconoscimento che testimonia (una volta di più) il grande lavoro fatto sui ragazzi da parte del club ciampinese e in particolare dal responsabile Claudio Peroni.

 

pedrocchi
Pedrocchi

Città di Ciampino calcio (Ecc), Pedrocchi: «Pomezia pericoloso, ma noi dobbiamo vincere sempre»

La lunga sfilza di pareggi è stata interrotta domenica scorsa con il successo interno sull’Itri, piegato per 3-2. Ora il Città di Ciampino, che ha mantenuto la vetta della classifica del girone B di Eccellenza, è pronto ad un nuovo difficile esame, quello sul campo del Pomezia. «Una squadra pericolosa – avverte l’esterno offensivo classe 1987 Alessandro Pedrocchi -, non a caso ha recentemente battuto sia la Vis Artena che l’Anzio. Li abbiamo affrontati già tre volte considerando la doppia sfida di Coppa, hanno iniziato male la stagione, ma ora sono in chiara risalita: non sarà facile, ma noi siamo davanti a tutti e sappiamo che vincendo sempre avremo la certezza del primo posto». La settimana del Città di Ciampino non è stata molto diversa da quelle precedenti. «Siamo rimasti sempre tranquilli anche nel momento della striscia di pareggi – dice Pedrocchi – anche se ovviamente ci bruciava non riuscire a vincere le partite. Siamo consci di aver affrontati tutti gli scontri diretti e di avere una grande voglia di vincere questo campionato: dipende solo da noi». Con l’Itri, oltre ai tre punti, è arrivata una buona prestazione da parte dei ragazzi dei presidenti Cececotto e Fortuna. «Sapevamo di giocare contro l’unica squadra che ci ha battuto in campionato finora – ricorda Pedrocchi – Nel primo tempo non ci siamo espressi benissimo, ma abbiamo comunque tenuto in mano il pallino del gioco. Nel secondo abbiamo sbloccato il risultato grazie alla tripletta di Diego (Tornatore, ndr) anche se nel finale, con la superiorità numerica, avremmo potuto gestire meglio la situazione. Abbiamo rischiato di commettere l’errore “fatale” anche a Minturno e con il Lido dei Pini quando subimmo i pareggi in extremis, ma per fortuna abbiamo portato a casa il successo». A proposito di Tornatore, c’è una cosa che a Pedrocchi proprio “non va giù”. «Sono quattro anni che gli faccio far gol – sorride l’esterno offensivo ex Colleferro – e mai che mi citi in una delle sue interviste celebrative». A “Diegol” la responsabilità di raccogliere l’invito…

Print Friendly, PDF & Email