Città Futura “Il cimitero luogo di culto e di memoria? Si!”

Nota del Movimento Civico Città Futura di Genzano di Roma sul tema della riapertura del cimitero cittadino dal 4 maggio 2020

0
476
cimitero_genzano_citta_futura
Città Futura "Il cimitero luogo di culto e di memoria? Si!"

Nota del Movimento Civico Città Futura di Genzano di Roma sul tema della riapertura del cimitero cittadino dal 4 maggio

“IL CIMITERO LUOGO DI CULTO E DI MEMORIA? SI!

Le visite devono essere ripristinate.

Tanti cittadini chiedono la riapertura del Cimitero per poter far visita ai propri cari.

Sono passati due mesi da quando il cimitero è stato chiuso e si stava in piena emergenza sanitaria con l’emanazione di disposizioni che vietavano l’uscita da casa tranne che per motivi di salute, lavoro o approvvigionamento alimentare. I cittadini si sono attenuti al rispetto di quanto ordinato e sono rimasti chiusi in casa per favorire il superamento della pandemia e tornare alla vita quotidiana nel più breve tempo possibile. Il 4 maggio inizierà la Fase 2 e alcune attività produttive riapriranno e cosi subito dopo cadranno i divieti di apertura per parchi, giardini pubblici, musei e biblioteche. Inoltre a Genzano è stato riaperto anche il mercato settimanale del martedì. Tanti cittadini si chiedono perché non sia prevista la riapertura dei Cimiteri per far visita ai propri cari. Noi condividiamo le tante perplessità e condividiamo le motivazioni che stanno dietro la richiesta di apertura, anche, dei cimiteri. Partiamo dalla considerazione che il cimitero è uno spazio aperto, ampio e ben delimitato e il distanziamento sociale è sicuramente maggiore di luoghi come i supermercati, poste, mercati, farmacie e musei. Infatti in presenza di ampi spazi la densità di persone che fanno visita ai propri cari è molto bassa. Inoltre si potrebbero usare altri accorgimenti come l’uso obbligatorio della mascherina, guanti, gel igienizzanti all’ingresso e in uscita e, per maggior sicurezza, predisporre oltre la pulizia ordinaria una disinfezione del cimitero e dei parcheggi antistanti. Sarebbe sufficiente il buon senso e una buona organizzazione per ripristinare un luogo dove le persone si recano per mantenere legami affettivi in una dimensione spirituale che anch’essa è parte essenziale della vita sociale e civile di tanti cittadini. Il cimitero è luogo di culto e di memoria che va riaperto se le autorità a cui spetta la scelta “politica” considerano i cittadini non degli irresponsabili da educare ma cittadini consapevoli di come evitare i contagi come in questi mesi hanno dimostrato di saper fare. Ascoltare i cittadini e le loro giuste richieste, rispettare i sentimenti, aiuta tutti a creare una comunità più coesa e consapevole che uniti possiamo ripartire”. Fa notare il Movimento civico Città Futura.

Print Friendly, PDF & Email