Città Metropolitana, per De Carolis “la Riforma Renzi ha fallito”

0
818
palazzo_valentini
Palazzo Valentini in Roma - sede del Consiglio Metropolitano
palazzo_valentini
Palazzo Valentini in Roma – sede del Consiglio Metropolitano

Il sindaco di Monte Compatri, Marco De Carolis, è intervenuto alla tavola rotonda sulla Città metropolitana di Roma, che si è tenuta questo pomeriggio (mercoledì 28 ottobre) a palazzo Valentini, di seguito le sue dichiarazioni:

“La Città metropolitana, così come l’ha concepita Renzi, ha fallito. I 120 Comuni della provincia di Roma non possono essere considerati un’entità a sé. È l’uno che conta: dalle scuole ai trasporti, fondamentale è avere una visione organica. Che in questo primo anno di vita non si è palesata a Palazzo Valentini.

La Provincia era l’ente più vicino alle amministrazioni locali, oggi la troviamo distante. Insensibile alle nostre richieste e istanze, senza neppure conoscere le sue funzioni, che la Regione Lazio si rifiuta di delegare. Ecco perché oltre due terzi dei miei colleghi-sindaci ha preferito restare nella città che amministra piuttosto che presentarsi, il 30 settembre scorso, per ratificare il bilancio metropolitano.

Una manovra finanziaria che parla la lingua dei tagli e delle tasse. Con un pareggio di bilancio raggiunto solo con gli avanzi delle scorse amministrazioni e il patto di stabilità sforato nel 2014. Mentre la spesa corrente cresce di 28 milioni, arrivando a 644 milioni di euro.

Al capitolo investimenti, invece, possiamo notare come si passi a una copertura finanziaria di 162 milioni: in discesa di 100 milioni di euro rispetto all’anno precedente. Questo significa strade provinciali dissestate con cittadini inferociti.

I Comuni che lottano per evitare l’avvelenamento del territorio, e che ogni giorno hanno a che fare con gli inquinatori seriali – artefici di micro discariche abusive –, vedono scendere il fondo di 1,8milioni. Preventivando un meno 1,7 milioni di sanzioni in materia ambientale. E soli 139mila euro per il ripristino dei danni ambientali.

Quello che emerge, in questi primi 12 mesi, è la mancanza di sintonia. La città metropolitana va rilanciata: un ente che deve riscoprire la sua vocazione primaria, quella di contatto tra i territori e la Capitale. Spero che l’iniziativa sull’aree omogenee possa essere il punto di partenza per una seconda vita dell’ente, ragionando sulla razionalizzazione dei servizi. Che così, allo stesso tempo, possono diventare più efficienti ed economici”, lo ha affermato il sindaco di Monte Compatri, Marco De Carolis, intervenendo al dibattito sulla Città metropolitana che si è tenuto questo pomeriggio a palazzo Valentini.

Print Friendly, PDF & Email