Città Metropolitana Roma “in sicurezza il Lago Martignano”

Città Metropolitana, Lago Martignano. il vicesindaco Teresa Zotta: Mettiamo in sicurezza e conserviamo i nostri siti lacustri"

0
224
citta_metro_roma_ricorda_caduti_covdi
Città Metropolitana di Roma Capitale aderisce al ricordo dei caduti del 31 marzo alle ore 12
“CITTA’ METROPOLITANA ROMA, LAGO MARTIGNANO, ZOTTA: “METTIAMO IN SICUREZZA E CONSERVIAMO I NOSTRI SITI LACUSTRI”

 

La città metropolitana di Roma ha concluso un progetto riguardante la navigazione in acque interne e lo studio della situazione dei siti lacustri. Il lavoro coordinato dal Servizio 2 del Dipartimento V e, ha coinvolto tutti i soggetti pubblici e privati a vario titolo.

Il Servizio 3 “Geologico, difesa del suolo e protezione civile in ambito metropolitano”- Dipartimento VI, ha scelto come area pilota il Lago di Martignano, tramite l’impresa “Fugro Italy” specializzata nel settore, una campagna multiparametrica di acquisizione dati sui fondali e sulle aree circumlacuali (rilievi topografici, fotogrammetrici, batimetrici, morfologici, sismostratigrafici).

“Avevamo lavorato nei mesi scorsi per realizzare uno studio di rilievi batimetrici e morfologici del bacino lacustre di Martignano, nei Monti Sabatini. Oggi stiamo concludendo il lavoro nell’ambito delle attività di previsione e prevenzione dei rischi sul territorio metropolitano svolte con finalità di governo del territorio e di protezione civile Allo stato attuale è necessario infatti, nel generale interesse ed a beneficio di tutti gli Enti preposti, colmare le carenze conoscitive e dotarsi di supporti cartografici batimetrici e topografici di dettaglio in formato GIS per una corretta pianificazione e protezione del territorio. I dati sui caratteri batimetrici e morfologici delle aree lacustri sommerse sono in alcuni casi quelli di rilievi risalenti a molte decine di anni fa, che hanno oggettivi limiti di precisione e dettaglio connessi alle tecnologie dell’epoca. Nell’area metropolitana di Roma Capitale i laghi rappresentano un elemento territoriale degno di grande attenzione; la presenza di quattro bacini maggiori (Bracciano, Martignano, Castel Gandolfo e Nemi) desta interesse, oltre per le valenze naturalistiche e di attrazione turistica, anche per le criticità della navigazione e balneazione”. Lo dichiara Teresa Zotta, Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma

Print Friendly, PDF & Email