Clarissa, è lei il nuovo martello della Libertas Genzano Pallavolo

0
3795
clarissa
Lara Floridi (Clarissa) - giocatrice della Libertas Genzano Pallavolo
clarissa
Lara Floridi (Clarissa) – giocatrice della Libertas Genzano Pallavolobertas Genzano Pallavolo

E’ da poco iniziata la nuova stagione sportiva ed anche se il lavoro per ora si svolge in palestra, si avvicina il tempo delle prime amichevoli per testare i nuovi organici delle singole formazioni. A Genzano si respira aria di grande entusiasmo e notevole aspettativa. L’arrivo del nuovo tecnico Claudio Scafati, che non ha bisogno di presentazioni, ha proposto l’effetto auspicato e molte atlete si sono viste sin da Giugno entrare nella storica palestra di Via della Selva per fare provini o parlare con l’allenatore sia per crescere tecnicamente che per ambire ad un posto o in Prima Squadra o nelle Giovanili biancazzurre.

Tra queste chi ha superato le prove è sicuramente Lara Floridi, da tutti meglio conosciuta nell’ambiente pallavolistico come “Klarissa”, tanto è vero che lei lo porta chiaramente scritto sulle spalle della maglia da gioco.

La ovvia curiosità di conoscere meglio la nuova arrivata, ci ha spinto ad avvicinarla.

Lei si è sin da subito mostrata cordiale e molto disponibile a rispondere alle nostre domande.

 

Allora Klarissa, ci permettiamo di chiamarti così considerato che non ti dispiace, qual è il tuo ruolo in campo o quello in cui pensi di esprimerti meglio?

“Ho spesso giocato come opposto ma quest’anno giocherò come martello, ruolo in cui mi trovo ugualmente a mio agio. Già sono d’accordo in tal senso con il coach”.

Ci hai detto che hai cominciato a giocare da giovanissima e che hai fatto praticamente tutta la trafila. In quali Società hai giocato ed in quali Campionati?

“Si è vero, ho iniziato da piccolissima, attratta da questa disciplina. Per me la pallavolo è vita, amore, una concezione mentale, uno stile di vita senza il quale non saprei stare. Essendo nativa di Ferentino, nel Frosinate, logicamente ho iniziato a giocare nelle compagini della mia cittadina ed in quelle limitrofe. Così dopo il Ferentino in 3^ e 1^ Divisione, ho militato a Supino in 2^ Divisione, quindi ad Anagni in Serie D per terminare alfine a Fondi in Serie C, dove con le mie compagne nell’ultima stagione abbiamo vinto il Campionato con la Promozione in Serie B2. Eravamo nello stesso girone del Genzano e ricordo benissimo il pomeriggio quando venimmo alla “Marchesi”. Gli spalti erano stipati di sostenitori, caldi ed appassionati che non smisero mai di incitare le loro beniamine. L’ambiente mi fece un grandissimo effetto”.

Come mai sei approdata a Genzano?

“In verità mi intrigava essere allenata da Claudio Scafati, di cui avevo sentito parlare un gran bene. Così quando lui mi ha contattata, non ho avuto dubbi. Abbiamo presto raggiunto un’intesa condivisa, sulla posizione da assumere in campo”.

Siamo agli inizi della preparazione dopo una lunga inattività estiva. Come ti senti fisicamente?

Onestamente mi sento già a buon punto e discretamente in forma, considerando i carichi di lavoro cui ci sottopone (giustamente) lo Staff Tecnico”.

Dopo poco più di due settimane di allenamento con le tue nuove compagne, come ti trovi con il Gruppo e lo spogliatoio?

“Trovo le mie nuove compagne splendide, sempre sorridenti e socievoli, una grande famiglia dentro la quale mi sento molto bene ed a mio agio. Spero di rimanere a lungo con loro”.

Chiudiamo questo nostro incontro. Come pensi che sia il nuovo Campionato che ti accingi a disputare?

“Mi aspetto di non regalare nulla e di andare avanti nel migliore dei modi. Nella pallavolo, come nello Sport, si vince e si perde … ma si deve sempre uscire dal campo con la maglia bagnata, dopo aver dato tutto”.

Print Friendly, PDF & Email