Comunali a Marino, la carica dei 177 candidati de “L’Officina delle Idee” al fianco di Cecchi

0
934
candidatimarinosanbarnaba
I 177 candidati de “L’Officina delle Idee” al fianco di Cecchi a Marino
candidatimarinosanbarnaba
I 177 candidati de “L’Officina delle Idee” al fianco di Cecchi a Marino

Nel pomeriggio del 16 maggio una piazza San Barnaba colma di affetto ha accolto la presentazione delle otto liste della coalizione. Presenti i coordinatori, i consiglieri regionali Palozzi e Malcotti, e il candidato sindaco Stefano Cecchi: “Andiamo a vincere”

Nel pomeriggio di ieri una piazza San Barnaba, colma di affetto ed entusiasmo, ha ospitato la presentazione di tutti i candidati al Consiglio comunale di Marino nelle liste che compongono la coalizione “L’Officina delle Idee” per Stefano Cecchi sindaco: 177 aspiranti consiglieri comunali, che hanno deciso di mettersi in gioco per amore della città, per dare un contributo importante al territorio; 177 persone per bene, uomini e donne, italiani e stranieri, decani e volti nuovi della politica, rappresentanti di tutte le categorie sociali, di Marino centro e frazioni, che vogliono impegnarsi in prima persona per rendere Marino ancora più bella e vivibile.

Ad intervenire sul palco, ben diretto da Monica Cecchi figlia del candidato sindaco di Marino, i coordinatori e i rappresentanti delle otto liste: Eugenio Pisani di “Per Cecchi Forza Italia Berlusconi”, Alessandra Pappadia di “Idee Nuove con Cecchi”, Massimo Prinzi di “Movimento Civiltà Democratica”, Fabrizio De Santis di “Movimento 2.0”, Cinzia Franchitti di “CuorItaliani”, Cinzia Lapunzina per la lista “Cecchi Sindaco”, Paolo Patriarca di “Costruiamo il Decentramento”, e Simone Del Mastro di “Marino Sociale”. Tutti hanno puntato l’accento sulla bontà e sulla professionalità della squadra che sostiene Stefano Cecchi, snocciolando al contempo le proposte e i progetti per implementare la vivibilità della città di Marino. A seguire è stato il turno del consigliere regionale e fondatore di CuorItaliani, Luca Malcotti, e del consigliere regionale di Forza Italia, nonché già sindaco di Marino per due mandati amministrativi, Adriano Palozzi. Il primo ha sottolineato, quali priorità di governo, il rilancio delle attività commerciali e il buon utilizzo dei fondi comunitari attraverso l’istituzione di un Ufficio Europa; il secondo si è concentrato sulla voglia di fare buona politica da parte di tante persone che vogliono bene alla coalizione e ha ricordato quanto di buono fatto nell’ultimo decennio amministrativo: dalla riqualificazione del palazzetto dello sport alla realizzazione di 10 nuovi parchi, dalle nuove scuole aperte alle 18 ristrutturate, nonché la risoluzione del parcheggio sotterraneo di piazzale degli Eroi e svariati di milioni di debito risanati. Una eredità importante da confermare con nuove proposte di governo reali e concrete.

Proposte enunciate dal candidato sindaco Stefano Cecchi, che ha prima rivolto “l’inboccalupo” e ringraziato i 177 candidati consiglieri de “L’Officina delle Idee” e, poi, si è dedicato ai progetti in mente per rendere Marino ancora più accogliente. Primo punto, la sanità: “Bisogna rilanciare e tutelare l’ospedale San Giuseppe. Lavoreremo per riportare il centro prelievi a Frattocchie e solleciteremo l’AslRm6 per l’attivazione di punto di Primo Soccorso”. Secondo punto, la persona al centro della politica comunale: “Vogliamo rinsaldare il rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni: un percorso assolutamente propedeutico ad ogni altro tipo di attività amministrativa. Proponiamo  un modello di governance basato sulla diretta partecipazione dei soggetti locali alle decisioni economiche e politiche e sull’interazione tra attori pubblici, privati e singolo cittadino. Una azione, questa, già intrapresa dalle precedenti amministrazioni di centrodestra e che con noi vedrà completa realizzazione. Inoltre, grande spazio al volontariato, completamento del decentramento amministrativo e implementazione delle politiche sociali, soprattutto verso le famiglie più bisognose: un esempio il baratto amministrativo”, spiega Cecchi.

Terzo punto, l’ambiente: “Dall’implementazione dei parchi pubblici, puntando su gestione del verde condivisa con comitati e associazioni, alla valorizzazione dei monumenti regionali con appositi progetti da studiare con Parco regionale dei Castelli Romani e dell’Appia Antica. Inoltre, profonda attenzione per le politiche a tutela degli animali e avvio della raccolta porta a porta con la parallela realizzazione di un ecocentro in una zona decentrata del territorio”. Altra parola d’ordine, lotta ad ogni forma di inquinamento: “No a tutte le discariche, a partire da Falcognana, prevenzione dal rischio Radon, contrasto all’inquinamento acustico dell’aeroporto di Ciampino”. E ancora, assetto del territorio e viabilità: “Opereremo per uno sviluppo sostenibile e armonico del territorio, fornendo spazi di verde e socialità, cosi come fatto negli ultimi 10 anni – ha proseguito Cecchi -. Privilegeremo il trasporto pubblico integrato e razionalizzeremo la viabilità, alleggerendo così il traffico locale. Solleciteremo gli enti competenti per realizzare le tre rotatorie: due a Frattocchie e una Due Santi ed è nostra intenzione concretizzare le tangenziali di Santa Maria delle Mole e Fontana Sala tramite il ricorso a finanziamenti europei e regionali”.

“Altra opera importante sarà – ha sottolineato Cecchi – la riqualificazione e lo spostamento della stazione di Santa Maria delle Mole, nonchè l’ampliamento della banchina, rendendo al contempo fruibile il parcheggio di scambio della contigua piazza Albino Luciani che, una volta a Palazzo Colonna, acquisiremo a patrimonio comunale”. Cecchi si è poi concentrato su cultura, commercio e turismo: “trinomio inscindibile che porta sviluppo economico al paese. Basta saracinesche chiuse: abbiamo in mente un piano del commercio, che rilancerà le attività del territorio, e che andrà di pari passo con la pedonalizzazione del centro storico. Al contempo, implementeremo l’offerta culturale di centro e frazioni: apertura del Mitreo, Palazzo Colonna Polo museale, l’Albergo diffuso, valorizzazione dell’ostello, recupero di Palazzo Belvedere, itinerari dedicati alla storia e alla ricchezza monumentale, come quella dell’Appia Antica”.

Poi le scuole: “Prevediamo la realizzazione di un nuovo polo scolastico a Santa Maria delle Mole e solleciteremo il Miur per l’istituzione di due licei, scientifico e classico, sul territorio comunale, senza dimenticare l’offerta formativa dell’artistico Mercuri”, ha affermato Cecchi. Che, infine, ha puntato su sport e sicurezza: “Centralità operativa della Polizia locale con nuovi uomini e mezzi, dotazione per tutti i luoghi pubblici e le scuole di Marino di sofisticati sistemi di videosorveglianza”.

Print Friendly, PDF & Email