Comune Rocca di Papa contro le antenne di Monte Cavo

Rilasciato il permesso dal Comune di Rocca di Papa alla demolizione di un traliccio e di due fabbricati insistenti su Monte Cavo, di proprietà di Wind

0
143
antennemontecavo
Antenne Monte Cavo

È stato rilasciato il permesso dal Comune di Rocca di Papa alla demolizione di un traliccio e di due fabbricati insistenti su Monte Cavo, di proprietà di Wind Tre S.p.A.

“Stiamo parlando di un palo di circa 25 metri e di due strutture in muratura – spiega il sindaco, Emanuele Crestini – privi di alcun titolo urbanistico. A dicembre 2018, la società era intenzionata a risistemare gli impianti, con l’idea di proseguire con le loro attività di trasmissione. L’Amministrazione Comunale si è opposta e ha invece espresso la volontà di procedere allo smantellamento del palo e dei fabbricati.”

“Dopo qualche mese e diversi incontri con i tecnici e i vertici della società, siamo riusciti a ottenere la demolizione spontanea sia del traliccio che delle due strutture – continua il sindaco – Un’operazione che verrà sostenuta economicamente in via esclusiva dalla Wind, senza alcuna spesa per le casse comunali. Il Parco ha già rilasciato il nulla osta alla demolizione e già la prossima settimana verrà effettuato il sopralluogo congiunto sul sito per lo smantellamento.”

“Contiamo di vedere a terra il palo tra poche settimane, un passo in avanti nella lotta alle antenne abusive presenti sul territorio di Rocca di Papa. Parallelamente a tutto questo, l’Amministrazione Comunale sta lavorando senza sosta sul tema, con l’obiettivo di riottenere un’integrità ambientale e paesistica compromessa dalla presenza di vere e proprie foreste di tralicci. Gli uffici comunali hanno quasi terminato l’iter burocratico relativo allademolizione degli impianti di Monte Cavo soggetti della sentenza del TAR. Inoltre, abbiamo in bilancio somme adeguate per procedere e stiamo anche richiedendo l’accesso al fondo di rotazione per la stessa finalità.”

“La mole di documenti da produrre è grande e il tema è estremamente complesso – conclude Crestini – ma finalmente siamo pronti per entrare nella fase operativa dello smantellamento degli apparati abusivi che da decenni deturpano Rocca di Papa. Porteremo quindi a termine un preciso impegno preso con i cittadini, giustamente sensibili all’argomento e che vogliono vedere le antenne demolite una volta per tutte.”

Print Friendly, PDF & Email