Comunisti “13 Luglio altro caso a Castelli e Litoranea”

13 luglio, i Comunisti considerano "La maggior parte dei casi sono connessi con la riapertura dei voli internazionali"

0
392
tabella_comuni_castelli_comunisti_13_07
Comunisti Castelli "Tabella Comuni al 13 Luglio"

CORONAVIRUS 13 LUGLIO 2020

UN ALTRO CASO AI CASTELLI ROMANI E LITORANEA (24 NELLA REGIONE LAZIO, 21 A ROMA)

LA MAGGIOR PARTE DEI CASI SONO CONNESSI CON LA RIAPERTURA DEI VOLI INTERNAZIONALI

IL GRANDE SACRIFICIO DEGLI ITALIANI RISCHIA DI ESSERE VANIFICATO DALLA SCELTA SCELLERATA DEL GOVERNO DI RIAPRIRE IN MANIERA INDISCRIMINATA I VOLI INTERNAZIONALI CON PAESI AD ALTISSIMO RISCHIO

comunisti_castelli_andamento_contagi_asl_rm_6_13_07
Comunisti Castelli “Curva nuovi contagi Asl Roma 6 al 13 Luglio”

Nella ASL RM6, che comprende i Castelli Romani e la Litoranea, il 13 luglio si è registrato un nuovo caso. Il numero complessivo dei guariti è salito a 937 (+5), il numero delle persone attualmente positive è sceso a 71 (-4), mentre il numero dei decessi è rimasto stabile a 92 casi. Rispetto al picco la curva dei nuovi contagi è pericolosamente risalita al 96%. Va sottolineato che nell’ultima settimana la maggior parte dei nuovi casi sono dovuti alla riapertura dei voli internazionali. Tutto il sacrificio degli italiani di settimane di lookdown rischia di essere completamente vanificato dalla scelta irresponsabile del governo di riaprire in maniera indiscriminata i voli internazionali con paesi ad altissimo rischio. Purtroppo non tutto è andato bene.

A seguito dell’emergenza sanitaria è emersa la necessità di rafforzare la sanità pubblica, a cominciare dall’immediata riapertura dei reparti di pediatria e ostetricia degli ospedali pubblici di Velletri e di Anzio-Nettuno. Segnaliamo che nella ASL RM5 riapre il punto nascita a Palestrina. La ASL RM6 preannuncia una riapertura dopo l’estate, ma le nascite e i parti non vanno in vacanza. Inoltre, le RSA covid di Albano e di Genzano vanno trasformate in RSA pubbliche, in modo da offrire un servizio efficiente e qualificato ai nostri anziani, togliendoli dalle mani della sanità privata. Il pesante scontro politico-istituzionale tra la proprietà del San Raffaele di Rocca di Papa (il senatore Angelucci di Forza Italia) e la Regione Lazio (il presidente Zingaretti del PD), la illegittima minaccia di licenziamenti, i ritardi nei pagamenti dal parte della ASL RM6, i ritardi nei pagamenti degli stipendi, il futuro incerto della struttura sanitaria e il ruolo succube e subalterno dei sindacati hanno indotto decine di lavoratori a licenziarsi per accontentarsi, in periodo di crisi sanitaria ed economica, di lavori precari e mal retribuiti. In merito alla vertenza dei lavoratori del San Raffaele di Rocca di Papa, il Partito Comunista dei Castelli Romani propone l’internalizzazione dei servizi e dei lavoratori nella sanità pubblica regionale, proposta già applicata con successo sia nella Regione Toscana e sia nella Regione Veneto, due regioni in cui la sanità funziona.

Nella tabella seguente viene riportata la ripartizione dei contagi per singolo comune dei Castelli Romani e della Litoranea sulla base delle comunicazioni ufficiali delle autorità competenti.

tabella_comuni_castelli_comunisti_13_07
Comunisti Castelli “Tabella Comuni al 13 Luglio”

Il nuovo caso odierno (del 13 luglio ndr) si riferisce ad una badante filippina residente ad Ardea rientrata da poco in Italia. Inoltre, il Sindaco di Marino ha comunicato 4 nuovi casi (riferiti a due giorni fa) e una persona guarita. Il Sindaco di Anzio ha comunicato che 4 persone sono definitivamente guarite.

Per visualizzare la cartina per comune aggiornata sulla diffusione del coronavirus nel Lazio, puoi fare click sul seguente link:
https://drive.google.com/open…

“. lo dichiarano i comunisti Castelli Romani.

Print Friendly, PDF & Email