Comunità Montana Castelli Romani, tagli ai forestali e sviluppo settore boschivo

0
706
montana
Comunità Montana
montana
Comunità Montana

Comunicato Stampa sulla fine del servizio di rilascio delle autorizzazioni per i tagli di boschi superiori ai 3 ha che da quest’anno per il nostro territorio sarà gestito dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. Prosegue invece l’attività dello Sportello Forestale che dal 2014 offre consulenza gratuita a soggetti pubblici e privati in materia di gestione del patrimonio boschivo.

TAGLI FORESTALI, TERMINA IL SERVIZIO DI RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI MA PROSEGUE L’IMPEGNO PER IL SETTORE BOSCHIVO

Da quest’anno le Comunità Montane del Lazio non si occuperanno più del servizio di rilascio delle autorizzazioni per i tagli forestali di terreni superiori ai 3 ha. Il cambiamento si inserisce nell’ambito del riordino delle competenze dei vari enti territoriali attuato dalla Regione Lazio.
I proprietari di boschi ricadenti nel nostro territorio dovranno quindi inviare ora le richieste di autorizzazione per tagli di fine turno o tagli intercalari, agli uffici preposti della Città Metropolitana di Roma Capitale. Per i boschi inferiori a 3 ha o per singole piante, le richieste di autorizzazione dovranno continuare ad essere inoltrate al proprio Comune.

Per la Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini la gestione del servizio negli ultimi sei anni è stata certamente un’esperienza positiva. Numerose le pratiche istruite che hanno riguardato principalmente le attività di taglio nei comuni di Rocca di Papa, Rocca Priora, Montecompatri, Grottaferrata, Palestrina e Gallicano del Lazio.

Importante soprattutto il contatto diretto con gli operatori privati. I feedback raccolti, sono serviti ad individuare più chiaramente problematiche e bisogni del settore e quindi a permettere l’avvio di iniziative a supporto dello sviluppo della filiera bosco-legno. Si inseriscono in quest’ottica l’attività di facilitatore svolta dall’Ente per la recente nascita dell’associazione di proprietari di boschi “Boscocultura” o la collaborazione nell’organizzazione di momenti pubblici di approfondimento sulle varie tematiche del settore che si sono svolti nel 2015.

La Comunità Montana non smetterà comunque di occuparsi del settore forestale. Si potrà infatti continuare ad usufruire dei servizi dello Sportello Forestale –attivo dal 2014- che offre gratuitamente consulenza e supporto, a pubblici e privati, in materia di gestione di patrimoni boschivi.

L’Ente prevede inoltre di promuovere per il 2016 nuove iniziative in relazione soprattutto all’attuale programmazione europea e alle possibilità offerte dai bandi comunitari.
Ricordiamo che è possibile chiedere informazioni o prendere un appuntamento con i tecnici dello Sportello Forestale telefonando allo 069470820 interno 3 o inviando un’email a sportello.forestale@cmcastelli.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email