Comunità Montana presenta progetto Bike Sharing Plus

0
1427
parcocastelliromani
Parco dei Castelli Romani
Castelli Romani
Parco dei Castelli Romani

Bike SAP – Bike ShAring Plus dei Castelli Romani è il progetto presentato al Ministero dell’Ambiente sul “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”, previsto con decreto n. 208 del 20.10.2016 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Il progetto prevede l’utilizzo di diversi servizi di mobilità sul territorio e rientra nel campo dell’efficientamento e del risparmio energetico, attraverso l’attuazione di un progetto di Bike Sharing evoluto con dispositivi a pedalata assistita. Tale proposta è associata a sistemi di alimentazione mediante fonti di energie rinnovabili.

Il progetto, se cofinanziato, verrà realizzato attivando stazioni di Bike Sharing, dotate di pensiline fotovoltaiche illuminate nei periodi notturni da illuminazione a led, soprattutto nelle stazioni di snodo del trasporto pubblico e nelle vicinanze dei principali attrattori urbani. Il vantaggio di connettere l’impianto fotovoltaico alla rete elettrica è quello di poter riversare in rete, durante il giorno, l’energia fotovoltaica prodotta e, viceversa, durante la notte, ricaricando le biciclette quando non vengono utilizzate, prelevando la stessa quantità di energia dalla rete.

Il tutto verrà integrato attraverso il WEB e delle applicazioni mobile in modo da conoscere, in real-time, la disponibilità delle bici, la carica delle stesse, la disponibilità di riconsegna in differente sede del ritiro, nonché la possibilità di prenotazione delle bici per via Web/Mobile. Sarà progettato un sistema di pagamento che incrementerà l’utilizzo del servizio attraverso meccanismi di incentivazione.

Nel progetto sono altresì previsti programmi di formazione ed educazione di sicurezza stradale e di guida ecologica presso gli istituti superiori secondari situati sul territorio dell’Ente e soprattutto prevede il coinvolgimento di tutti i Comuni della Comunità Montana, con particolare riguardo a quelli su cui insistono stazioni FS o Cotral.

“Abbiamo lavorato sin da subito a questo progetto – dichiara il Presidente Pucci – convinti del forte impatto che avrebbe avuto sul territorio in termini di innovazione ma anche per quanto riguarda l’economia, l’ambiente e lo sviluppo socio economico dell’area dei castelli romani e prenestini. I Comuni dell’area – conclude il Presidente – saranno i veri protagonisti dell’iniziativa, in quanto solo attraverso il loro coinvolgimento e la loro partecipazione attiva il progetto potrà dirsi realizzato completamente”.

Print Friendly, PDF & Email