Concerto di Natale il 20 dicembre a Capocroce

0
758
concerto
Concerto di Natale
concerto
Concerto di Natale

La magica atmosfera del Natale, una Onlus senza fini di lucro, poveri e indifesi che cercano aiuto nelle Filippine, Suore caritatevoli che hanno aperto missioni in tutto il mondo, la professionalità del Coro Polifonico “Giacomo Carissimi”… Cosa manca? Manchi solo te a rinvigorire la fiammella della speranza che tiene uniti i destini degli esseri umani, esseri distanti, che parlano lingue diverse, mangiano cibi diversi, vestono in modo diverso; ma che respirano la stessa aria di questo atomo universale che è il Mondo, vivono sotto lo stesso cielo legati da un comune destino, un ordito di cause ed effetti intrecciato alla trama della storia dell’umanità.

L’Associazione “Caritas Testimonium Servitium Onlus” invita al prestigioso Concerto di Natale del Coro Polifonico “Giacomo Carissimi”, sabato 20 dicembre alle ore 19.00 presso il Santuario di Maria Santissima di Capocroce, l’ingresso è libero e chi vorrà potrà lasciare una piccola offerta e contribuire alla realizzazione di una Sala Polifunzionale nella Missione delle Filippine delle Suore Missionarie dell’Incarnazione (SMI).

Quella delle Filippine è l’ultima delle numerose missioni delle SMI, presenti anche in Italia, Albania, Costa d’Avorio e India. Insediatesi in una località che si chiama Tambo, nella periferia di Lipa City, così raccontano l’inizio di questo percorso: «Siamo partite come si avvia un cieco guidato da qualcuno che non ha visto mai. Non sapevamo nulla della meta da raggiungere, nulla di ciò che avremmo trovato: la cultura, la lingua, le genti e il paese. Avevamo solo il desiderio di realizzare il sogno della Madre Fondatrice, Carla Borgheri: un grande desiderio di portare il nostro carisma, volendo scoprire la presenza di Dio in ogni persona, dai grandi fino agli ultimi, come ha fatto Gesù quando camminava per le strade della Palestina».

Tra questa gente disperata l’infaticabile lavoro delle suore porta una scintilla di speranza, ma perché la molta messe, fatta di una popolazione che al 60% vive in povertà, trovi a raccoglierla molti operai, serve il contributo di tutti. “Non crediate – dichiarano gli organizzatori del concerto – che le Filippine siano così lontane e così distanti da noi, se è vero che il battito delle ali di una farfalla in Brasile può scatenare un tornado in Texsas, cosa può allora generare l’umana speranza?”.

Print Friendly, PDF & Email