Consiglieri Prima Rocca Priora “La città ha bisogno di una visione urbanistica generale”

Consiglieri Prima Rocca Priora "La città ha bisogno di una visione urbanistica generale" sono trascorsi 13 anni senza risposte per i cittadini"

0
378
presentata_candidatura_vinci
Presentata ufficialmente la candidatura di Mario Vinci con Prima Rocca Priora

“ROCCA PRIORA HA BISOGNO DI UNA VISIONE URBANISTICA GENERALE: SONO TRASCORSI 13 ANNI SENZA RISPOSTE PER I CITTADINI

Dalla perimetrazione dei nuclei abusivi compiuta ad opera dell’amministrazione Spoto, sono trascorsi tredici anni. Un progetto urbanistico che individuava nelle varianti speciali uno strumento agile e veloce per riprogrammare lo sviluppo del territorio di Rocca Priora, andando in deroga ad un piano regolatore di 40 anni fa. Quel progetto, per evitare di scollegare i comparti, prevedeva un disegno complessivo del nostro territorio partendo dal rilascio delle sanatorie edilizie per il recupero della legalità degli immobili. Da allora tutto è rimasto teoria, dall’Assessore Balboni, all’assessore Gentili (oggi Sindaco) e poi, ancora oggi senza soluzione, all’assessore Fatelli. La variante del Buero – spiegano i consiglieri Vinci, Lavalle, De Righi e Pacini – è l’ultima in ordine di lavorazione e presentazione delle 4 “varianti/ piani particolareggiati” che hanno interessato le zone dell’Area Dandini, di Colle di Fuori e dei Piani di Caiano. Un lavoro lungo e faticoso che ancora non fa capire quale sarà il disegno complessivo della nostra comunità che così rischia di non avere una identità e restare isolata nel più vasto territorio della Regione Lazio. Nonostante queste considerazioni, coerentemente  con quanto scritto nel nostro programma elettorale e, soprattutto a favore di tutti i cittadini che attendono risposte da oltre 11 anni abbiamo deciso di non fare ostruzioni di alcun genere ma riteniamo necessario ed urgente ripensare alla strada da intraprendere per la riprogrammazione complessiva del Comune di Rocca Priora.  Riteniamo di non poter più assecondare questo modo di fare “alla spicciolata” e, al contrario, crediamo che serva un atto di coraggio forte che impegni l’attuale classe dirigente – tutta-  a cambiare passo e ad impegnare risorse umane e finanziarie per rilanciare Rocca Priora” Lo dichiarano in una noto i consiglieri di Prima Rocca Priora – Vinci, Lavalle, De Righi e Pacini.

Print Friendly, PDF & Email