DTT Enea, Consiglio di Stato conferma Frascati

Confermato che il Lazio ospiterà il DTT. Il progetto verrà realizzato al Centro Enea di Frascati, fiore all'occhiello mondiale della fusione nucleare

0
635
DTTfusionenucleare
Fusione nucleare DTT

“Enea e Regione Lazio possono finalmente partire per realizzare nel Centro Enea di Frascati il progetto DTT, uno degli impianti scientifici piu’ importanti nel mondo nel campo della fusione nucleare. Oggi il Consiglio di Stato ha infatti emesso l’ordinanza che ribadisce quanto gia’ il Tar aveva stabilito nell’agosto scorso, respingendo la sospensiva richiesta dalla Regione Puglia e dalla Regione Abruzzo. Il particolare l’ordinanza del Consiglio di Stato, in appello, conclude la fase cautelare del contenzioso tra l’Agenzia e Regione Puglia a conferma della correttezza dell’operato di Enea e Regione Lazio. Una buona notizia per il Lazio. Ora avanti con il progetto che prevede un investimento di 500 milioni di euro e 1600 posti di lavoro. Davvero un fiore all’occhiello dell’innovazione” dichiara in una nota il Vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio.

MASTROSANTI: “FRASCATI PRONTA A COLLABORAZIONE ISTITUZIONALE PER QUESTO PROGETTO”

“Dopo il Tar, anche il Consiglio di Stato si è espresso favorevolmente alla realizzazione del DTT all’interno del Centro Enea di Frascati. Si tratta di un progetto importante che prevede un investimento di 500 milioni di euro e la creazione di 1600 posti di lavoro E’ una notizia importante non solo per la nostra Città, ma anche per il Lazio e l’intero Paese. Noi, siamo pronti a collaborare con il Centro, la Regione Lazio e tutti gli enti interessati all’iniziativa”. Sono le parole di Roberto Mastrosanti, Sindaco del Comune di Frascati.

DESSI (M5S): “PAROLA FINE A VICENDA SURREALE CAUSATA DAL PD”

“La decisione con la quale il Consiglio di Stato scrive la parola fine ad una vicenda surreale assegnando, in via definitiva, il progetto del DTT al Centro Enea di Frascati, rappresenta l’esito che auspicavamo”. Così il senatore 5 Stelle Emanuele Dessì commenta la notizia di oggi. “Finalmente – prosegue – si mette un punto fermo alle legittime aspirazioni ed aspettative di Frascati, dei Castelli romani e del quadrante meridionale della provincia di Roma: l’indotto economico (oltre che scientifico) che ne verrà può rappresentare un volano importante per l’economia locale se, come dichiarato da Enea stessa, il rendimento atteso è di ben 4 volte l’investimento iniziale di 500 milioni di euro, una cospicua parte dei quali, come noto, di provenienza privata”. “La vicenda del DTT di Frascati, un progetto importante in ambito delle energie alternative, ha messo a nudo tutte le contraddizioni, i personalismi, i correntismi del Partito democratico. Il Pd, con i ricorsi presentati da Puglia ed Abruzzo, ha tentato seriamente di far saltare tutto ed addirittura di far perdere l’intero progetto all’Italia. Per fortuna gli ha detto male”.

Iaia: “DTT a Frascati per la competenza del nostro Centro Enea. Dessì smetta di fare campagna elettorale: non si governa il Paese facendo opposizione”.

4 Settembre h.11 – “Con la decisione presa dal Consiglio di Stato si è chiusa un vicenda che ha purtroppo allungato, per fortuna soltanto di qualche mese, la corretta assegnazione a Frascati del DTT. La competenza dei profili presenti nel nostro centro, le attrezzature e i precedenti esperimenti sono i motivi per cui Enea ha scelto il Centro di Frascati.

Le immotivate e vacue polemiche di Dessì, che ha da poco scoperto la vicenda e che si tratta di energie alternative, mi farebbero sorridere se non provenissero da un senatore della Repubblica. Sono, come spesso accade dal suo Movimento, tese a fuorviare il lettore dalla notizia. La verità è che grazie all’investimento della Regione Lazio di Zingaretti e dei Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Istruzione dell’allora Governo Gentiloni, oltre al supporto che lo stesso Governo ha dato all’Enea nella partecipazione alla gara europea, che possiamo dire che avverrà a Frascati uno dei principali esperimenti sul futuro.
Invito Dessì ad assicurarsi invece che il capo del suo movimento non tagli, come fatto con molte spese già impegnate, l’investimento garantito nel 2019 dal Ministero dello Sviluppo Economico sul DTT.

Inoltre, se proprio vuole parlare di risorse perse, parli dei 55 miliardi di capitali (circa 4 finanziarie) fuggiti dal nostro Paese da quando sono al Governo, record di cui troppo poco si parla”. Dichiara il Segretario Dem di Frascati Luca Iaia.

Print Friendly, PDF & Email