Coronavirus, le misure di sicurezza ai Castelli Romani

Il decreto del Governo Conte sul Coronavirus chiude le scuole fino al 15 marzo e le altre misure di sicurezza degli enti local

0
1585
coronavirus
Coronavirus

Emergenza da COVID-19

Un nuovo Coronavirus (nCoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo. In particolare quello denominato SARS-CoV-2 (precedentemente 2019-nCoV), non è mai stato identificato prima di essere segnalato a Wuhan, Cina, a dicembre 2019.

Indicazioni del Ministero della Sanità.

Nuovo Coronavirus domande e risposte.

Ordinanza del Presidente della Regione Lazio

COVID-19: INDICAZIONI GENERALI

Al fine di accrescere la consapevolezza della cittadinanza ed innalzare la sensibilità di ognuno di noi in merito alla diffusione del CoronaVirus – COVID19, si richiamano le indicazioni presenti nell’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio n. Z0002 del 26 febbraio 2020, confermate dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 1 marzo 2020 e dal DPCM del 04 Marzo 2020, che prevedono “l’obbligo di comunicazione al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria territorialmente competente per chiunque abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni nelle zone a rischio epidemiologico o sia transitato o abbia sostato nei Comuni dell’Allegato 1” (zona rossa) del citato decreto ministeriale. Si consiglia anche il pieno rispetto delle misure igieniche indicate dall’Allegato 4 dello stesso decreto. Inoltre, si richiama l’attenzione sulla Circolare 6360 del 27/02/2020 del Ministero della Salute in merito alla definizione dei casi di COVID-19 e del concetto di “contatto stretto”. Occorre mantenere alta l’attenzione, senza per questo cadere in una paura generalizzata, ed adottare tempestivamente tutte le misure necessarie volte ad arginare la diffusione del contagio e ridurre la possibilità di nuovi focolai.

Azzolina, chiuse scuole fino al 15 marzo da domani giovedì 5 marzo

“Per il governo non è stata una decisione semplice, abbiamo aspettato il parere del comitato tecnico scientifico e abbiamo deciso di sospendere le attività didattiche da domani al 15 marzo”, ha detto il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina parlando a Palazzo Chigi.

CORONAVIRUS,  DA VENERDÌ 6 SERVIZIO RIDOTTO PER CHIUSURA SCUOLE 

A partire dal 6 fino al 15 marzo le corse scolastiche saranno sospese in tutto il Lazio, in linea con la decisione del Governo di chiudere scuole e università su tutto il territorio nazionale. Il nuovo orario sarà consultabile da giovedì pomeriggio sul sito web cotralspa.it e sull’App BusCotral. Tutti i collegamenti saranno comunque garantiti con un servizio ridotto.

CORONAVIRUS; REGIONE LAZIO: CHIUSURA SCUOLE, COINVOLTE ANCHE TUTTE LE ATTIVITÀ FORMATIVE

NEL LAZIO INVIATA COMUNICAZIONE A TUTTI GLI ENTI INTERESSATI

“In seguito a quanto disposto dal DPCM sulle “Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19″, la Regione Lazio ha disposto con effetto immediato la sospensione di ogni attività formativa fino al 15 marzo, sia quella inerente la didattica frontale sia quella relativa a  tirocini, stage e percorsi di alternanza scuola-lavoro. Questi gli enti interessati: istituzioni formative pubbliche e private che svolgono attività di IEFP, scuole di alta formazione nella città metropolitana, enti privati che svolgono attività autorizzata e finanziata dalla regione, enti privati che svolgono attività finanziata, fondazioni ITS, poli scolastici e formativi, centri e servizi per gli studenti universitari gestiti da DiSCo, Scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volonté e Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. Con successiva comunicazione verranno fornite le disposizioni attuative”. Così in una nota l’assessorato al Lavoro, Scuola e Formazione e diritto allo studio universitario della Regione Lazio.

SOSPESE LE INIZIATIVE DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ALBANO LAZIALE
5 marzo h.12:15 – “In accordo con le direttive del Governo (DPCM del 4 marzo 2020), che prevedono la sospensione di “manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”, si comunica che tutti i corsi, gli eventi, i laboratori, le rassegne cinematografiche, gli incontri inseriti nella programmazione delle Biblioteche Comunali di Albano Laziale
sono sospesi fino al giorno 3 aprile 2020″. Lo dichiara lo staff della Biblioteca di Albano Laziale.

L’Assessorato alla Pubblica Istruzione di Albano sospende tutte le iniziative fino al 3 aprile

Nell’attenersi scrupolosamente alle direttive del Governo (DPCM del 4 marzo 2020), che prevedono la sospensione di “manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”, si comunica a tutta la cittadinanza che fino al giorno 03 aprile 2020 sono sospesi:

– tutti i corsi, i laboratori, le attività all’aperto ed i workshop inseriti all’interno del progetto Share Your Time;

– tutti i corsi, gli eventi, i laboratori e gli incontri inseriti nella programmazione delle Biblioteche Comunali di Albano Laziale;

– tutti gli incontri programmati all’interno delle Istituzioni Scolastiche per il progetto Albano InSieme;

– tutti gli eventi previsti a Palazzo Savelli il giorno 8 marzo 2020 in occasione della “Giornata internazionale dei diritti delle donne”. Invitiamo tutta la cittadinanza a rispettare e seguire scrupolosamente tutte le direttive emanate dal Governo, dalla Regione Lazio e dalle Istituzioni Sanitarie”. Lo dichiaral’Assessorato alla Pubblica Istruzione, Politiche Educative, Giovanili, Europee, Gemellaggi e Biblioteche della Città di Albano Laziale.

CITTA’ METROPOLITANA DI ROMA, CORONAVIRUS, ZOTTA:”IL NOSTRO ENTE SARA’ A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI, RISPETTANDO LE MISURE DI SICUREZZA”

“Tutti gli uffici di Città metropolitana di Roma continueranno a fornire servizi ai cittadini in sicurezza, attivando tutte le misure di cautela conformi al Decreto in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria. A tutti i dipendenti in regime di “smart working” potrà essere esteso il periodo di lavoro a casa fino a 5 giorni a settimana a seconda delle mansioni. Potranno usufruirne tutti gli altri lavoratori che ne faranno richiesta già a partire da lunedì 9 Marzo, anche attraverso mezzi informatici propri. Tali misure saranno attive per le prossime due settimane. Abbiamo messo a disposizione, inoltre, kit informatici per la firma digitale. Verranno limitate tutte le attività di riunioni, conferenze o incontri, per evitare sovraffollamenti in conformità a quanto previsto nel Decreto. Al fine di non rallentare l’attività amministrativa si sta mettendo in atto una serie di misure atte a consentire riunioni in conference call. In tutte le sedi di Città metropolitana di Roma sono state pubblicizzate le informazioni di prevenzione e nella giornata di sabato scorso sono stati sanificati tutti gli uffici. E’ stato istituito un tavolo operativo per monitorare l’andamento dell’emergenza e procedere a ulteriori interventi”. Lo dichiara Teresa Zotta, Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma.

CoVid-19, la Notificazione del vescovo Semeraro

La Notificazione del vescovo di Albano, Marcello Semeraro, firmata oggi giovedì 5 marzo, con le disposizioni per le parrocchie della diocesi di Albano riguardanti la diffusione del nuovo Coronavirus Covid-19. Il documento è stato redatto in osservanza delle disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanate in data 4 marzo 2020, e alla luce delle riflessioni della Conferenza Episcopale Italiana di oggi, 5 marzo 2020, e tenuto conto che il territorio diocesano, a oggi, rientra nelle aree “non a rischio”.
notificazione_semeraro
Notificazione Vescovo Semeraro

CORONAVIRUS, GROTTAFERRATA SOSPENDE FINO AL 3 APRILE TUTTE LE ATTIVITÀ DI BIBLIOTECA, CENTRO ANZIANI, CENTRO SOCIO-CULTURALE CHE PREVEDONO AGGREGAZIONE DI PERSONE

In ottemperanza al nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sull’emergenza sanitaria internazionale

Il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti al termine della odierna riunione del Centro Operativo Comunale da giorni allertato sull’emergenza Coronavirus, comunica gli adempimenti che il Comune di Grottaferrata ha preso in ottemperanza alle disposizioni pubblicate nel  DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) 4 Marzo 2020 di contrasto alla diffusione del Covid-19. Le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado del Comune di Grottaferrata, come quelle dell’intero territorio nazionale, resteranno sospese fino al prossimo 15 marzo. Contestualmente non avranno corso tutte le attività al chiuso della biblioteca comunale che rimarrà aperta solo per i prestiti/restituzioni dei libri, così come per tutti gli eventi del Centro Anziani e del Centro Socio Culturale che comportano l’aggregazione di persone. Le manifestazioni sportive potranno avere luogo esclusivamente a porte chiuse ovvero senza assembramenti di pubblico. Nel testo con cui si applicano al territorio comunale di Grottaferrata le indicazioni contenute nel DPCM 4 Marzo 2020, l’Amministrazione torna inoltre ad invitare la cittadinanza al rispetto delle buone norme per prevenire il contagio contenute nel decalogo prodotto dalla Regione Lazio e pubblicato su tutti i canali social, web ufficiali del Comune oltre che affisso negli uffici e negli esercizi pubblici. Si ricorda che le indicazioni presenti nel decreto avranno validità, salvo aggiornamenti, fino al prossimo 3 aprile 2020.

CITTA’ METROPOLITANA DI ROMA, CENTRI DI FORMAZIONE, ZOTTA:”IN LINEA CON IL NUOVO DECRETO, SOSPESI I CORSI DI FORMAZIONE”
“In linea con quanto contenuto nel Decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri per l’emergenza epidemiologica da COVID-2019,  La Città metropolitana Servizio 3 del Dipartimento V ” Servizi per Formazione Professionale” ha comunicato la sospensione delle attività dei Centri Metropolitani di Formazione e delle attività della Scuola da questa mattina. Sono sospese, oltre le attività didattiche, anche stage, tirocini e apprendistato per ogni percorso formativo. I centri di Formazione di Città metropolitana interessati sono: CMFP di Ostia Castelfusano – Alberghiero, CMFP di Marino – Alberghiero, CMFP di Civitavecchia – professionale tecnico ed estetica, CFP di Cave – Tecnico meccanica ed elettrotecnica, MFP di Acilia – indirizzo tecnologico, CMFP di Roma Adriatico”. Lo dichiara Teresa Zotta, Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma.

SOSPESE LE ATTIVITA’ DIDATTICHE FINO AL 15 MARZO A MARINO LAZIALE

RINVIATI A DATA DA DESTINARSI ANCHE ALCUNI EVENTI PROGRAMMATI  DAL COMUNE DI MARINO

A seguito delle recenti disposizioni governative contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04/03/2020,  relative alle misure di contenimento del COVID-19,  si comunica che saranno sospese le attività didattiche fino al 15 marzo 2020 e rinviati alcuni eventi organizzati dal Comune di Marino il cui svolgimento, in altra data da definire, sarà successivamente comunicato.

Questi gli eventi rinviati:

7 MARZO 2020 ore 18,00 – Inaugurazione Mostra “Only Sheet on the Wall” al Museo Civico Mastroianni

8 MARZO 2020 ore 17,00 – Ricordami il pensiero della vita … Il mondo di Alda Merini”al Museo Civico Mastroianni

13 MARZO 2020 ore 17,00 – Incontro Pubblico su “Le attività dell’area Pianificazione e Programmazione urbanistica nel triennio 2017-2020” Sala Consiliare di palazzo Colonna.

Castel Gandolfo: comunicazioni in merito al DPCM del 4 marzo 2020 “Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19”

6 marzo h.11:30 – Il Comune di Castel Gandolfo sulla base delle nuove misure ufficiali del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato il 4 marzo 2020 allo scopo di contrastare, contenere e gestire il diffondersi del Coronavirus e l’emergenza epidemiologia da COVID-19 al fine di promuovere la diffusione delle prescrizioni del suddetto DPCM, e in ottemperanza all’Art. 2 comma del DPCM raccomanda alla cittadinanza tutta, alle associazioni, alle attività produttive, ai Centri Anziani e a qualunque altro soggetto attivi e operante sul territorio di attenersi scrupolosamente alle indicazioni redatte e qui di seguito riportate in forma sintetica.

Tutte le misure sono efficaci dal 4 marzo 2020, salvo diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020.

Più precisamente:

  • FINO AL 15 MARZO SONO SOSPESE LE ATTIVITA’ DIDATTICHE E I SERVIZI EDUCATIVI PER L’INFANZIA nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché le UNIVERSITA’. Sono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie;
  • SONO SOSPESI I CONGRESSI, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità. TUTTE LE ALTRE ATTIVITA’ CONVEGNISTICHE O CONGRESSUALI SONO RIMANDATE;
  • SONO SOSPESE LE MANIFESTAZIONI E GLI EVENTI DI QUALSIASI NATURA svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
  • SONO SOSPESI gli EVENTI E LE COMPETIZIONI SPORTIVE di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Sono ammessi eventi sportivi, comprese le sedute di allenamento, se effettuate all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, o all’aperto senza la presenza di pubblico. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;
  • sono SOSPESI I VIAGGI D’ISTRUZIONE, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le USCITE DIDATTICHE comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
  • i dirigenti scolastici attivano, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, MODALITÀ DI DIDATTICA A DISTANZA avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità;
  • L’ACCESSO DI PARENTI E VISITATORI a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, E’ LIMITATA ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;
  • È fatto DIVIETO agli accompagnatori dei pazienti di PERMANERE NELLE SALE DI ATTESE dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto;
  • La MODALITÀ DI LAVORO AGILE può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato;
  • Chiunque, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del presente decreto, abbia fatto INGRESSO IN ITALIA dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, deve COMUNICARE tale circostanza al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale o al pediatra di libera scelta;
  • È raccomandato a tutte le PERSONE ANZIANE o affette da PATOLOGIE O CON MULTIMORBILITÀ ovvero con stati di IMMUNODEPRESSIONE congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità. In particolare il Comune invita gli anziani a non frequentare posti affollati, a non uscire di casa se non vi è la stretta necessità e a mantenere il rispetto della distanza di sicurezza igienico sanitaria di almeno un metro.

Invitando la cittadinanza tutta alla massima collaborazione, il Comune ricorda anche di prestare la massima attenzione seguendo e rispettando le norme igieniche diffuse dal DPCM del 4 marzo 2020:

– lavarsi spesso le mani;
– evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
– non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
– coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
– non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
– pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol al 70%;
– usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone.

Il Comune di Castel Gandolfo con Decreto del Sindaco n.6 del 5 marzo 2020 sospende le attività svolte in strutture comunali e chiude temporaneamente i Centri Sociali Anziani e il Centro di Aggregazione Minori.

Nello specifico, fino al giorno 03/04/2020 e fino a nuova disposizione o revoca del presente decreto:

  • di sospendere l’uso di tutte (Sala Petrolini, Sala Pertini, palestra III Millennio, I Lavatoi, Sala Consiliare) le strutture comunali concesse a soggetti terzi per qualsivoglia attività previste dal DPCM 04 marzo 2020;
  • di annullare ogni tipo di evento pubblico organizzato da questo ente;
  • di revocare i patrocini concessi alle attività/iniziative che prevedono la realizzazione di attività previste dal DPCM 04 marzo 2020;
  • di sospendere le attività, prevedendo la chiusura dei locali, dei Centri Sociali Anziani di Castel Gandolfo e Pavona oltre che del Centro Aggregazione Minori, stante la sospensione delle attività rivolte all’infanzia e la raccomandazione rivolta alle persone anziane di uscire dalla propria abitazione fuori dai casi di stretta necessità;
  • di sospendere il Mercatino castellano del lago stante la specifica finalità turistica e di manifestazione ricorrente;
  • di garantire, per le finalità istituzionali e d’ufficio, l’uso della Sala Consiliare nel rispetto di quanto sarà definito dal “Datore di Lavoro” (D.Lgs. 81/2008);

Il Comune di Castel Gandolfo invita i cittadini ad utilizzare preferibilmente strumenti come posta elettronica, Pec e telefono per l’espletamento delle pratiche. Per la richiesta dei certificati anagrafici si invita ad utilizzare la sezione telematica “Anagrafe Online” presente sull’Home Page del sito istituzionale www.comune.castelgandolfo.it a cui è possibile accedere tramite le proprie credenziali SPID.

Il Comune di Castel Gandolfo, inoltre, con Decreto del Sindaco n. 5 del 5 marzo 2020 ha disposto una rimodulazione temporanea delle attività di ricevimento al pubblico degli uffici comunali, al fine di limitare il ricevimento degli utenti solo su appuntamento. Si invita quindi a rivolgere ai contatti dei singoli uffici per fissare il giorno e l’ora dell’appuntamento, al fine di ridurre l’affollamento nei locali comunali. I contatti degli uffici comunali sono disponibili online sul sito del Comune di Castel Gandolfo al link: https://www.comune.castelgandolfo.rm.it/index.php/amministrazione/uffici-e-contatti

Disposizione CEI del Vescovo tuscolano

1. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, tra le misure di prevenzione adottate il 4-3-2020, ha rivolto, in particolare, l’“espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” (DPCM, art. 2, b);

2. la CEI con nota del 5-3-2020 (CS n. 10/2020) ha scritto a noi Vescovi Italiani, che: “nelle aree non a rischio, assicurando il rispetto di tali indicazioni in tutte le attività pastorali e formative, la CEI ribadisce la possibilità di celebrare la Santa Messa, come di promuovere gli appuntamenti di preghiera che caratterizzano il tempo della Quaresima”;

DISPONGO

che nella nostra Diocesi Tuscolana attuiamo quanto indicato dalla suddetta Nota CEI, fino a eventuale nuova mia disposizione.

In ogni caso, diamo sempre il primo posto alla Preghiera personale-coniugale-familiare-parrocchiale-diocesana, da elevare incessantemente al Signore, invocando la Sua protezione, come già comunicato da parte mia con email precedenti”. Lo dichiara Monsignor Raffaello Martinelli, vescovo di Frascati.

SCUOLE CHIUSE DAL 5 AL 15 MARZO ANCHE AD ALBANO LAZIALE

In conformità con quanto stabilito quest’oggi dal Consiglio dei Ministri, si ritengono chiuse dal 5 marzo al 15 marzo 2020 tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio del Comune di Albano Laziale. Eventuali nuovi aggiornamenti saranno diffusi su tutti i canali istituzionali.

SOSPENSIONE DI TUTTE ATTIVITÀ ORGANIZZATE DEL SETTORE III SERVIZIO III – POLITICHE CULTURALI AD ALBANO LAZIALE

A seguito del Decreto sulle nuove misure per il contrasto e contenimento del diffondersi del Coronavirus, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.55 del 04-03-2020, tutte le manifestazioni che comportano un affollamento tale di persone da non consentire la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro debbono essere sospese.A tal riguardo si comunica che tutti gli eventi programmati ed organizzati dall’ufficio Politiche Culturali, sono sospesi fino al 3 aprile 2020 e rinviati a data da destinarsi.

Nello specifico si elencano gli eventi calendarizzati fino al 3 Aprile:

– Festival Nazionale di Teatro Amatoriale Premio Lucio Settimio Severo;
– Corso di Archeologia e Storia Antica;
– Corso di Storia dell’Arte;
– Salotto al Museo;
– “Giornate Leopardiane”;
– Rassegna cinematografica “UN BACIO E UNA PISTOLA. II. Capolavori del Cinema Noir Francese”;
– Circolo Letterario “Le Molteplici realtà della letteratura”;
– Corsi, laboratori, attività all’aperto e workshop inseriti all’interno del progetto Share Your Time;
– Manifestazioni programmate al Teatro Alba Radians;
– Tutti i corsi e i laboratori organizzati dalla Biblioteca Comunale “Cesare De Sanctis”, (“Corso di lingua Araba”, “Il Giro del Mondo attraverso i libri”, “Viaggio nella Musica”, “Di Donne, di Musica e di Altre Storie. Figure femminili nella Musica”, “Storie di Donne di Storia”, “La prefigurazione del futuro nelle persone separate”).

Frascati, sospese tutte le manifestazioni e limitato l’accesso agli Uffici comunali

A seguito delle ultime disposizioni varate dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, emanato mercoledì 4 marzo 2020, l’Amministrazione comunale ha attivato nella giornata di ieri il Centro Operativo Comunale (COC), per disporre i provvedimenti necessari alla tutela della salute pubblica. Per motivi di sicurezza con Decreto del Sindaco n. 18 del 5/03/2020 si è stabilito che dal 5 marzo al 3 aprile 2020 l’accesso agli Uffici comunali da parte dei cittadini sarà limitato. Le attività quotidiane degli uffici non saranno sospese e i cittadini potranno chiedere informazioni o fare richieste per telefono o per mail. Nel caso in cui il Comune non possa erogare i servizi per via digitale, l’accesso agli Uffici comunali da parte dei cittadini sarà consentito al massimo di n. 1 cittadino alla volta, con l’obbligo di osservare scrupolosamente le misure igienico sanitarie. Il personale incaricato avrà cura di far attendere i cittadini fuori dai locali, rispettando l’ordine di arrivo. Si invita pertanto la cittadinanza a rivolgersi agli Uffici comunali attraverso il seguente numero telefonico operativo h24: 06 94184292, oppure attraverso i seguenti indirizzi mail: protocollofrascati@legalmail.it / municipio@comune.frascati.rm.it.  Le persone più fragili, come anziani, persone con disabilità, costrette a stare a casa e comunque non autonome, saranno sostenute con azioni concrete dalla Croce Rossa – Comitatum Tusculum, in collaborazione con il Gruppo Falco di Protezione Civile, che a richiesta potrà portare generi di prima necessità, sempre contattando il numero telefonico operativo h24: 06 94184292. L’Amministrazione comunale ha sospeso inoltre ogni tipo di evento, iniziativa o manifestazione pubblica, anche sportiva all’aperto, che possa contribuire alla diffusione del Covid-19 attraverso il contatto ravvicinato tra persone. Fino al 3 aprile 2020, salvo nuove disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono quindi interrotte tutte le iniziative programmate nelle Scuderie Aldobrandini, nella Sala degli Specchi, nelle Mura del Valadier, nella Biblioteca Comunale e nel Padiglione di Colle Pizzuto. L’Amministrazione comunale ha infine deciso di sospendere le attività dei Centri Anziani di Frascati fino al 3 aprile 2020, mentre saranno contingentati gli accessi al Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini. In accordo inoltre con il Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani, saranno regolati anche gli accessi e i servizi della Biblioteca Comunale in modo tale da mantenere la distanza interpersonale minima di sicurezza (almeno un metro), limitando se necessario anche il numero delle sedute. Nulla cambia per il mercato settimanale di Cocciano e i mercati settimanali che potranno svolgersi regolarmente, con l’obbligo da parte degli operatori commerciali e dell’utenza di osservare scrupolosamente le misure igienico-sanitarie.  I Dirigenti valuteranno se applicare la modalità di Lavoro Agile (o Smart Working) per alcuni dipendenti con la possibilità di assolvere le mansioni lavorative da casa, come disciplinato dal Regolamento comunale per lo Svolgimento della Prestazione Lavorativa in Modalità Lavoro Agile, approvato lo scorso 31 dicembre 2019 insieme con il Contratto Decentrato 2019-2021.

Coronavirus: anche le biblioteche dei Castelli Romani adottano misure precauzionali
A fronte dell’emergenza epidemiologica in atto, il Presidente del Consorzio SBCR, Giuseppe De Righi, e il Direttore, Giacomo Tortorici, hanno predisposto una serie di indicazioni volte a contrastare la diffusione del virus Covid-19. A tutti gli operatori delle biblioteche, laddove gli uffici comunali non abbiano disposto la chiusura totale o parziale delle stesse (Velletri: biblioteca chiusa fino al 15 marzo; Ciampino e Grottaferrata: aperte solo per prestito e restituzione libri), è stato pertanto raccomandato di adottare misure precauzionali a tutela degli utenti e del personale stesso. Oltre ad appendere in tutti i locali della biblioteca il volantino della Regione Lazio riguardante le precauzioni igienico-sanitarie da adottare, gli operatori sono stati invitati a contingentare gli accessi e la sosta nelle biblioteche, in modo tale da mantenere la distanza interpersonale minima di sicurezza (almeno un metro), limitando, se necessario, il numero dei posti disponibili. Sempre nella direzione di un maggior controllo quantitativo dell’utenza, si è fatta richiesta al personale di ottimizzare le procedure di reference a distanza (telefonico, via mail, via chat tramite social network ecc.) così da favorire il ritiro dei documenti nel più breve tempo possibile e di potenziare, in aggiunta, la comunicazione sulla Biblioteca digitale MLOL: una risorsa pratica e funzionale che dà l’opportunità di accedere all’informazione comodamente da casa su qualsiasi supporto digitale. «Dobbiamo lavorare insieme per contrastare la diffusione del virus, adottare un comportamento responsabile è essenziale e doveroso per contenere gli effetti negativi sia dal punto di vista sanitario che sociale», ha sottolineato il Direttore Giacomo Tortorici.
CITTA’ METROPOLITANA ROMA, CORONAVIRUS, ZOTTA: “ABBIAMO SANIFICATO TUTTI GLI UFFICI DI NOSTRA COMPETENZA”
“La Città metropolitana di Roma, in osservanza a quanto disposto dal Decreto della presidenza del Consiglio comunica che già nella giornata di sabato scorso ha effettuato la sanificazione di tutti gli ambienti di proprietà dell’Ente, dagli uffici ai Centri di Formazione e a tutte le pertinenze di sua competenza. Specifichiamo, inoltre, che la sanificazione delle Scuole Superiori dell’intero territorio metropolitano è di stretta competenza degli Istituti scolastici”. Lo dichiara Teresa Zotta, Vice Sindaco Città metropolitana di Roma Capitale.

Emergenza coronavirus, l’F&D Waterpolis sospende tutte le attività di nuoto e pallanuoto

piscina_aqvacenter
Piscina Aqvacenter

7 marzo h.7:35 – L’F&D Waterpolis, vista l’emergenza coronavirus e le disposizioni del decreto emanato dalla Presidenza del Consiglio, si adegua alle misure di prevenzione per il contenimento e l’evitamento della diffusione del contagio. Onde evitare problematiche e salvaguardare la salute di atleti e addetti ai lavori, l’attività natatoria e pallanuotistica è sospesa sia per quanto riguarda gli allenamenti che per quanto riguarda le partite ufficiali. Il benessere e la salute dei nostri utenti sono la nostra prima priorità che non può non passare da una tale decisione. La decisione è immediatamente esecutiva da domani, sabato 7 marzo, e per ora proseguirà fino a domenica 15 marzo in attesa di nuovi sviluppi speriamo positivi e confortanti. Non si svolgeranno dunque la gara di Serie A2 femminile, Serie C maschile e tutte quelle previste per le under, e la comunicazione è già stata trasmessa alla FIN.  Ci auguriamo di poter riprendere al più presto le nostre attività e confidiamo nel lavoro degli operatori sanitari e del buon senso per superare questo brutto momento per la nostra Nazione.

CORONAVIRUS, RIAPRE PRONTO SOCCORSO CASA DI CURA SANT’ANNA DI POMEZIA

“Coronavirus: oggi sabato 7 marzo alle 8 riaprirà il Pronto Soccorso della Casa di Cura Sant’Anna di Pomezia dopo la chiusura in via precauzionale di questa mattina” Lo scrive sull’account Twitter l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio.

INDICAZIONI DEL VESCOVO PER I SACERDOTI E I FEDELI TUSCOLANI

La diocesi tuscolana destina le offerte raccolte nella 4 domenica di quaresima alle famiglie penalizzate dal Corona virus

“In questa situazione incresciosa del coronavirus, approfittiamo di questa II Domenica quaresimale per evidenziare l’importanza dello stare con Gesù nella preghiera, come disse Pietro a Gesù: “Signore, è bello per noi essere qui!” (Mt 17,4). Sollecitiamo i nostri fedeli alla preghiera personale-coniugale-familiare-parrocchiale-diocesana. Le intenzioni di tale preghiera sono indicate nella preghiera, che già vi ho inviato e che di nuovo allego. Questo è il contributo migliore che noi cristiani possiamo dare per uscire da tale situazione incresciosa.

Pertanto:

Non cancelliamo, ma sostituiamo gli incontri di catechesi con incontri di preghiera da farsi in chiesa, davanti al tabernacolo, che consente la migliore presenza di Cristo tra noi. Possiamo così anche disporre i ragazzi e gli adulti a distanza di sicurezza richiesta dalle norme sanitarie vigenti;

Programmiamo vari e diversificati incontri di preghiera, ore-giornate-nottate di Adorazione Eucaristica;

Invitiamo a fare digiuni e penitenze, ognuno secondo le proprie sensibilità e possibilità;

Le offerte raccolte durante la 4 domenica di Quaresima (22 marzo prossimo), che annualmente sono destinate per la Caritas diocesana, saranno in particolare da questa destinate ad aiutare le famiglie dei lavoratori e dei sanitari maggiormente penalizzati dal coronavirus.

Confidiamo nel Signore e preghiamoLo intensamente:

“Dio è per noi rifugio e forza, aiuto sempre vicino nelle angosce. Perciò non temiamo se trema la terra, se crollano i monti nel fondo del mare” (Sal 45,1-2)” lo dichiara S.E.R. Mons. Raffaello Martinell, Vescovo di Frascati.

coronavirus:marini_terzo_settore
Coronavirus, il Sindaco Marini incontra il Terzo Settore

Albano Laziale, COVID-19: il Sindaco Marini incontra le associazioni del terzo settore

Il Sindaco Nicola Marini, stamattina (sabato 7 marzo ndr), ha incontrato presso la sede comunale le associazioni del Terzo Settore, che operano sul territorio. L’iniziativa ha lo scopo di preparare le modalità organizzative che si dovessero eventualmente rendere necessarie per garantire assistenza alle persone, in particolare anziane, oggetto di provvedimenti restrittivi. Il primo cittadino ha illustrato ai presenti le indicazioni contenute nelle ultime comunicazioni degli Organi di Governo e nell’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, pubblicata ieri pomeriggio. Quest’ultima prevede la sospensione di tutte le attività dei Centri Anziani, già comunque adottata dall’Amministrazione Comunale. Le Biblioteche Comunali possono, invece, proseguire le loro attività, nel rispetto delle distanze interpersonali previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Sindaco Nicola Marini ha inoltre annunciato di aver disdetto qualsiasi iniziativa pubblica, consigliando di adottare la stessa misura anche a livello associativo. Da ultimo il Sindaco ha calorosamente richiesto alle realtà associative di fare attività di sensibilizzazione e di comunicazione presso la popolazione della necessità di attenersi alle norme emanate e di rispettare scrupolosamente le indicazioni igienico-sanitarie.

coronavirus:marini_terzo_settore
Coronavirus, il Sindaco Marini incontra il Terzo Settore

«Oggi il nostro compito principale è quello di mettere in atto comportamenti che aiutino a limitare il contagio – sottolinea il primo cittadino –  Occorre che ogni cittadino abbia la consapevolezza che stiamo vivendo un momento delicato e che è necessario attenersi a quanto indicato dagli Organi di Governo, nazionali e regionali, anche a costo di perdere parte della propria libertà di azione. Nei giorni scorsi abbiamo attivato il Centro Operativo Comunale che funge da coordinamento per la gestione della situazione, con sede presso il Comando di Polizia Locale».

Print Friendly, PDF & Email