Creme solari: filtri fisici o filtri chimici? Breve guida con consigli per la scelta

Creme solari con filtri chimici: cosa sono e come funzionano, come agiscono e quali vantaggi presentano e la checklist per la scelta

0
82
spiaggia
spiaggia

Creme solari: filtri fisici o filtri chimici? Breve guida con consigli per la scelta

Quali differenze ci sono tra le creme solari con filtri fisici e le creme solari con filtri chimici? Quale delle due tipologie è più efficace e sicura?

In questa breve guida trovi le risposte ai quesiti più comuni sulle differenze tra le varie tipologie di solari. In più, ti proponiamo anche spunti utili per la scelta e per un’abbronzatura impeccabile, nel rispetto della salute della pelle.

Creme solari con filtri chimici: cosa sono e come funzionano

Le creme solari con filtri chimici sfruttano la capacità di particolari composti di assorbire l’energia delle radiazioni luminose attivando delle reazioni che, da un lato portano alla loro degradazione e, dall’altro, proteggono la pelle schermandola dalla luce.

In tempi recenti, questa categoria di protezioni solari è stata oggetto di crescenti critiche da parte dei consumatori e di un interesse particolare per la comunità scientifica.

I prodotti solari con filtri chimici in commercio in Italia sono sottoposti a rigidi controlli attivi a livello nazionale ed europeo per l’autorizzazione alla messa in vendita, dunque sicuri per la salute.

D’altra canto, alcune delle molecole impiegate in questi cosmetici continuano ad essere oggetto di indagine, in alcuni casi perché sospettate di agire come interferenti endocrini (vale a dire composti in grado di alterare i normali equilibri ormonali nell’uomo e negli altri animali), in altri perché già note come inquinanti dannosi per gli ecosistemi.

In uno studio intitolato “Safety Threshold Considerations for Sunscreen Systemic Exposure” (qui per consultare abstract, metodo e conclusioni dello studio) del 2018 – così come in ricerche simili – è stata evidenziata la presenza nel circolo sanguigno delle molecole impiegate nelle creme solari con filtri chimici, a dimostrazione di come alcune di queste sostanze siano effettivamente in grado di attraversare la barriera cutanea e accumularsi nell’organismo.

Creme solari con filtri fisici: come agiscono e quali vantaggi presentano

Le creme solari con filtri fisici sono caratterizzate da una formulazione basata sulla presenza di minerali in forma polverizzata o micronizzata (per ridurre ulteriormente la dimensione delle particelle e migliorare la texture del prodotto). Queste protezioni solari formano una vera e propria barriera sulla pelle, che riflette la luce proteggendola dal rischio di scottature e da tutti gli effetti negativi di una prolungata esposizione al sole.

I solari con filtri fisici presentano senza dubbio minori controindicazioni rispetto a quelli con filtri chimici, sia per la salute dell’uomo che per l’ambiente. I composti minerali presenti all’interno di queste creme possono in alcun casi dar luogo alla formazione di radicali liberi durante l’esposizione. Per rimediare all’azione dannosa di questi composti, nemici della bellezza della pelle, le formulazioni vengono tuttavia arricchite con composti antiossidanti ad azione anti-radicalica.

Sul fronte dell’impatto ecologico, alcuni studi hanno posto l’accento sugli effetti negativi dei filtri fisici sui delicati equilibri degli ecosistemi marini (e delle barriere coralline in particolare). I rischi legati all’impiego di questi prodotti restano comunque molto contenuti e rappresentano un compromesso di fatto accettabile.

Come scegliere la crema solare: la checklist per la scelta

La protezione solare è un’alleata formidabile per la bellezza della pelle: scegliendo con attenzione, possiamo assicurarci una piacevole abbronzatura dorata, evitando la comparsa di macchie, rughe ed altri segni dell’invecchiamento cutaneo precoce, il tutto nel rispetto dell’ambiente.

Il primo e più importante consiglio riguarda la scelta, quando possibile, di protezioni solari di qualità farmaceutica (qui per nomi, formulazioni e indicazioni d’uso di creme solari da farmacia). Questi prodotti permettono, in genere, “di andare sul sicuro”, perché formulati appositamente per le pelli sensibili e delicate (come quella dei bambini) e prive di sostanze dagli effetti controversi.

I consigli pratici per scegliere la crema solare perfetta per te e la tua famiglia sono:

  • prediligi i solari con filtri fisici (a volte indicati anche come “minerali”) attivi nei confronti degli UVA e UVB (fai attenzione al fatto che siano specificate entrambe le tipologie di raggi UV);
  • evita i prodotti con formulazioni poco verdi (nello specifico, cerca le diciture “privo di siliconi”, “privo di acrilati”, “privo di parabeni”, ecc.);
  • tieni conto delle caratteristiche del tuo fototipo (qui per un’utile e semplice infografica sulle diverse tipologie cutanee) e opta per un prodotto con un SPF (Sun Protection Factor, fattore di protezione solare) adeguato.

Al momento dell’esposizione solare, ricorda di osservare sempre con attenzione tutte le indicazioni riportate sulla confezione della crema. In particolare, applica il prodotto prima di esporti al sole (20-30 minuti prima), stendilo nuovamente dopo il bagno o con il passare delle ore ed evita la luce diretta nel corso delle ore centrali della giornata oppure ricorda di indossare cappello e maglietta.

Ricorda che il rischio dello sviluppo di un melanoma (tumore maligno della pelle), secondo recenti studi, raddoppierebbe nei soggetti che nel corso della vita hanno sofferto almeno 5 scottature solari e che ogni bruciatura causata dai raggi UV danneggia in modo diretto il DNA delle cellule cutanee.

Ragioni più che sufficienti per non dimenticare mai il tuo solare nel corso dei mesi estivi.

Print Friendly, PDF & Email