Crolla il Palazzo Comunale di Rocca di Papa

Un'esplosione dovuta ad una fuga di gas ha causata il crollo della facciata del Palazzo Comunale di Rocca di Papa provocando numerosi feriti

0
417
comune_rocca_di_papa
Comune di Rocca di Papa

Nella mattinata di oggi è crollata un’ala del Palazzo Comunale di Rocca di Papa. Il crollo è stato causato presumibilmente da una fuga di gas che ha provocato una forte esplosione. Dalle prime stime ci sarebbero circa una decina di feriti, alcuni dei quali gravi. Due dei quali in particolare sarebbero stati trasportati in ospedale con codice rosso. Interessato dall’esplosione anche una scuola limitrofa al Palazzo Comunale ed un bambino sarebbe tra i feriti più gravi. Sul posto sono giunti e stanno operando gli operatori sanitari, le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco. Tutta la zona è stata isolata per paura che ulteriori perdite di gas possano causare altre esplosione.

Prima dell’esplosione, sostengono le prime ricostruzioni, alcuni operai al lavoro nei pressi del Comune avrebbero segnalato qualche anomalia, per questo le autorità avrebbero avviato con tempestività le operazioni di evacuazione dell’edificio, durante le quali sarebbe avvenuta la deflagrazione. Tra le persone ferite risultano essere per questo anche il Comandante della Polizia Locale di Rocca di Papa Fabrizio Gatta ed il Sindaco Emanuele Crestini, trasportato in ospedale in eliambulanza.

L’azienda che gestisce la rete viaria della Regione Lazio Astral, comunica che:

“Momentaneamente chiusa la Strada regionale 218 di Rocca di Papa, all’altezza di Rocca di Papa, per consentire l’accesso ai mezzi di soccorso, a seguito di un esplosione all’interno del Palazzo comunale.

Possibili ripercussioni sulla viabilità, si consiglia di prestare attenzione. Deviazioni al traffico segnalate sul posto a partire dalla via dei Laghi”

Attivati i soccorsi sanitari dalla Regione Lazio

“I soccorsi sono stati immediatamente attivati con 2 elicotteri, 4 ambulanze e 2 automediche dell’Ares 118 operativi. E’ stato inoltre istituito da Ares un Posto di comando avanzato in stretto contatto con i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. I soccorsi sanitari sono coordinati direttamente dalla centrale operativa del Ares 118. Stiamo seguendo costantemente l’evolversi della situazione in merito all’esplosione che ha coinvolto questa mattina la sede del Municipio di Rocca di Papa. Sono state istituite le procedure per il Piano massiccio afflusso dei feriti negli ospedali”. Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Al momento risultano sei adulti trattati sul posto che non necessitano di trasporto in ospedale, un bambino trasportato in codice rosso al Bambino Gesù che non risulta in pericolo di vita, un adulto grande ustionato trasportato con mezzi propri al Policlinico di Tor Vergata. Due i bambini trasportati con mezzi propri all’ospedale di Frascati. La zona risulta al momento interdetta dai Vigili del Fuoco e si attendono disposizioni”.

Il Sindaco Crestini al Centro Grandi Ustioni del Sant’Eugenio

Il Sindaco di Rocca di Papa rimasto coinvolto nell’esplosione che questa mattina ha investito il Municipio per una fuga di gas è stato preso in carico dal Centro Grandi Ustioni del Sant’Eugenio con ustioni al volto ed  alle braccia. Al Sant’Eugenio sono in totale 3 i feriti trasportati da altri ospedali. L’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato si è recato in visita presso l’ospedale Bambino Gesù dove si trova ricoverata una bambina di 5 anni trasportata in codice rosso. “Abbiamo monitorato costantemente l’evolversi della situazione – ha commentato l’Assessore D’Amato – e voglio ringraziare tutti gli operatori per il tempestivo intervento di soccorso. Mi sono appena recato in visita al Bambino Gesù dalla bambina rimasta ferita nell’esplosione per sincerarmi delle sue condizioni. La bambina è vigile e costantemente monitorata e l’ho trovata che parlava con la capo sala anche lei di Rocca di Papa. Probabilmente, come confermato dai medici, sarà necessario un intervento chirurgico nella regione orbitale. Ci sarà un bollettino medico da parte dell’ospedale Bambino Gesù”. Nelle operazioni di soccorso dell’Ares 118 sono stati utilizzati 2 elicotteri, 4 ambulanze e 2 automediche ed è stato inoltre istituito da Ares un Posto di comando avanzato in stretto contatto con i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. I soccorsi sanitari sono stati coordinati direttamente dalla centrale operativa del Ares 118 e sono state istituite le procedure per il Piano massiccio afflusso dei feriti negli ospedali.

Il bilancio complessivo alle 15:30 è di 16 feriti totali

“Alle ore 15.30 il bilancio complessivo dei feriti nell’esplosione che questa mattina ha investito il Municipio di Rocca di Papa per una fuga di gas è di 16 feriti totali e di questi 6 sono stati trattati sul posto dal personale dell’Ares 118 e non hanno avuto bisogno di trasporto in ospedale. I restanti 10 feriti sono stati trasportati o sono giunti con mezzi privati presso gli ospedali di Frascati, il Policlinico Tor Vergata e il Bambino Gesù. Sono in totale 3, e tra loro il sindaco di Rocca di Papa, i feriti che successivamente sono stati trasportati al Centro Grandi Ustioni del Sant’Eugenio dove mi sto recando personalmente in visita per prendere visione direttamente della situazione clinica”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

LE REAZIONI DEL MONDO POLITICO

La solidarietà di Nicola Marini, Presidente di Anci Lazio

“Apprese le notizie in arrivo dal Comune di Rocca di Papa, in cui un’esplosione ha devastato la sede comunale e dove ci sarebbero anche diversi feriti, tra cui anche alcuni bambini e lo stesso Sindaco, ANCI Lazio, nella persona del Presidente, Nicola Marini, esprime tutta la sua più profonda vicinanza per quanto accaduto. In attesa di ulteriori notizie speriamo che questo tremendo accaduto non restituisca nessuna vittima”. Così il Presidente di Anci Lazio Nicola Marini.

Silvestroni: “Massima vicinanza al Sindaco e alla comunità di Rocca di Papa”

“Sono scioccato da quanto accaduto questa mattina nel comune di Rocca di Papa. Seguo con apprensione le notizie dell’esplosione e il conseguente incendio al comune. Voglio esprimere la massima vicinanza a tutta la comunità di Rocca di Papa ed in particolare ai bambini feriti e alle loro famiglie nonché al Sindaco Emanuele Crestini coinvolto gravemente nell’incidente. Un ringraziamento speciale per i vigili del fuoco prontamente intervenuti sul posto” così in una nota il deputato di Fratelli d’Italia,  Marco Silvestroni.

Palozzi: “Vicinanza a comunità e primo cittadino”

“Voglio rivolgere tutta la mia solidarietà e la mia vicinanza alla comunità di Rocca di Papa e al primo cittadino Emanuele Crestini, per l’esplosione di quest’oggi al palazzo comunale. In questi frangenti difficili e drammatici, il mio pensiero va alle persone ferite e alle loro famiglie”. Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi.

Raggi e Zotta intervengono sull’accaduto

“Ho appena appreso dagli organi di stampa dell’esplosione, provocata da una fuga di gas, nel Comune di Rocca di Papa, dove sono rimasti feriti il Sindaco Emanuele Crestini, tre bambini e un’altra persona. Mi sono messa subito in contatto con persone vicine al primo cittadino che in questo momento si trova al Pronto Soccorso. Esprimo a nome mio e della Sindaca Raggi la massima vicinanza e la solidarietà alla comunità di Rocca di Papa che sta vivendo un momento difficile. Ho messo a disposizione i nostri uffici per ogni eventuale supporto”. Dichiara Teresa Maria Zotta, Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma

Dai sindaci del territorio:

“Sono costernato per quanto successo questa mattina nel Comune di Rocca di Papa. Frascati tutta è vicina al Sindaco Emanuele Crestini, a quanti sono stati coinvolti nell’esplosione e all’intera comunità. Mi auguro di cuore di non apprendere notizie ancora più drammatiche su quanto accaduto, ma piuttosto che ci siano aggiornamenti positivi relativi alle persone coinvolte”. Questo è il commento del Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti su quanto avvenuto questa mattina intorno alle 11,15 all’interno del Palazzo comunale di Rocca di Papa.

“Esprimo tutta la mia solidarietà ai cittadini del comune di Rocca di Papa e al sindaco Emanuele Crestini, per quanto avvenuto questa mattina nei pressi del palazzo Comunale. Siamo in stretto contatto con le autorità competenti e abbiamo messo a disposizione la nostra Protezione civile per dare supporto alle operazioni necessarie”. Sono le parole di Luigi Galieti, sindaco del Comune di Lanuvio. Il sindaco, Luciano Andreotti a nome dell’Amministrazione comunale e dell’intera città di Grottaferrata esprime massima vicinanza e grande affetto alla confinante comunità di Rocca di Papa così duramente colpita nel cuore del centro storico dall’esplosione avvenuta in mattinata sotto la sede del palazzo comunale. Andreotti, immediatamente dopo aver appreso la notizia, a poche decine di minuti dall’accaduto, ha subito dato la disponibilità di uomini e mezzi della Protezione civile grottaferratese, qualora se ne fosse manifestato il bisogno. Il rincorrersi delle notizie ha dato la certezza che tra i feriti gravi compariva il sindaco di Rocca di Papa, Emanuele Crestini al quale il primo cittadino grottaferratese ha voluto inviare gli auguri di una pronta guarigione. “Al collega primo cittadino Crestini, al comandante della Polizia Locale, ai bambini delle vicine scuole rimasti feriti insieme a passanti, operai e dipendenti comunali al lavoro, così come a tutti i residenti evacuati in seguito al boato va la massima solidarietà mia, dell’Amministrazione e dell’intera cittadinanza di Grottaferrata vicina non solo geograficamente alle sorti di Rocca di Papa”. “Il fatto che, stando alle note di Italgas e sigle sindacali, pare proprio si sia trattato di un tragico incidente sul lavoro – conclude il sindaco – ripropone il tema mai troppo sottolineato della sicurezza in ambito lavorativo che, come si vede da questa tragica fattispecie, riguarda tanto le persone all’opera quanto gli ambienti e le persone circostanti. Compito delle istituzioni, come stava facendo il caro Emanuele nel momento dell’esplosione, è quello di vigilare sempre, il più possibile da vicino e preventivamente sul massimo rispetto di tutte le norme che, in molti casi può significare la salvaguardia di vite umane”. “Il Comune di Grottaferrata si unisce a tutti gli enti locali intervenuti nel manifestare solidarietà – conclude la nota –  rinnovando la massima disponibilità a fornire ogni aiuto che ancora dovesse rendersi necessario”. dichiara il Sindaco di Grottaferrata Luciano Andreotti.

“Voglio esprimere la massima solidarietà e vicinanza ai sedici feriti e a tutta la cittadinanza del vicino comune di Rocca di Papa, scossa dal terribile incidente di questa mattina. Stiamo seguendo l’evolversi della situazione, ora per ora, con la sincera speranza che ci possano essere, quanto prima, buone notizie per tutte le persone coinvolte, partendo dai bambini fino ad arrivare al Sindaco Crestini. Anche se non ancora Sindaco in carica, mi sento di poter garantire ai cittadini di Rocca di Papa il massimo sostegno, morale e materiale, da parte nostra e di tutto il Comune di Ciampino. Faremo quanto in nostro potere per aiutare tutti i cittadini di Rocca di Papa in questo delicato momento”. Dichiara il neosindaco di Ciampino Daniela Ballico.

“Con voto unanime dei consiglieri di maggioranza e minoranza, è stato rimandato alla prossima settimana il consiglio comunale di Rocca Priora previsto per oggi alle 16.30 e durante il quale si è proceduto solo alla convalida degli eletti alla carica di Sindaco e di Consigliere Comunale, all’elezione del Presidente del Consiglio Comunale e del giuramento del Sindaco. Vicinanza al Sindaco Emanuele Crestini, al comandante della Polizia Locale Fabrizio Gatta, ai bambini rimasti feriti nell’esplosione e ai cittadini evacuati dalla zona rossa del centro storico del comune di Rocca di Papa è stata espressa ad apertura della seduta da Damiano Pucci, neo Presidente del Consiglio comunale e dal sindaco Anna Gentili. La decisione di sospendere il Consiglio Comunale è stata proposta dopo una riunione dell’amministrazione comunale con i consiglieri Mario Vinci e Andrea Penza ed accolta dal neo presidente del Consiglio Comunale Damiano Pucci e votata all’unanimità dai consiglieri e dalla giunta. La prossima settimana riprenderanno i lavori del Consiglio Comunale durante il quale si discuteranno i seguenti punti all’ordine del giorno:

– Comunicazioni al Consiglio, da parte del Sindaco, della composizione della Giunta e del Vice Sindaco
– Costituzione dei gruppi consiliari
– Elezione della Commissione Elettorale Comunale
– Elezione della Commissione Giudici Popolari” dichiara l’Ufficio Stampa del Comune di Rocca Priora.

“Riguardo l’emergenza in corso, l’Amministrazione Comunale innanzitutto ringrazia la Prefettura, le Forze dell’Ordine e i soccorsi che sin dall’immediato si sono mobilitati tempestivamente, mettendosi a disposizione della Città di Rocca di Papa. In particolare, non elencati per importanza: la Polizia Locale, la Polizia di Stato, i Carabinieri, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile Regionale, la Protezione Civile Comunale, la Protezione Civile A.S.A. e il Parco Regionale dei Castelli Romani. Un sentito ringraziamento va espresso anche ai sindaci dei comuni limitrofi, alla Sindaca della Città Metropolitana di Roma, Virginia Raggi, e al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Ringraziamo altresì tutti i roccheggiani che hanno collaborato al superamento del picco emergenziale, nei drammatici momenti successivi alla deflagrazione. Grazie a tutti i soggetti interessati, si è attivata immediatamente una efficace rete di gestione e coordinamento dell’emergenza, che ha consentito di evitare il peggio e ha offerto sostegno concreto alle famiglie sfollate, mettendo a disposizione alloggi, vitto, medicinali e tutti i beni di prima necessità, senza dimenticare la vicinanza umana dimostrata da tutti i soccorritori e il personale preposto. Uno dei primi obiettivi dell’Amministrazione Comunale è far rientrare queste famiglie nelle proprie case, nella sicurezza più totale. Proprio per questo, sin dalle ore notturne di ieri, i Vigili del Fuoco stanno svolgendo le indagini statiche, per constatare l’agibilità degli edifici, attività che proseguirà anche nella giornata odierna e in quelle successive. Ringraziamo di cuore tutti i dipendenti comunali che, nonostante la drammatica esperienza vissuta sulla propria pelle, sono già a lavoro per garantire lo svolgimento del servizio ordinario degli uffici, la cui sede è stata momentaneamente spostata presso la Scuola Elementare dei Campi d’Annibale. L’Ufficio Servizi Sociali è stato invece predisposto nella Biblioteca Comunale di via Enrico Ferri. Per quanto riguarda invece i servizi anagrafici, sussistono delle difficoltà tecniche e informatiche, su cui si sta intervenendo in queste ore. Nella giornata di domani verranno fornite informazioni più precise inerenti tale servizio. Un pensiero carico di affetto e un augurio di pronta guarigione va a tutti coloro che hanno riportato ferite durante l’esplosione, tra cui i bambini, il Sindaco Emanuele Crestini, il delegato Vincenzo Eleuteri, il capo della Polizia Locale Fabrizio Gatta e tutti gli altri, che per riservatezza non citiamo in questo comunicato stampa. Un abbraccio caloroso va alle loro famiglie, rinnovando la nostra totale disponibilità per qualsiasi necessità. L’intero paese ha subìto una profonda ferita. Tutta Rocca di Papa è coinvolta in questo tragico evento. Il Municipio non è un edificio qualsiasi, bensì rappresenta il simbolo di tutta la cittadinanza. È stato colpito il cuore del paese. È stato commovente constatare la volontà e capacità di tutta la comunità, che nel momento del bisogno ha saputo intervenire a sostegno dei propri concittadini. In questo momento occorre mantenere vivo questo sentimento di coesione e solidarietà. Per questo oggi (martedì 11 giugno ndr), alle ore 16, presso il Centro Anziani (via Campi d’Annibale 1) l’Amministrazione Comunale incontrerà tutti i cittadini che vorranno confrontarsi sull’accaduto e sulle misure adottate sia in materia di sicurezza sia per l’immediato futuro. Gli inquirenti stanno svolgendo le indagini necessarie per individuare i responsabili di quanto accaduto ieri. Confidiamo nel loro operato così come riponiamo fiducia nella Giustizia, affinché coloro che hanno causato questo drammatico evento ne rispondano davanti alla Legge”.  Dichiara l’Amministrazione Comunale di Rocca di Papa.

donazione
Aiutiamo Rocca di Papa

“Si rende noto che il Comune di Rocca di Papa ha aperto in queste ore un conto corrente dedicato per ricevere tutte le donazioni di istituzioni, associazioni e semplici cittadini che vorranno contribuire alle spese legate all’emergenza in corso. L’Amministrazione Comunale ringrazia sin da ora tutti coloro che aderiranno a tale iniziativa, con spirito di collaborazione e sensibilità verso un dramma che ha scosso tutto il paese e che richiede impegno da parte di tutti per essere affrontato e superato. È possibile effettuare un versamento, tramite bonifico bancario, al seguente conto corrente:

“COMUNE DI ROCCA DI PAPA – AIUTIAMO ROCCA DI PAPA” – IBAN IT17 B089 5139 3700 0000 0359 152 -Banca di Credito Cooperativo dei Colli Albani. “Dichiara l’Amministrazione Comunale di Rocca di Papa.

“La Vicesindaco Veronica Cimino, alla luce dei fonogrammi trasmessi dai Vigili del Fuoco, ha firmato una nuova ordinanza (la n. 5 del 2019), con la quale ha ristretto l’area della Zona Rossa, che ora comprende esclusivamente il lato destro (a salire) di Corso della Costituente, nel tratto che va dal civico n. 16 al n. 32.

Con tale restringimento, si riduce notevolmente il numero di abitazioni comprese nella Zona Rossa, che in gran parte potranno tornare ad ospitare le famiglie ivi residenti. Stesso discorso per quanto riguarda i commercianti, che potranno rientrare sin da subito nei propri locali e riprendere l’attività lavorativa.

Inoltre, con questa ordinanza, Corso della Costituente viene aperto al passaggio dei pedoni, che nel tratto centrale dovranno però percorrerlo sul marciapiede di sinistra (a salire).

Via San Francesco d’Assisi e via Umberto De Luca, invece, sono ora accessibili sia al traffico veicolare sia ai pedoni.

Persiste il divieto di accesso alle abitazioni site ai civici n. 21 e n. 24 di via Umberto De Luca. L’inagibilità comprende anche due locali commerciali, per i quali verranno messe in campo urgenti misure precauzionali per garantirne la pronta riapertura.

“L’ordinanza rappresenta una misura necessaria per mitigare i disagi alla cittadinanza, già provata dai drammatici eventi di lunedì – spiega la Vicesindaco, Veronica Cimino – L’intera Amministrazione, coadiuvata dalla struttura comunale e da molti cittadini, è a lavoro in maniera incessante alla gestione dell’emergenza in corso. Siamo in costante comunicazione con gli enti sovracomunali, il cui sostegno concreto e tempestivo è fondamentale per superare in tempi brevi i grandi problemi che siamo tenuti ad affrontare. Voglio rassicurare tutti i cittadini che il nostro impegno non si fermerà davanti alle difficoltà che stiamo incontrando. Abbiamo un compito complesso da portare avanti, ma sappiamo che la Città conta su di noi. Rocca di Papa deve risollevarsi e siamo sicuri che lavorando assieme riusciremo a raggiungere questo obiettivo.” Dichiara la Vicesindaco Veronica Cimino

Nota del Pd di Rocca di Papa

“Il Partito Democratico di Rocca di Papa esprime sgomento e dolore per il tragico incidente verificatosi questo mattina e che ha coinvolto la Casa comunale e la Scuola dell’infanzia immediatamente adiacente. In questo momento siamo vicini al sindaco Emanuele Crestini e alle ulteriori persone rimaste colpite ed esprimiamo il nostro più sentito augurio di una pronta guarigione. Auspichiamo inoltre che venga fatto quanto prima chiarezza sull’operato delle ditte coinvolte nei lavori e che in forza dei danni riscontratisi, in una zona abitata centralissima, ha portato all’evacuazione forzosa di edifici pubblici e privati e di decine di rocchigiani, anche gravemente malati”. Dichiara il Circolo del Partito Democratico di Rocca di Papa.

Esplosione a Rocca di Papa, la vicinanza dell’Ente Parco

È stata una lunga giornata lunedì per Rocca di Papa dove, a metà mattina, si è verificata un’esplosione all’altezza della sede del Comune. Il Parco dei Castelli Romani, che ha la propria sede a 350 metri dal luogo dell’accaduto, è intervenuto sin da subito con i Guardiaparco, assicurando la viabilità e fornendo assistenza logistica per i collegamenti del personale operante con l’area di elisoccorso, fornendo da subito acqua e cibo  per le famiglie sfollate e gli operanti al soccorso. Il Parco ha inoltre messo a disposizione la propria sede per l’alloggiamento della cucina da campo, tutt’ora a disposizione per chi ne avesse bisogno, la sala operativa dei Guardiaparco per assicurare gli atti amministrativi del Comune e lasciando la sede a disposizione fino a notte tarda, per ogni esigenza.
A quanti stanno chiedendo come possono aiutare, al momento la situazione è sotto controllo e il Comune di Rocca di Papa sta provvedendo a tutte le necessità degli sfollati. Se non strettamente necessario è preferibile evitare di recarsi sul posto per permettere agli operatori di lavorare al meglio. “Ringrazio i Guardiaparco, e la struttura tutta – commenta il presidente, Gianluigi Peduto  –  per l’aiuto prestato sin dai primi minuti del terribile evento, avvenuto a poche centinaia di metri dalla nostra sede. Grande professionalità, competenza e umanità di tutte le autorità e forze presenti, vicine alle famiglie e alle persone provate dalle conseguenze dell’esplosione. Un pensiero in particolare va da tutti noi ai feriti, con l’augurio che possano riprendersi al meglio quanto prima”.

Cgil Cisl Uil: “Ennesimo grave incidente sul lavoro. Non bastano le norme, servono misure concrete e controlli”

“Esprimiamo piena solidarietà ai bambini della scuola dell’infanzia ed ai loro genitori, al Sindaco, ai dipendenti comunali di Rocca di Papa feriti durante l’esplosione accaduta poche ore fa proprio davanti la sede comunale” così in una nota Natale Di Cola, Giancarlo Cosentino e Sandro Bernardini, segretari generali di Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Roma Capitale Rieti, Uil Fpl Roma e Lazio. “Dobbiamo però constatare l’ennesimo grave incidente sul lavoro che come organizzazioni sindacali stigmatizziamo con forza. Non si può continuare a morire o a rimanere feriti mentre si svolge la propria attività lavorativa” Proseguono Di Cola, Cosentino e Bernardini: “La cultura della sicurezza sul lavoro deve essere una priorità, a partire dall’applicazione delle norme esistenti: serve una vera e seria politica che rafforzi il sistema di controlli da parte delle autorità competenti, altrimenti le leggi non servono. Così come chiediamo maggiori investimenti e non una contrazione della spesa, come invece si prevede nel decreto sblocca-cantieri. Proprio sabato scorso nella manifestazione indetta a Piazza del Popolo, i Segretari Generali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, hanno evidenziato con forza la necessità di garantire sicurezza sui luoghi di lavoro ricordando chi purtroppo lavorando ha perso la propria vita o è rimasto ferito, numeri che continuano incessanti ad aumentare”, concludono i segretari.

Solidarietà dell’Associazione Città per la fraternità alla città di Rocca di Papa

“Siamo profondamente affranti dalla notizia di un’esplosione che alle ore 11 di questa mattina ha interessato la città castellana investendo la facciata della sede Comunale e il vicino asilo comunale. L’Associazione, che annovera Rocca di Papa tra i Comuni fondatori e proprio in questi luoghi ha mosso i primi passi, esprime la massima solidarietà al Sindaco Emanuele Crestini, rimasto gravemente ferito nell’esplosione, ai bambini e ai feriti tutti, restando vicina all’intera popolazione. “Questa bella città, testimone di momenti fraterni significativi della nostra crescita associativa, la portiamo nel cuore, è doloroso vedere le immagini di una città ferita, sentiamo che le sue ferite sono anche nostre, ci appartengono. Il legame intessuto in questi anni ci danno certezza e fiducia che Rocca di Papa e la sua comunità, capaci elargire affetto fraterno, sapranno riprendersi”, queste le parole del presidente Stefano Cardinali. Vicinanza anche dal fondatore dell’Associazione, Pasquale Boccia, cittadino rocchigiano, al Sindaco e ai suoi concittadini. Numerose le manifestazioni di solidarietà e preghiera giunte dai Comuni associati”. dichiara l’Associazione Città per la fraternità.

 

Print Friendly, PDF & Email