Cultura, polemica l’Area di Centro Destra di Frascati

Gli esponenti dell'Area di Centro Destra di Frascati polemizzano sulla gestione dei luoghi della cultura nella città tuscolana

0
177
scuderie_aldobrandini
Scuderie Aldobrandini

Gli esponenti dell’Area di Centro Destra di Frascati polemizzano sulla gestione dei luoghi della cultura nella città tuscolana

“Come area centro destra, abbiamo sempre ritenuto di vitale importanza il ruolo della cultura, in quanto diffonde la crescita di una società. Nello stesso tempo, abbiamo sempre sostenuto che strutture pubbliche come le Scuderie Aldobrandini, così come le Mura del Valadier, siano strutture esteticamente belle e soprattutto vanto ed orgoglio per la città.  Purtroppo sono strutture che hanno costi di mantenimento molto elevati, ad oggi parliamo di costi circa 340.000 € con introiti per circa 7.000 € ed una perdita di 333.000 €. Non possiamo permetterci una perdita economica finanziaria costante. Ad oggi non c’è una visione strategica per la gestione delle stesse e purtroppo la comunità frascatana, si trova costantemente a subire perdite costanti. Sappiamo bene che siamo coinvolti in un piano economico finanziario in predissesto e per questo motivo è doveroso riflettere sul futuro delle Scuderie Aldobrandini e Mura del Valadier. Come Area Centro Destra, sottolineiamo che lavoreremo soltanto basandoci sui contenuti e siamo aperti a confronti su tematiche della città, convinti sostenitori che il ruolo culturale della stessa politica è cambiato radicalmente e che occorre la politica del “fare”. Lo dichiarano Mirko Fiasco, Anna Delle Chiaie, Laura Crisanti, Angelo D’Uffizi, Alberto Raffaelli e Fabrizio Reali

Print Friendly, PDF & Email