Cura del se, aspetti estetici ed emotivi delle neoplasie femminili

Mercoledì 24 Ottobre si parlerà degli aspetti estetici ed emotivi nella cura delle neoplasie femminili in un convegno a Roma

0
560
locandina

La malattia oncologica affrontata oltre i suoi aspetti clinici, ma nella sfera personale del se delle pazienti. E’ questo il tema del convegno gratuito che si terrà il prossimo Mercoledì 24 Ottobre a Roma, dalle ore 18;00 alle 19:30 presso la sede dell’Associazione Terzo Spazio, sita in Via S. Ippolito 9, dal titolo: “Cura del se: aspetti estetici ed emotivi delle neoplasie femminili”. I relatori che interverranno sono: la dermopigmentista specializzata Stefania Tavilla, Il Dott. Pantaleo Boccia Medico Chirurgo Specializzato in Anatomia Patologica e la Psicologa Fabrizia Argirò.

“Prendersi cura del proprio aspetto – dichiara Stefania Tavilla – è di fondamentale importanza quando si è sani ma ancor di più prima, durante e dopo una terapia oncologica, medica o chirurgica che sia; … il nostro pensiero e le nostre sensazioni influiscono sulla salute.

In generale si può affermare che esiste una forte connessione tra le difese immunitarie della persona e il suo stato psichico. Uno stato di benessere interiore può riflettersi, e si riflette, positivamente sulla salute dell’organismo. L’estetica applicata alla persona può costituire un valido alleato nel ripristinare la salute persa. La pelle è un riflesso dell’anima, molto sensibile agli agenti esterni ed interni e prendersi cura di sé ogni giorno a casa, o con l’aiuto di una professionista dell’estetica, fa si che si attivino delle informazioni positive a livello psicologico. La nostra immagine allo specchio risulterà piacevole, affascinante, e coinvolgente, l’autostima della persona aumenta e la malattia si deteriora. Nella donna, in particolare, sono conosciuti e apprezzati gli effetti!” conclude Tavilla.

Cenni di Anatomia e Fisiologia della Ghiandola mammaria

Partendo dal presupposto che la conoscenza del proprio corpo possa fornire una maggiore consapevolezza di se stessi si è pensato di introdurre delle nozioni di base di anatomia e fisiologia umana della ghiandola mammaria normale. La presentazione, attraverso dei disegni schematici ed una terminologia semplice, darà delle nozioni di base di anatomia umana, macroscopica e microscopica, ossia di come si sviluppa, prende forma e rapporti con il resto del corpo e di cosa, quali tessuti, è composta la ghiandola mammaria normale.

Saranno dati anche dei cenni di fisiologia umana ovvero della funzione della ghiandola durante la vita della donna partendo dall’età fetale e dello sviluppo puberale, alla vita adulta, fino al periodo senile, con particolare riguardo al periodo fertile della donna quando la ghiandola mensilmente si prepara ad una eventuale gestazione. Naturalmente vi sono altre funzioni della ghiandola mammaria, sociali, relazionali, in particolare con se stessi (!), e imprescindibili, per una piena consapevolezza del corpo, della femminilità, dell’essere umano.

 

Ricevere una diagnosi di neoplasia porta con sé un irrompere di emozioni. Il primo obiettivo è combattere per restare in vita. Il secondo è riorganizzarsi per riavere una buona qualità della vita. Per fare tutto ciò è necessario dare voce alle emozioni e garantire ad ogni persona un percorso di cura a 360 gradi.

Print Friendly, PDF & Email