D’Acuti, “sui sacchetti per l’umido facciamo chiarezza”

Il sindaco di Monte Compatri Fabio D'Acuti, "Ferri conosce bene la differenza tra proposta e offerta approvata"

0
414
pubblicazione
Pubblicazione

RIFIUTI, D’ACUTI: “SUI SACCHETTI PER L’UMIDO FACCIAMO CHIAREZZA. FERRI CONOSCE BENE LA DIFFERENZA TRA PROPOSTA E OFFERTA APPROVATA”

“Il Comune non ha smentito se stesso, ha semplicemente pubblicato le carte giuste, quelle con timbro, data e firma. Il disciplinare d’appalto detta le linee guida, il contratto stabilisce i paletti da rispettare. L’unica commedia dell’assurdo a cui assistiamo è questa furbata dell’esponente democratico, che mischia proposta comunale e offerta approvata”, lo scrive in una nota il sindaco Fabio D’Acuti.

“La furbizia e l’astuzia di Ferri sono qualità note a chi lo conosce bene e a chi, come me, per certi versi lo stima. Stavolta, però, il rappresentante dell’opposizione mostra di conoscere la vicenda e le carte, ma fa finta di non capire – continua il primo cittadino monticiano –.

Il disciplinare tecnico, da lui pubblicato, prevede chiaramente le linee guida, come tra l’altro ha anche scritto, che costituiscono la base sulla quale le diverse ditte formulano le offerte per l’aggiudicazione dell’appalto”.

“L’offerta tecnico economica, da me riportata, è quella valutata economicamente più vantaggiosa dalla Commissione aggiudicatrice, cioè quella proposta dalla Tekneko (parola che stavolta, per non cadere in errore nella trascrizione, evita di riportare).

Il consigliere di minoranza Ferri sa benissimo che l’offerta economica riguarda l’intero servizio e non si limita alla sola distribuzione dei sacchetti per i rifiuti organici.

Dunque, se da un lato ci sono meno buste nel progetto approvato, quello valido, dall’altro ci sono altri servizi che non erano previsti dal disciplinare tecnico. Ripeto per maggior chiarezza: vale la relazione tecnica esecuzione dei servizi, all’articolo 19. L’appalto è regolare, come l’attività della ditta; l’attacco all’assessore Sabrina Giordani completamente gratuito”, conclude il sindaco D’Acuti.

Print Friendly, PDF & Email