Maltempo, De Santis chiede interventi alla Provincia

0
733
Frana via dei Laghi
Frana via dei Laghi
Frana via dei Laghi
Frana via dei Laghi

Anche a valle del Comune forti ripercussioni sul traffico su via Nettunense e via Appia Nuova per provvedimento provinciale che vieta il transito dei mezzi pesanti (superiore a 6,5 tonnellate) sulla via Ardeatina.  Dopo la frana di terreno da una parete naturale sulla via dei Laghi sotto l’incrocio con via Maremmana III a Marino, che ha invaso la strada sottostante e portato alla chiusura di un tratto dell’arteria fino all’incrocio con via Spinabella – via Cave di Peperino, il vice sindaco Fabrizio De Santis, preso atto della gravità della situazione e dell’immediata urgenza di tornare al ripristino della normalità, ha indirizzato una nota al commissario straordinario della Provincia di Roma Riccardo Carpino. “Bisogna fare in fretta – sottolinea De Santis – perché la situazione sta diventando veramente insostenibile. C’è la necessità urgente di liberare il sedime stradale dai detriti e dagli altri materiali provenienti dal soprastante fabbricato di proprietà della Provincia di Roma, la quale deve attivarsi in fretta per ripristinare le normali condizioni di sicurezza e riaprire il tratto di strada interrotto. Purtroppo la chiusura della via dei Laghi sta provocando un pesante e costante congestionamento del centro storico cittadino determinato dall’enorme afflusso veicolare. Se a questo poi aggiungiamo che anche nel territorio a valle, specie a Frattocchie, ci sono pesanti problemi di traffico su via Nettunense e via Appia Nuova originati dai recenti provvedimenti di viabilità adottati dalla Provincia e dal Comune di Roma, sui quali non intendiamo abbassare la guardia, risulta chiaro come Marino stia vivendo un momento particolarmente complicato dal punto di vista della viabilità”. “Siamo addirittura disposti – continua il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici – a intraprendere noi un primo intervento di messa in sicurezza della strada, ma è chiaro debba esserci concessa un’autorizzazione da parte degli enti preposti, in questo caso la Provincia di Roma, sempre nell’ottica di una fattiva e concreta collaborazione”. “Stiamo facendo il possibile – conclude De Santis – e continueremo a monitorare la situazione con il lavoro della nostra Polizia Locale, della Polizia di Stato, dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco”.

 

Print Friendly, PDF & Email