Democratici per Castel Gandolfo chiedono revisione tariffe parcheggio Asl

0
1583
Castel Gandolfo
Castel Gandolfo centro storico
Castel Gandolfo
Castel Gandolfo centro storico

“L’idea di realizzare il Parcheggio – si legge in una nota diramata dal gruppo consiliare Democratici per Castel Gandolfo – di scambio a servizio degli ambulatori della ASL di Viale Giovanni Paolo II nacque grazie alla pressione che cittadini e lavoratori esercitarono nei confronti delle Amministrazioni comunali di Castel Gandolfo e di Albano Laziale. I sindaci dell’epoca Maurizio Colacchi e Marco Mattei, con il prezioso e convinto apporto del Consigliere Provinciale Bruno Valentini, riuscirono a coinvolgere la Provincia di Roma a finanziare l’opera.

Dopo aver risolto tutti gli iter burocratici e progettuali, iniziarono i lavori e oggi abbiamo una struttura utile ed efficiente che ha eliminato, peraltro, tutti i pericoli legati all’incolumità delle persone: un Parcheggio di scambio multipiano di circa 160 posti.

Parcheggio che termina o inizia con un’altra strategica opera, qual è la Pista Ciclo-Pedonale sorta sulla vecchia tranvia, che collega Castel Gandolfo ad Albano Laziale. Anche questa opera fu richiesta dai cittadini, partecipando alle riunioni sul Bilancio Partecipato 2010, e interamente finanziata dalla Regione Lazio.

Abbiamo appreso che – continua la nota – nella riunione tra la Provincia di Roma, il Comune di Castel Gandolfo e il Comune di Albano Laziale, tenutasi a Roma il 19/02/2014, si è deciso di destinare il parcheggio ad area di sosta a pagamento, con incameramento degli introiti all’Ente proprietario, cioè la Provincia di Roma oggi Città Metropolitana di Roma Capitale.

Vista la nota n. 11755 del 31/07/2015 inviata dalla concessionaria individuata con gara CIG 6059111891 e la successiva riunione operativa tenutasi il giorno 18/09/2015 alla presenza dei rappresentanti dei soggetti interessati (Comune di Castel Gandolfo, Comune di Albano Laziale, Città metropolitana di Roma capitale, S.I.S. Segnaletica Industriale Stradale s.r.l.) si decise che il piano tariffario inizialmente stabilito per il parcheggio di scambio di V.le Giovanni Paolo II doveva essere rettificato per permettere una gestione sperimentale che garantisse un avvio del servizio più adeguato alle esigenze dell’utenza.

La Giunta Comunale di Castel Gandolfo con atto n.87 del 13/10/2015 ha deliberato:

di modificare il piano tariffario relativo al parcheggio di scambio sito in V.le Giovanni Paolo II così come da accordo raggiunto tra le parti in occasione dell’incontro del 18/09/2015 e quindi come di seguito:

PIANO SUPERIORE E INFERIORE       dalle 7:00 alle 20:00         dalle 20:00 alle 7:00

Tutti i giorni         € 1,00/ora o frazione        Gratuita

Prima ora di sosta             € 0,30 (ora o fraz.)             Gratuita

Importo giornaliero massimo         € 4,00    Gratuita

Domeniche e festivi           gratuita gratuita

Abbonamento per possessori metrebus       € 20,00 mensili

Abbonamento per utenza generica € 30,00 mensili

Integrazione per sosta scaduta      € 4,00 in aggiunta a quanto già corrisposto

Questa modifica del Piano tariffario ha ulteriormente esasperato i cittadini e gli operatori della ASL, che mal sopportano – aggiungono gli esponenti di Democratici per Castel Gandolfo Giacomo Moianetti e Maurizio Colacchi – questa ulteriore vessazione, soprattutto perché si tratta di un sito molto delicato utilizzato perlopiù da persone anziane e disabili. Noi riteniamo che le aree adiacenti alle scuole, agli ospedali e alle strutture socio-assistenziali debbano essere a sosta libera.

A tal proposito proponiamo che – conclude la nota – il Consiglio Comunale impegni il Sindaco a rivedere il Piano Tariffario delle aree di sosta a pagamento in particolare quella del parcheggio multipiano della ASL di Viale Giovanni Paolo II, sostituendo il pagamento della sosta con l’introduzione del controllo tramite disco orario di due ore e l’esenzione totale per i lavoratori della ASL”.

Print Friendly, PDF & Email