Dessì, “Sicurezza e accoglienza, il fallimento del Csx a Velletri”

"Uno straniero accoltellato al giorno. bisogna dire che mentre a livello nazionale smette di funzionare il modello Riace, ai Castelli affonda il modello Velletri"

0
276
comune velletri
Il Palazzo Comunale di Velletri

DESSI’ (M5S): SICUREZZA E ACCOGLIENZA, CON I FATTI DI VELLETRI ULTERIORE FALLIMENTO DEL MODELLO DEL CENTROSINISTRA

“Uno straniero accoltellato “al giorno”. Bisogna dire che mentre a livello nazionale smette di funzionare il “modello Riace”, ai Castelli Romani affonda il modello Velletri”. Così il senatore 5 stelle Emanuele Dessì commenta quanto accaduto nelle scorse ore nella città castellana col ferimento di un marocchino di 25 anni presumibilmente per fatti legati allo spaccio di droga o in un regolamento di conti. “Almeno il sindaco Lucano ha avuto il coraggio, con la disubbidienza civile, di difendere le proprie idee finendo ai domiciliari arrivando alle estreme consuenze. A Velletri nulla. Il sindaco Pocci, come d’altronde il suo predecessore, non è in grado di fare niente, così come accaduto a livello nazionale grazie ai Governi di centrosinistra. Non è certo un sindaco Pd di quarta, quinta linea, senza alcuna copertura politica a poter fare qualcosa ed infatti non si fa niente, si lascia che le cose accadano senza battere minimamente colpo”. “Purtroppo adesso toccherà a questo Governo alzare la soglia di sicurezza colmando le terribili lacune dei Governi passati. Comunque sia, sempre prima gli italiani. Se c’è un fenomeno migratorio da gestire, non possiamo comunque più togliere risorse a chi il Paese lo ha costruito, lo ha sostenuto con le tasse, ha finziato le infrastrutture, messo in piedi aziende. Tutto questo non può essere più messo a rischio con un modello di accoglienza che non funziona e fatti, come quelli di Velletri e tanti altri esempi, lo dimostrano”.
Print Friendly, PDF & Email