Diritti in Comune sul ballottaggio a Ciampino

Ciampino, Diritti in Comune: “Siamo alternativi a destre e Pd. Dall’opposizione sfideremo sui temi chiunque vincerà il ballottaggio”

0
217
dario_rose_ciampino_19
Ciampino, Dario Rose in un evento di campagna elettorale (foto tratta dalla pagina social del candidato sindaco)
“La coalizione Diritti in Comune ringrazia tutti, le attiviste e gli attivisti, i sostenitori e i 1277 cittadini che hanno visto in noi un’alternativa reale e ci hanno permesso di raggiungere una percentuale incoraggiante, dalla quale partire per andare avanti. Invitiamo tutte e tutti a partecipare attivamente, già dai prossimi giorni, per portare avanti le proposte con cui abbiamo preso un impegno di fronte alla città: tutela dei Beni Comuni, riconversione ecologica e sostenibile, rilancio della Città Pubblica e lotta alle disparità sociali attraverso politiche socio-sanitarie di livello. Oltre ad avere proposte politiche diverse, Diritti in Comune intende diversamente il modo di fare politica: non spostiamo pacchetti di voti ma ci confrontiamo continuamente con i cittadini che ci sostengono, con i quali vogliamo condividere anche le nostre analisi sul prossimo ballottaggio. La natura antifascista della nostra coalizione, così come nella Costituzione, è per noi chiara fin dalle dichiarazioni in campagna elettorale. E’ chiaro il nostro impegno nel combattere l’avanzata della Lega e delle destre regressive, le quali non possono rappresentare l’alternativa al malgoverno precedente, sia perché hanno inglobato interi pezzi di classe politica ciampinese, sia perché le proposte politiche di impronta salviniana non possono che peggiorare la situazione attuale del paese e della città, alimentando la cultura dell’odio sociale verso gli ultimi e lo smantellamento della Città Pubblica. Al tempo stesso il Pd si ripresenta con gli stessi eletti della vecchia gestione fallimentare e non dimostra alcuna discontinuità programmatica: non una parola né una proposta concreta sul futuro dei servizi pubblici locali e le aziende municipalizzate, sulla necessità di rendere trasparente il bilancio, indicando responsabilità politiche e amministrative delle passate gestioni; nulla sull’urgenza di fermare il consumo di suolo e di procedere alla riapertura di spazi pubblici urbani e beni comuni. Ai cittadini che vogliono cambiare tutto chiediamo di incontrarci per lavorare insieme al rafforzamento dell’unica proposta politica diversa in campo, Diritti in Comune. Ciò che farà il nostro Consigliere comunale Dario Rose sarà proprio questo: sfideremo sul terreno delle proposte concrete chi uscirà dal ballottaggio, dal ruolo di opposizione vigile che ci chiede il voto cittadino. L’argine alle destre si ricostruisce collettivamente, con l’impegno e con una radicale inversione dei programmi e delle pratiche. I cittadini che hanno votato la nostra coalizione ci hanno scelto perché in radicale discontinuità con l’attuale centrosinistra, e questo noi continueremo ad essere. A chi ci propone una fiducia in bianco per fare da argine alle destre, rispondiamo che non deve convincere noi, ma i cittadini di Ciampino antifascisti, quelli che hanno votato anche la nostra coalizione, donne e uomini liberi che faranno la loro scelta in totale autonomia e senza bisogno di linee guida. Diritti in Comune è lo spazio politico al servizio di ogni battaglia per la Città Pubblica, contro ogni razzismo, per la lotta all’esclusione sociale e alla povertà crescente”. lo dichiara la coalizione Diritti in Comune che a Ciampino ha sostenuto la candidatura a Sindaco di Dario Rose.
Print Friendly, PDF & Email