Disabili vittime della violenza degli ultras allo stadio Olimpico

Alcuni atleti disabili ed i loro accompagnatori della Polisportiva Sociale CastellInsieme Onlus presi di mira dagli ultras prima della finale di Coppa Italia

0
261
auto_bruciata_stadio_olimpico_eco_bergamo
Auto bruciata allo Stadio Olimpico di Roma (foto tratta dal sito www.ecodibergamo.it)
andrea_titti_fabrizio_izzo
Andrea Titti con Fabrizio Izzo, Presidente della Polisportiva CastellInsieme Onlus

Pensavano di andare allo stadio per seguire la loro squadra del cuore, sperando di vedere i propri beniamini alzare un trofeo: invece alcuni ragazzi disabili e i loro accompagnatori, tutti  della Polisportiva Sociale CastellInsieme Onlus, nella serata di ieri, prima dell’inizio della finale di Coppa Italia tra lazio ed Atalanta, si sono ritrovati al centro di una sassaiola organizzata da alcuni gruppi ultras nei pressi dello Stadio Olimpico contro le Forze dell’Ordine. Un’automobile della società distrutta, tanto spavento e la rinuncia ad entrare allo stadio per vedere la partita sono state le conseguenze di questo ennesimo episodio di violenza, che solo casualmente non ha prodotto feriti. La mia solidarietà alla Polisportiva CastellInsieme e al suo Presidente Fabrizio Izzo, che conosco personalmente per il loro impegno sociale ad Albano e su tutto il territorio dei Castelli Romani, per l’integrazione dei disabili attraverso lo sport. Auspico una mobilitazione di solidarietà per una raccolta fondi destinata alla riparazione o al riacquisto della vettura semidistrutta.

Print Friendly, PDF & Email