Discarica di Roncigliano, c’è intesa tra i Comuni

0
812
roncigliano
Discarica di Roncigliano
roncigliano
Discarica di Roncigliano

Mentre proseguono i lavori della Conferenza dei Servizi indetta dalla Regione Lazio per la revisione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale, relativa all’impianto di trattamento meccanico-biologico ed alla discarica di Roncigliano (la prossima riunione è convocata per il prossimo 31 maggio), il Comune di Albano Laziale, in qualità di Comune Capofila, di concerto con gli altri Sindaci di bacino, ha predisposto una bozza di convenzione da sottoporre alla Pontina Ambiente al fine di regolarizzare i rapporti tra le Amministrazioni e la società stessa. Al contempo, relativamente alla tariffa di smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani, presso l’impianto di Roncigliano, è stata inviata alla Regione Lazio una nota nella quale si evidenziano diversi elementi di criticità in merito alla tariffa stessa (98,4 + 13,925 euro/tonnellata), tra l’altro con una retroattività di quattro anni.

Le criticità rappresentate sono:

La retroattività di 4 anni, in quanto si ritiene non corretto rideterminare le tariffe per gli esercizi finanziari precedenti, fatto che comporterebbe l’insorgere di rilevanti debiti fuori bilancio, insostenibili per le Amministrazione coinvolte;

– La mancanza di specifica su quali elementi compongano la tariffa e su come quindi si giunga ad un valore così alto;

– La mancanza di specifica se la tariffa sia soggetta o meno ad adeguamenti annuali (come indice ISTAT o similari).

A tal fine si è chiesto alla Direzione Regione Lazio per Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti di assumere ogni iniziativa utile a risolvere le criticità rappresentate e valutare la possibilità di intervenire in autotutela sulla Determinazione Regionale in questione.

Sull’argomento è intervenuto il Consigliere comunale Luca Andreassi: «Per il nostro territorio, inteso come area vasta,  poter contare su una solida posizione condivisa da tutte le Amministrazioni, rappresenta  un enorme punto di forza. Il tutto con il preciso obiettivo di salvaguardia e tutela della salute dei cittadini.  In particolare di quelli che abitano nelle immediate vicinanze dell’impianto. Val la pena di ricordare che nell’ultimo Consiglio comunale si è stabilito che circa 1000 famiglie residenti intorno alla discarica possano godere di uno sgravio sulla tariffa TARI 2016 pari al 10% dell’ammontare complessivo previsto».

Il Sindaco Nicola Marini ha aggiunto: «Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto con gli altri Sindaci di bacino e con i Commissari di Governo di Ariccia e Marino. Questo consentirà di avere una voce unica sia nei confronti della Pontina Ambiente, per quanto riguarda la convenzione, sia nei confronti della Regione Lazio per tutti gli aspetti normativi e di controllo».

Print Friendly, PDF & Email