Dtt Enea Frascati, le reazioni a sospensiva Tar Lazio

Sarabanda di dichiarazioni dopo la sospensiva arrivata ieri dal Tar del Lazio sull'assegnazione del Dtt all'Enea di Frascati

0
427
DTTfusionenucleare
Fusione nucleare DTT

Dtt Enea Frascati, il Tar del Lazio sospende l’assegnazione all’Enea di Frascati. Polemico il Governatore della Puglia, Michele Emiliano, che plaude alla decisione del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio che – secondo lo stesso esponente politico Dem – “sana il danno prodotto alla cittadella della ricerca di Brindisi che dovrebbe essere sede del progetto di sperimentazione della fusione nucleare”.

La presa di posizione di Bruno Astorre:

Astorre: “Perplesso per decisione Tar Lazio. Respingo le accuse di Emiliano”.

“La sospensione dell’assegnazione del DTT all’Enea di Frascati da parte del Tar del Lazio è un atto inaspettato e che lascia perplessi. Respingo con forza le accuse di Emiliano: il personale dell’Enea di Frascati è altamente qualificato. Credo sia stupido e anche grave fare questo confronto e sminuire professionisti rispetto ad altri. La sospensione dell’assegnazione del DTT all’Enea di Frascati da parte del Tar del Lazio è un atto inaspettato e che lascia perplessi. Respingo con forza le accuse di Emiliano: il personale dell’Enea di Frascati è altamente qualificato. Credo sia stupido e anche grave fare questo confronto e sminuire professionisti rispetto ad altri. Mi riservo di leggere le motivazioni del Tar per avere un’idea più precisa ma resto convinto del fatto che il sito di Frascati sia in assoluto il migliore, così come stabilito anche dalla commissione che lo ha giudicato”. Con queste parole il senatore Dem prende posizione sul DTT Enea Frascati, dopo la decisione del Tar del Lazio e le parole di Emiliano.

La nota congiunta del segretario e del Capogruppo del Pd Frascati:

Iaia e Sbardella, “DTT: pesanti le parole di Emiliano, Frascati merita il progetto”

“Rimaniamo basiti dalla scelta del Tar del Lazio di accogliere il ricorso della Regione Puglia per il sito di Brindisi. Riteniamo anche che le parole e i festeggiamenti di Emiliano siano quanto meno fuori luogo e sminuiscono senza fondamento le professionalità dell’Enea di Frascati che sono invece di altissimo profilo. Bisogna ricordare che l’origine della sperimentazione che poi porta al DTT nasce proprio dal nostro territorio, grazie all’impegno del Presidente Nicola Zingaretti e della Regione Lazio, e la scelta di Frascati si è basata su importanti e approfondite considerazioni. Poniamo la nostra fiducia, come sempre, nella giustizia certi che saprà fare il giusto corso e riconoscere al nostro territorio questo importante progetto” Così il Segretario del Circolo del Partito Democratico di Frascati, Luca Iaia, e la Capogruppo Dem a Palazzo Marconi Francesca Sbardella.

Anche il Primo Cittadino tuscolano, si esprime sulla vicenda:

Il Sindaco Mastrosanti sulla sospensione del Tar del Lazio per il DTT all’Enea di Frascati

 

In riferimento alla sospensione del Tar del Lazio dell’Assegnazione ai Laboratori di Frascati dell’Enea, dove peraltro già esiste un centro di ricerca per la fusione a freddo, il Sindaco di Frascati dichiara:

«La vicenda del DDT rappresenta in maniera esemplare per quali motivi il nostro paese arranchi così tanto e più degli altri ad uscire dalle secche della lunga crisi che ha investito le grandi economie mondiali. Se neanche le Regioni riescono ad accettare una scelta strategica nel campo della ricerca scientifica operata da un ente importante quale l’Enea, confermando la percezione che in Italia si è bravi solo a litigare, poi non bisogna stupirsi se i grandi capitali vanno altrove».

«Noi abbiamo grande rispetto per le qualità di tutti i ricercatori Italiani e non penseremmo mai di denigrare quelli pugliesi per sostenere la bontà della scelta operata in favore dei laboratori di Frascati per ospitare la ricerca sulla fusione nucleare come invece ha fatto il Presidente della Regione Puglia. Siamo orgogliosi del fatto che questo importante progetto sia nella responsabilità della italiana Enea, siamo convinti che i laboratori di Frascati, con le loro strutture e ricercatori, siano più che adeguati a condurre questo progetto (del resto a Frascati si fa da anni questi tipo di ricerca), siamo certi che anche il centro pugliese sia qualificato e ne siamo orgogliosi perché parliamo sempre di un centro italiano».

«Non ci piace che tutta questa qualità venga mortificata da sterili atteggiamenti provinciali. Siamo preoccupati che ora possa essere il Giudice amministrativo a decidere su una materia che riteniamo dovrebbe invece essere esclusiva prerogativa di chi – l’Enea – ha la responsabilità della realizzazione del progetto che prevede importanti investimenti propri e di investitori stranieri. Confermiamo la piena fiducia nella correttezza del percorso che ha portato alla selezione dei laboratori di Frascati per la realizzazione del nuovo DDT, auspichiamo che venga in fretta messo un punto sulla vicenda confermando questa scelta e che la si smetta, soprattutto da parte di qualche Governatore, di alimentare un teatrino che mortifica l’eccellenza tutta del nostro paese nella sua indivisibile unicità».

Print Friendly, PDF & Email