E’ Chiara Mengarelli la più giovane del Consiglio Comunale di Albano

0
2496

mengarelliMeta Magazine da la parola alla più giovane consigliera comunale di Albano Laziale: Chiara Mengarelli, eletta nella lista del Partito Democratico.

Cosa ti ha spinto ad impegnarti in questa campagna elettorale e più in generale in politica?

“Perché è troppo facile soltanto criticare tutto e tutti. Ho deciso di intraprendere questa esperienza per capire le dinamiche politiche – amministrative con la speranza di poter portare il mio contributo alle varie iniziative. Facendo un esame a posteriori di questi ultimi mesi che vanno dal momento in cui ho deciso di iniziare questa avventura fino alla mia proclamazione a consigliere comunale, se solo qualcuno mi avesse detto che avrei raggiunto questo traguardo l’avrei sicuramente preso per matto”.

Si dice che la prima seduta d’insediamento del Consiglio Comunale sia come il primo giorno di scuola: che sensazioni hai provato tu lunedì 6 al momento della tua proclamazione e delle prime votazioni che ti hanno visto protagonista?

“Parlando seriamente delle sensazioni che ho provato nel sedermi sugli scranni di Palazzo Savelli, sono state assimilabili al primo giorno di scuola e devo riconoscere che un po’ di timore, almeno all’inizio, c’era, non fosse altro che per la paura di commettere qualche grossolano errore e di non riuscire a capire con tempestività le dinamiche del Consiglio Comunale”.

Dove rivolgerai il tuo impegno politico per il territorio, in quale commissione consiliare sei stata inserita?

“Sono stata inserita nella commissione consiliare elettorale e nella commissione consiliare urbanistica. Sono residente nella frazione di Cancelliera, all’estrema periferia di Albano, e dalla quale ho ricevuto anche il maggior numero di consensi, pertanto è d’obbligo nel rispetto del mio elettorato spendermi il più possibile per questa zona, senza trascurare il resto del territorio in quanto amministratore del comune di Albano”.

Una proposta che ti sta particolarmente a cuore che vorresti fosse tradotta in realtà alla fine di questa legislatura?

“Un progetto che mi sta particolarmente a cuore, forse può sembrare per pochi interessati, riguarda la tutela degli animali. In particolare riuscire a sensibilizzare l’Amministrazione per essere di supporto ai cittadini, che sono nelle più disparate difficoltà, a prendersene cura e a mantenerli con la speranza che i miei interlocutori recepiscano e supportino il mio progetto”.

Sei la più giovane del Consiglio Comunale: secondo te i giovani partecipano e sono interessati alla politica? Come li coinvolgeresti maggiormente?

“Oltre ad essere la più giovane nel Consiglio Comunale, sono stata anche la più giovane candidata nella lista del PD. Questa cosa mi ha fatto riflettere e il risultato che ho ottenuto è la dimostrazione che anche se giovani e senza esperienza se ci si mette in gioco ce la si può fare. La mia affermazione deve essere d’esempio per tutti quei ragazzi che pensano di essere troppo giovani e poco esperti per poter confrontarsi anche su tematiche e progetti importanti. Il mio auspicio è che nelle prossime tornate amministrative le liste siano piene di candidati giovani o giovanissimi. Ringrazio Meta Magazine per questa intervista , che mi ha dato modo di farmi conoscere a tutti i cittadini a cui rivolgo un saluto e ai quali assicuro il mio massimo impegno”.

Print Friendly, PDF & Email