La scrittrice Eliana Rossi presenta il suo tris di libri a Frascati

0
2100
Eliana Rossi
Eliana Rossi scrittrice
Eliana Rossi
Eliana Rossi scrittrice

La giornalista e scrittrice frascatana Eliana Rossi presenterà i suoi libri Sulla scia del vento (poesie), Sabbia del deserto (poesie) e Pasticcini con un pizzico di…fantasia (commedia) tutti editi da UniversItalia editrice nel 2013, giovedì 26 settembre alle ore 17,30 a Palazzo Marconi nella Sala degli Specchi.

All’evento, patrocinato dall’Amministrazione comunale di Frascati, sarà presente l’Assessore alla Cultura Gianpaolo Senzacqua, il relatore l’ing. Marco Caroni, direttore della rivista Il Mamilio. La recitazione è a cura degli attori Rosa Giovedi e Mario D’Ottavi, le musiche del M° Mario Alberti.

«Come Assessore alla Cultura del Comune di Frascati – dichiara Gianpaolo Senzacqua – sono particolarmente felice di ospitare nella Sala degli Specchi la presentazione di tre pregevoli lavori della concittadina Eliana Rossi: due raccolte di poesie ed una commedia. Sono lavori che l’autrice da anni custodiva e che ora, grazie alle edizioni UniversItalia, contemporaneamente vedono la luce. La diversità dei generi letterari ribadisce la poliedricità culturale dell’autrice, riaffermandone il valore ai suoi molti estimatori».

«Si tratta di lavori che erano rimasti nel cassetto troppo a lungo e li avevo quasi dimenticati, – chiarisce l’autrice Eliana Rossi – presa dalla stesura del mio ultimo libro Gli occhi dell’anima e quando in un momento di tranquillità ho riaperto la cartellina, e mi sono trovata tanto materiale davanti agli occhi, ho realizzato che i tempi erano maturi per essere dati alle stampe. Considero i due libri di poesie Sulla scia del vento e Sabbia del deserto – continua la scrittrice – uno complementare dell’altro. Il viaggio introspettivo e quelli fisici, nei vari luoghi che ho visitato, si completano nella creazione di un quadro di vita in cui la quotidianità non è mai banalità o ripetitività, ma è osservazione minuziosa dell’afflato vitale di cui sono pregni i momenti della nostra esistenza. Una realtà osservata come un viaggio in cui non è importante la meta, ma il percorso con le sue tappe, i suoi contatti, le strade non sempre pianeggianti che ci fanno cadere e nel risollevarci ci si sente ogni volta un poco più forti, si acquisisce maggiore coraggio e determinazione».

Le poesie  Sulla scia del vento  sono «pensieri che fluttuano in balia dei venti, che con brezze o raffiche violente li trascinano lontano in un viaggio avventuroso, per ritrovare alfine ristoro nelle ridenti cittadine o caotiche metropoli. Sulla scia del vento che il riposo non conosce si aprono alla vista inconsueti scenari di guerre intestine, di perseguitati, di mendicanti che hanno fatto della strada il loro rifugio, di uomini chiusi in ferree convinzioni che non lasciano trasparire la benché minima disponibilità alla comprensione. Venti che ritornano con la forza dei ricordi mai sepolti, ma solo accantonati in cui rivive la fiammella del primo amore, delle risate fra compagne di scuola. Città che si fregiano dell’appellativo di “perle d’oriente” che hanno lasciato un piccolo segno indelebile, per la loro marcata identità; paesi montani in cui la ritrovata tranquillità non è una chimera, ma realtà giornaliera.

Maldestro il vento disperde ciò che si frappone sul suo cammino, ma copre anche ciò che vuole celare allo sguardo curioso del pellegrino».

Nella prefazione di Sabbia del deserto si legge: «Il viaggio intrapreso si snoda tra l’esplorazione di luoghi sconosciuti, che arricchiscono lo spirito con la conoscenza di popoli dai lineamenti solcati da profonde rughe che mettono in evidenza la loro lotta giornaliera con un ambiente arido e ostile come quello del deserto, e l’introspezione psicologica alla ricerca di quei piccoli segni, di quei deboli richiami che permettono di individuare gli errori, i fallimenti della società in cui si vive. Gli insignificanti gesti quotidiani che ci accompagnano durante la giornata, alla luce del dono della vita, acquistano nuova valenza, fregiandosi di un aureo bagliore che li ammanta di vitalità e unicità. L’uomo occidentale, spogliandosi dalle sue corazze di pregiudizi, perbenismo, ipocrisia, falsi ideali, rinviene nella semplicità del ciclo della natura l’inebriante oblio in cui il suo spirito si discosta dalla sofferenza quotidiana.

Il grigiore della città incupisce i volti della moltitudine di persone che si mascherano dietro una cortina d’indifferenza per timore di manifestare le proprie emozioni, generando una spirale di incomprensioni e divergenze  che ben presto alimentano sentimenti di odio che sfociano in episodi di violenza. E se si provasse ad accennare un sorriso che esprima comprensione, tolleranza, disponibilità all’ascolto di chi si sente emarginato dai propri simili?»

Pasticcini con un pizzico di…fantasia è una divertente piece teatrale che ben evidenzia il tipo di società degli anni Settanta. Pregi o difetti dei personaggi sono tratteggiati abilmente attraverso una dettagliata descrizione. Il personaggio principale è Rosina, la cameriera, che tiene in piedi l’intreccio della storia con la sua curiosità e la simpatia per la sua ingenuità. Pur non essendo il protagonista, il cuoco-pasticcere si rivela una figura chiave, per aver interpretato i desideri e i gusti, in fatto culinario, di tutte le persone che ruotano attorno all’ipocondriaca madame Cornelia, riuscendo a far ritornare il sorriso sui loro volti tristi e grigi.

Le tre opere sono impreziosite dai disegni curati dalla studentessa Ilaria Clementi che si è diplomata quest’anno all’Istituto d’Arte Paolo Mercuri a Marino.

La commedia verrà rappresentata dalla Compagnia teatrale marinese Poveri ma belli a dicembre all’Auditorium Monsignor Grassi a Marino.

Eliana Rossi è nata e vive a Frascati (Roma), laureata con lode in Letterature Comparate alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata” è giornalista, scrittrice e commediografa. Dell’autrice sono stati pubblicati la silloge Momenti di vita (1997), il romanzo Voglia di fuggire (1998), la tragicommedia Il ritardo fatale (2007), il saggio di critica letteraria La voce narrante in Verga Pirandello Scotellaro (2010), le storie di vita Gli occhi dell’anima (2011), le raccolte di poesie Sulla scia del vento e Sabbia del deserto entrambe pubblicate nel 2013, la commedia Pasticcini con un pizzico di…fantasia (2013). Ha ricevuto l’onorificenza di Ambasciatore di Pace dalla Universal Peace Federation nel 2006.

Il libro è in distribuzione nelle seguenti edicole di Frascati: Andrea (Largo Pentini); Orietta (via san Francesco); Paola (Galleria Vittorio Emanuele) e on line presso i siti:

www.ibs.it

www.universitaliasrl.it

Print Friendly, PDF & Email