Emergenza maltempo, gli interventi a Marino

0
796
comitato
Comitato Operativo Comunale di Marino
comitato
Comitato Operativo Comunale di Marino

Superato il livello di allerta relativo alle eccezionali precipitazioni che hanno interessato Roma e i Castelli Romani negli ultimi giorni. Una situazione di criticità idrogeologica e idraulica che, giovedì 6 novembre, ha indotto il sindaco di Marino Fabio Silvagni a disporre in via precauzionale la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado del territorio. Un provvedimento adottato, alla luce delle indicazioni fornite da Prefettura e Protezione Civile Regionale, per ridurre al minimo le possibili conseguenze delle forti piogge.

Ripercussioni che, tuttavia, non sono mancate vista la consistenza e persistenza delle precipitazioni e che hanno visto la costante presenza delle squadre del Centro Operativo Comunale convocato dal primo cittadino nella sua veste di massima autorità di Protezione Civile comunale.

Composte da operatori della Protezione Civile e della Polizia Locale le unità di crisi, dirette dal comandante della Municipale Alfredo Bertini in raccordo con il coordinatore della Protezione Civile Giorgio Moretti, sono state chiamate a far fronte a diverse tipologie di interventi

nella città, soprattutto nelle zone a valle come Cava dei Selci, Frattocchie e Santa Maria delle Mole ma anche nel centro. Numerosi gli appelli dei cittadini alla centrale operativa della Polizia Locale per allagamenti di abitazioni, seminterrati e garage, altrettanti quelli per chiusini stradali divelti causa la forte pressione dell’acqua o intasati dal fogliame caduto dagli alberi per il forte vento e dai detriti trascinati dall’acqua. Le squadre sono anche intervenute scongiurando il crollo di un terrazzo per occlusione delle caditoie e conseguente eccessivo ristagno di acqua ma anche per mettere in sicurezza i cittadini dopo l’apertura di voragini nel manto stradale in via Costa Caselle e il tracimamento del Fosso delle Scopette a Palaverta. Gli operatori del Centro Operativo Comunale si sono attivati anche per sfrondare alberi con rami cresciuti oltre misura e divenuti pesanti e pericolosi in presenza di vento e pioggia (via del Crocifisso, via Nettunense, piazza Matteotti) e intervenuti nel sostegno di un pedone che, investito da un’auto fuori controllo per la forte pioggia in via Marcantonio Colonna, ha avuto necessità di intervento da parte dei sanitari dell’Ospedale San Sebastiano di Frascati con prognosi di 25 giorni.

Tutte le operazioni portate avanti nello stato di emergenza dal C.O.C., condotte in stretto collegamento con i Vigili del Fuoco e le altre Forze dell’Ordine del territorio oltre che con il Comando Operativo Intercomunale C.O.I. 13 Marino – Ciampino, hanno ricevuto il plauso da parte del sindaco Fabio Silvagni. Nel suo ruolo di massima autorità di Protezione Civile del territorio comunale che lo ha visto assumere la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso, Silvagni ha espresso apprezzamento anche in relazione al comportamento dei cittadini che, come da indicazioni ricevute dalle comunicazioni presenti sul sito istituzionale, hanno prestato la massima collaborazione affinchè le unità di intervento potessero operare al meglio.

«Ringraziando la comunità marinese per aver recepito il messaggio di presenza da parte di Palazzo Colonna e del suo Centro Operativo Comunale così come delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco – afferma il sindaco Fabio Silvagni – esprimo gratitudine nei confronti di quelli che, a tutti i livelli, nello stato di allerta non hanno esitato ad offrire la massima collaborazione per la tutela dell’incolumità dei cittadini riuscendo a far fronte all’emergenza. Un’ottima prova che, pur nell’esiguità delle forze in campo, ha testimoniato il livello di responsabilità e solidarietà della nostra comunità».

Print Friendly, PDF & Email