Enzo Salvi a Meta, “non abbandonate gli animali”

0
2364
enzo_salvi
L'attore cabarettista Enzo Salvi
enzo_salvi
L’attore cabarettista Enzo Salvi

Marzia Mancini intervista per Meta Magazine l’attore cabarettista Enzo Salvi:

Ciao Enzo, a proposito del tuo spot “Mi Fido di Te” realizzato senza scopo di lucro contro l’abbandono degli animali e con la regia di Federico Malafronte, ci descrivi il profondo legame che si crea con i nostri amici a quattro zampe?

“Ciao a tutti voi di Meta Magazine, lo spot che ho realizzato promuove un messaggio a cui dò molto significato visto che da tempo gli animali ed i cani nello specifico, sono motivo di gioia e amore nella mia vita.

Ho due splendidi cani, Victor e Tyson Salvi, protagonisti insieme a me del video contro l’abbandono dei cani con la regia di Federico Malafronte e la partecipazione di Carlo Sens che ha interpretato il ruolo del politico. Questo progetto si è concretizzato senza chiedere né ricevere aiuto da produzioni o finanziamenti ma solo grazie alla volontà di chi insieme a me ha creduto e crede fortemente in questa causa.

“Non abbandonare il tuo cane abbandona un politico, tanto ha già mangiato” è un messaggio forte condiviso da molti ma soprattutto dedicato a chi vigliaccamente abbandona un cane e anche ad una classe politica che spesso costringe le persone a vivere per strada senza un lavoro o alternative valide. Credo sia fondamentale far capire che i valori della fedeltà e dell’amore che può trasmettere un cane sono e saranno più importanti di un politico magnone che invece serve a poco in questo paese, soprattutto in questo periodo storico molto difficile e non solo per l’Italia.”

Credi sia possibile trasmettere il rispetto per gli animali o è qualcosa di innato?

“Chi non rispetta un animale, in primis non sa rispettare se stesso. Faccio fatica a capire come si possa abbandonare un cane o qualsiasi altro animale quando sono proprio gli animali a regalarci un sorriso, a tenerci compagnia e a donarci amore senza chiedere nulla in cambio se non una carezza o un po’ della nostra attenzione. Dunque non so se si possa insegnare o trasmettere, di sicuro dentro di noi tutti conosciamo il rispetto e possiamo Rispettare!

La mia è una denuncia, un messaggio verso chi ha intenzione di non rispettare e a chi va ricordato il rispetto perché lo sta dimenticando o lo ha già dimenticato!”

“Non abbandonare il tuo cane, abbandona un politico tanto ha già mangiato”.

Questo è l’irriverente slogan dello spot, se per assurdo i politici venissero abbandonati davvero e gli animali salissero al potere, quali valori cambierebbero?

“Sarebbe interessante vedere degli animali al potere, se fossero proprio i cani sicuramente non perderebbero un valore che molti politici hanno invece perso, quello della Fedeltà e della Lealtà!

Il mio Victor sarebbe senz’altro un ottimo Premier e il popolo sarebbe più felice!

L’Amore che può dare un cane come un altro animale è difficile da trovare sul nostro pianeta.”

La legge potrebbe fare di più contro il maltrattamento degli animali?

“Ci sono delle leggi, spesso agiscono, troppo spesso non riescono o non so, questo ce lo dovrebbero dire le istituzioni. So solo che per me chi abbandona un cane non è più degno del mio rispetto e di quello di molti altri. Penso che compiere un gesto simile è talmente da vigliacchi che mi verrebbe da far passare a quell’individuo non solo un brutto quarto d’ora ma qualcosa di più. L’animale che viene abbandonato subisce molti traumi come lo shock di essere lasciato dal padrone con conseguenze spesso drammatiche, basti pensare ai tanti cani che sono stati investiti o ritrovati morti perché lasciati in un luogo a loro completamente sconosciuto! Pensate per un attimo se noi fossimo presi e portati in un luogo estraneo pieno di animali feroci senza sapere dove e come ritrovare la strada di casa magari anche legati ad un guard rail, non sarebbe uno shock?”

L’abbandono è una delle cause dell’affollamento dei canili, oltre ai tuoi bellissimi cani di razza Victor e Tyson Salvi, se non è già accaduto, ti piacerebbe adottare dei meticci salvandoli da questa triste sorte? Lo consiglieresti?

“Certo che lo consiglierei, sono stato nei canili e ho conosciuto la tristezza negli occhi di molti cani, anche se posso dire che i volontari che si occupano degli animali sono davvero fantastici e fanno in modo di poter alleviare la sofferenza dell’abbandono regalando un po’ di allegria!

Conosco molta gente tra cui amici che hanno adottato dei cani nei canili e sono fantastici.

Cani dei canili o no, sono i cani che sono animali stupendi!”

Come descriveresti gli individui che abbandonano o maltrattano gli animali?

“Te lo devo dì? Delle M…e! Persone che non meritano il mio rispetto!”

Un altro dei tuoi video di successo è il “Bailo dello Sbailo”, un modo divertente per sdrammatizzare i problemi, tu come affronti le difficoltà quotidiane? Cosa vince la tristezza e la preoccupazione?

“Il “Bailo dello Sbailo” videoclip girato ad Ostia sempre con l’amico regista Federico Malafronte ed un gruppo fantastico, è il tormentone dell’estate.

Noi comici cerchiamo di regalare sempre un sorriso alle persone, di sdrammatizzare, di esorcizzare e il Bailo è anche questo, cercare di sorridere di più alla vita e di divertirsi soprattutto ora che è estate! Ed io come faccio? Bailo, con il Bailo dello Sbailo! Nella vita bisogna portare positività in ciò che si fa.”

In questo clima di sofferenza generale è più difficile per un attore comico far ridere? La crisi ha influenzato anche il modo di fare comicità?

“Crisi o no, non è facile far ridere le persone e non lo è mai stato ma so che il pubblico ne ha bisogno, spesso si ride di drammi, da comici si cerca di far ridere e sorridere giocando con personaggi buffi o personaggi che fanno parte della nostra società, che sono vicini a noi, che incontriamo al bar, nel nostro palazzo o in ambienti lavorativi.

Attingo dalla realtà, dalle persone semplici, quelle che con la loro umiltà hanno sempre regalato un sorriso anche senza fare i comici, fanno ridere prima di tutto me e per questo decido di farli miei. Bisogna sapersi prendere in giro, conoscere i propri limiti e scherzarci su. Penso sia questo quello che molti vorrebbero, poter avere meno pensieri, essere meno incazzati, non dover pensare ogni giorno alle tasse che aumentano, alla crisi e ai problemi o al futuro in maniera drammatica.

Io Enzo, da comico cerco di portare sul palco l’allegria, la comicità romana che è amatissima a Roma e non solo.”

Ci fai sempre fare tante risate, ma a te invece cosa fa ridere?

“A me il mio pappagallo Jerry….”

Qualche anticipazione sui tuoi progetti futuri?

“Sarò in scena all’Ombra del Colosseo con uno spettacolo dal titolo “INTERESSANTE”, il 5 luglio la prima si è conclusa con un grande successo, poi avremo altre due date ad agosto e settembre. Ho finito di girare un film in Puglia “Io che amo solo te” regia di Marco Ponti, un cast eccezionale con tantissimi bravi attori, in uscita prossimamente. Progetti Top Secret ce ne sono ma non svelo nulla, working in progress…”

Grazie ad Enzo Salvi da parte mia e dalla redazione di Meta Magazine per questa intervista, ne siamo onorati!!!

“Grazie a tutti voi per questa piacevole chiacchierata.”

 

Print Friendly, PDF & Email