Esquilino, arrestato per tentata rapina

Esquilino. Arrestato dalla Polizia italiano di 24 anni per tentata rapina aggravata e resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

0
143
Polizia di Stato
Polizia di Stato

Esquilino. Arrestato dalla Polizia di Stato cittadino italiano di 24 anni per tentata rapina aggravata e resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Segnalato anche al Prefetto per stupefacenti.

Nella serata di domenica 10 maggio, gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti, diretto da Giuseppe Sangiovanni, hanno arrestato A.L.A. cittadino italiano di 24 anni per tentata rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. I poliziotti sono intervenuti presso un albergo in via Giovanni Giolitti perché il gestore aveva richiesto l’intervento di una pattuglia in quanto era stato aggredito con un arma da taglio da un cliente. Giunti immediatamente, gli investigatori hanno trovato il gestore fuori dalla struttura, in preda al panico, il quale ha raccontato che, poco prima, un uomo, dopo aver effettuato il ceck-in, si era presentato presso la reception insultandolo, minacciandolo e chiedendo una felpa e delle cuffiette. A questo punto il gestore dell’hotel aveva invitato il 24enne a lasciare la struttura dietro il rimborso di quanto già pagato per la camera, ma questi, preso ancora di più dalla rabbia, ha brandito delle forbici trovate sulla scrivania della reception e ha tentato di colpire l’uomo, che è riuscito a scappare uscendo dalla struttura velocemente, per poi chiamare il numero di emergenza. I poliziotti, entrati all’interno dell’albergo, hanno trovato nel corridoio il ragazzo che, tenendo ancora le forbici in mano, tentava di scagliarsi anche contro di loro, ma veniva bloccato ed arrestato. All’interno della sua stanza, su di un comodino a suo uso esclusivo, è stata trovata della sostanza stupefacente del tipo hashish. Alla fine degli accertamenti, il ragazzo è stato portato presso gli uffici di Polizia ed arrestato per tentata rapina aggravata, resistenza e minaccia ad un pubblico ufficiale, nonché segnalato al Prefetto per lo stupefacente.

Print Friendly, PDF & Email