Eternit, raccolta firme degli Amici di Beppe Grillo di Lanuvio

0
773
consegna_firme_contro_eternit
Consegna firme da parte del gruppo Amici di Beppe Grillo di Lanuvio per la rimozione dell'eternit
consegna_firme_contro_eternit
Consegna firme da parte del gruppo Amici di Beppe Grillo di Lanuvio per la rimozione dell’eternit

“Il gruppo Amici di Beppe Grillo di Lanuvio, ha oggi (3 novembre 2016 ndr) consegnato all’Amministrazione Comunale, 1078 firme raccolte per richiedere la rimozione dei circa 600 metri di eternit ricoprenti l’ex cantina vinicola Poscia, un edificio abbandonato situato in prossimità della stazione ferroviaria, e la successiva riqualificazione di tale area come da previsione del piano regolatore del 1991 – inizia così la nota del gruppo Amici di Beppe Grillo di Lanuvio.

Un problema vecchio che, si teme, sia la probabile causa di molti decessi tra la popolazione che abita in quei paraggi.

La questione dell’amianto è un problema sentito a Lanuvio e numerose sono state le segnalazioni dei cittadini venuti ai nostri banchetti informativi settimanali per indicare altri siti in cui è riscontrabile la presenza di eternit.

1078 firme raccolte in 77 pagine che rappresentano quasi un decimo dell’intera popolazione e che ora aspettano una risposta dall’Amministrazione Comunale entro 35 giorni, secondo le norme attualmente in vigore – continua così la nota.

La presente consegna delle firme dei tanti cittadini che hanno aderito alla nostra petizione fa seguito ad altra richiesta presentata dallo stesso gruppo al Sindaco Galieti (peraltro medico), lo scorso 26 luglio e rimasta senza risposta, prodotta per sollecitare un suo intervento presso il governatore Zingaretti al fine di istituire il registro dei tumori previsto dalla legge regionale n°7 del 12.06.2015.

Non essendoci nemmeno questo strumento fondamentale per il monitoraggio e la prevenzione dell’insorgere di gravi patologie, ci auguriamo – si conclude così la nota – che anche in funzione dell’enorme numero di sottoscrizioni a sostegno dell’iniziativa, questa volta l’Amministrazione Comunale voglia farsi carico con urgenza di questa precisa richiesta di intervento a tutela della salute dei cittadini.

Print Friendly, PDF & Email